in

7 cose da considerare prima di iniziare l’installazione di un lucernario

Stupisci il tuo installatore e ottieni risultati brillanti tenendo a mente questi suggerimenti per la pianificazione del progetto del lucernario.

Hai bisogno di un po ‘di luce in più nella tua vita? Considera l’installazione di un lucernario sopra una stanza interna con poca luce naturale . Queste finestre da tetto lasciano entrare fino a cinque volte più luce di una finestra sul muro laterale e molto calore. Il costo e la complessità dell’installazione di uno, tuttavia, fanno sì che valga la pena dedicare del tempo per istruirti sulle condizioni strutturali che devi soddisfare e sulle decisioni di progettazione che devi prendere per ottenere un lucernario che funzioni per te. Prendi in considerazione queste sette considerazioni di progetto prima di dare al tuo appaltatore il via libera su un’installazione di lucernario.

1. I lucernari non sono adatti a tutti i tetti.

Poiché i lucernari sono installati sulla linea del tetto sotto le tegole del tetto e il rivestimento, la costruzione del tetto deve essere in grado di supportare il lucernario. Innanzitutto, considera l’inquadratura, che in genere è di due tipi:

  • I tetti a montanti e travi, costruiti con travi individuali distanziate di quattro piedi l’una dall’altra, tendono ad essere più adatti per i lucernari perché lasciano abbastanza spazio per tagliare e adattare un lucernario tra le travi.
  • I tetti a capriate , chiamati per le unità triangolari prefabbricate di cui sono fatti, sono meno ideali. I tralicci non sono progettati per essere tagliati dopo l’installazione; così facendo si può compromettere l’integrità strutturale del tetto.

Anche se il tuo installatore è disposto ad aggiungere un lucernario a un tetto a capriate, potresti essere costretto ad andare con lucernari più piccoli non più larghi di due piedi per adattarsi allo spazio limitato disponibile tra le travi che compongono ciascuna capriata. Questo potrebbe non essere abbastanza largo per le tue esigenze, dato che la dimensione consigliata per un lucernario è compresa tra il 5 e il 10 percento della metratura della stanza che sta illuminando.

Un tetto incorniciato da stecche non è una luce verde automatica per il progetto, però; la pendenza del tetto potrebbe ancora rappresentare una sfida. Le forme del tetto a due falde, a padiglione e a capanna sono ideali perché hanno tutte una pendenza che devierà l’acqua piovana e i detriti verso il basso dal lucernario. In caso contrario, l’acqua piovana raccolta, lasciata a riposo per un po ‘di tempo, potrebbe macchiare i vetri. I tetti piani sono una scelta sbagliata per i lucernari proprio per questo motivo.

2. Il vetro non è l’unica opzione per la smaltatura.

I lucernari sono costituiti da un telaio in legno, vinile o metallo che contiene un elemento che trasmette la luce chiamato vetri. Avrai la tua scelta di vetri per lucernari in plastica o in vetro.

I vetri in vetro, che sono due volte più pesanti e dal 25% a cinque volte più costosi della plastica, sono la soluzione migliore. È l’opzione più chiara e più resistente ai graffi e agli urti, inoltre resiste allo scolorimento, blocca più raggi UV ed è disponibile in dimensioni e forme personalizzate. A differenza della plastica, le vetrate in vetro offrono anche due opzioni di isolamento:

  • un rivestimento a bassa emissività (low-E), che è uno strato invisibile di ossido di metallo sulla lastra di vetro interna
  • uno strato intermedio di gas argon tra i due vetri per aiutare a trattenere il calore interno in inverno, allontanare il calore esterno in estate e bloccare quasi tutti i raggi UV

Se scegli i vetri in vetro, assicurati di selezionare il vetro temperato o laminato per evitare che si rompa in pezzi taglienti all’impatto. La vetratura più durevole è a doppio vetro, costituita da due lastre di vetro temperato o stratificato o da una lastra esterna di vetro temperato su una lastra interna di vetro stratificato.

La vetratura in plastica , venduta in una varietà di policarbonato più resistente o acrilica più debole, è più economica, la metà della luce e ha meno probabilità di rompersi rispetto al vetro. Ma si graffia e si scolorisce più facilmente, blocca poca o nessuna luce UV e di solito viene venduto solo in dimensioni e forme standard come piatto, piramidale, ad arco o a cupola.

3. Pellicole o rivestimenti protettivi per vetri regolano i livelli di luce e temperatura e aggiungono privacy.

L’aggiunta di una finestra in alto può significare molta luce e meno privacy. Detto questo, puoi ridurre la luminosità, l’abbagliamento e il calore in una stanza, persino riguadagnare la privacy, colorando i vetri con pellicole colorate o installando un’ombra sotto il pannello interno del vetro di un lucernario. La colorazione delle finestre crea un ambiente interno più morbido e luminoso e può inoltre aiutare un lucernario a bloccare la luce UV se ha vetri in plastica o vetro non a bassa emissività. Ma riduce sostanzialmente la percentuale di luce visibile trasmessa dal tuo lucernario e poiché la pellicola per finestre su un lucernario non è pratica da rimuovere a causa della sua altezza, se rimovibile del tutto, ti impegnerai a un livello inferiore di illuminazione naturale durante l’anno della stanza -il giro.

Le tonalità del lucernario, disponibili in varietà telecomandate motorizzate o varietà azionate manualmente che possono essere aperte o chiuse con una corda, aiutano il tuo lucernario a trasmettere la massima quantità di luce visibile quando è aperto o scuro e raffredda la stanza quando è parzialmente o completamente chiuso.

4. Alcuni lucernari lasciano entrare aria e luce.

I lucernari sono disponibili in varietà fisse che rimangono sempre chiuse e varietà ventilate che puoi aprire o chiudere a tua discrezione. Poiché i lucernari fissi trasmettono solo la luce e sono progettati per mantenere il calore e tenere fuori l’umidità, sono generalmente più efficienti dal punto di vista energetico e meno soggetti a perdite . Ma non favoriscono la circolazione dell’aria, il che li rende un’opzione migliore per le stanze che sono già ben ventilate. I lucernari ventilati, che includono varietà ad azionamento manuale che è possibile aprire o chiudere con una manovella o opzioni motorizzate che è possibile controllare con un telecomando, aumentano il rischio di perdite e perdita di calore o accumulo. Ma lasciano entrare aria fresca e luce naturale, il che li rende particolarmente utili in stanze soffocanti come le soffitte.

5. La posizione è importante.

Quando esplori una posizione del lucernario, stabilisciti nella stanza specifica che desideri illuminare. Idealmente dovrebbe essere uno direttamente sotto il tetto, ad esempio una mansarda con finiture scure o una camera degli ospiti. Il tuo installatore si concentrerà quindi su una sezione del tetto sopra quella stanza che soddisfa i requisiti di pendenza minima nelle specifiche del produttore per il tuo lucernario. (In genere, si desidera installare un lucernario a una pendenza compresa tra 5 e 15 gradi superiore alla propria latitudine.)

La direzione del lucernario è altrettanto importante. I lucernari rivolti a nord sono ideali, poiché forniscono un’illuminazione continua tutto l’anno. Evita di posizionare lucernari dove la tua vista sarebbe bloccata dalle pareti di un edificio vicino più alto o da altri ostacoli. Grandi alberi in prossimità di un lucernario possono essere desiderabili solo per i proprietari di case in climi caldi che hanno bisogno di più ombra.

6. Lasciare l’installazione del lucernario ai professionisti.

La disponibilità di lucernari con scossalina inclusa (strisce metalliche utilizzate per impermeabilizzare il lucernario) consente ai fai-da-te con esperienza di carpenteria e coperture di affrontare un’installazione di lucernari per un costo inferiore compreso tra $ 150 e $ 500. Ma per il fai-da-te medio, la complessità dell’installazione e il rischio di cadere o causare una perdita dal tetto fanno sì che l’installazione professionale valga il costo più elevato da $ 650 a $ 3.500. L’installazione di un lucernario comporta la rimozione delle tegole del tetto, il taglio di un foro nel tetto, la modifica dell’inquadratura per adattarla al lucernario, l’installazione della scossalina e del lucernario e il rattoppare parti del tetto e del soffitto sopra e sotto il lucernario.

L’installazione di un lucernario in un tetto esistente richiede il rifacimento di alcune sezioni del tetto, quindi non iniziare questo progetto fino a quando non sarà necessario sostituire il tetto. Inoltre, aspetta una giornata limpida per iniziare questo progetto: non vuoi che la pioggia ti faccia scivolare sul tetto o che penetri attraverso l’apertura del tetto e nella tua casa.

7. Mantenere il lucernario pulito e sgombro con una manutenzione regolare.

Usa questi suggerimenti per mantenere il tuo lucernario scintillante tutto l’anno:

  • Ispezionare i soffitti e i pavimenti nelle stanze con lucernari ogni due settimane per individuare eventuali perdite. Punti umidi sul soffitto o sul tappeto, specialmente dopo forti piogge o nevicate, possono indicare una perdita nel lucernario che può lasciare il posto alla muffa se non riparata.
  • Spolverare i lucernari mensilmente utilizzando una scopa telescopica.
  • Lucernari puliti in profondità ogni anno. Usa una spugna imbevuta di acqua saponosa per strofinare delicatamente il pannello interno del lucernario e usa una idropulitrice telescopica per eliminare lo sporco e la sporcizia dal pannello esterno.
  • Fai ispezionare annualmente i lucernari da un professionista per individuare eventuali crepe e altri difetti che possono portare a danni strutturali più estesi su tutta la linea. Se non ti senti a tuo agio a pulire i lucernari da solo, fai pulire i lucernari in modo professionale nello stesso momento in cui li fai ispezionare.
  • Se si sostituisce il tetto e si installa un nuovo lucernario allo stesso tempo, chiedere al proprio roofer di avere uno scudo antigelo e acqua installato con il sottotetto del tetto per anticipare le dighe di ghiaccio. Avere un lucernario rende il tuo tetto più incline a formare dighe di ghiaccio (neve sciolta che si è ricongelata) attorno ai bordi esterni del lucernario, che possono impedire il deflusso o lo scioglimento dell’acqua piovana e creare una perdita se filtrano attraverso le tegole del tetto.
  • Rimuovere la neve caduta dal tetto con una pala o un rastrello prima che si congeli per evitare la formazione di dighe di ghiaccio. Se la neve si scioglie e si ghiaccia, dovrai usare un mazzuolo per romperla in piccoli pezzi che cadranno dal tetto. Oppure metti dei calzini pieni di cloruro di calcio sul ghiaccio per scioglierlo. Puoi anche chiamare un roofer per eliminare le dighe di ghiaccio sul tetto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Risolto! Come evitare che le porte sbattano

5 motivi per non acquistare finestre sostitutive (… e invece optare per inserti per finestre)