in

Come cablare una presa da 120/240 Volt per una gamma elettrica

I fornelli elettrici (stufe) hanno esigenze di cablaggio speciali perché richiedono un circuito e una presa da 120/240 volt. Mentre anche le stufe a gas sono collegate per fornire energia per azionare timer, ventilatori e altri accessori, queste stufe utilizzano semplici circuiti domestici da 120 volt. Una gamma elettrica, d’altra parte, utilizza una corrente di 120 volt per gli stessi scopi, ma utilizza anche una corrente di 240 volt per riscaldare gli elementi riscaldanti del piano cottura e le serpentine del forno. Quindi, richiede una presa e un circuito da 120/240 volt con un filo neutro indipendente che fornisce un percorso di ritorno per la porzione da 120 volt del circuito. Sotto questo aspetto, una gamma elettrica è molto simile a un’asciugatrice elettrica, che utilizza anche una presa da 120/240 volt. Nel caso dell’asciugatrice, il timer e la camera del bicchiere sono alimentati da una corrente di 120 volt, ma l’unità di riscaldamento dell’asciugatrice è alimentata da una corrente di 240 volt.

Intervalli indipendenti e drop-in

Solitamente è necessaria una presa di corrente solo per le gamme verticali indipendenti. I piani cottura da incasso o i forni a parete sono generalmente cablati, con il cablaggio del circuito collegato direttamente al pannello di connessione dell’apparecchio, senza il vantaggio di un cavo di collegamento e di una presa. Le seguenti istruzioni, poi, sono normalmente utilizzate solo per i gruppi cucina / forno a libera installazione.

Circuiti per cucine elettriche

Prima di cablare la presa finale a cui collegherai la gamma, ci sono alcuni preliminari. In primo luogo, un circuito da 240 volt del valore di amperaggio corretto dovrà essere eseguito dal pannello dell’interruttore del circuito principale alla posizione in cui si desidera la presa. Mentre alcuni fai-da-te hanno le competenze necessarie per far funzionare nuovi circuiti elettrici dal pannello dell’interruttore, per la maggior parte delle persone questo è un lavoro per un elettricista professionista. Tale lavoro può essere molto pericoloso se non sai cosa stai facendo. Implica l’ installazione di un nuovo interruttore automatico da 240 volt e il passaggio del cavo elettrico attraverso le pareti fino al punto in cui si troverà la presa della gamma.

Il circuito elettrico che alimenta una gamma elettrica deve essere di amperaggio sufficiente per fornire la potenza necessaria alla gamma. La richiesta di potenza delle gamme varia a seconda della potenza dell’apparecchio, ma nella maggior parte dei casi è richiesto un circuito da 50 A a 240 V, cablato con un filo di calibro 6. Portate più piccole possono richiedere un circuito da 40 A, cablato con un cavo di calibro 8. In ogni caso, il circuito è cablato con un cavo a 3 fili, inclusi fili bianco, nero e rosso, più un filo di terra in rame nudo.

Regole NEC

Il NEC ha regole diverse per diversi tipi di intervalli. Gli intervalli di collegamento sono generalmente cablati ei conduttori del circuito devono essere dimensionati in modo da corrispondere esattamente al wattaggio indicato sulla targhetta dell’apparecchio. Ma i circuiti per le gamme indipendenti plug-in possono effettivamente essere inferiori al valore di targa. Se la potenza nominale è di 12.000 watt o inferiore, il circuito può essere progettato per gestire solo 8.000 watt. Ciò significa che per questo forno da 12.000 watt, potresti fornire alla tua nuova presa un cavo AWG n. 8 e un interruttore da 40 A, anziché un cavo n. 6 e un interruttore da 50 A.

Il NEC concede questa tolleranza perché il valore di targa si basa sul fatto che il forno e i bruciatori sono tutti su ALTO contemporaneamente, cosa che non accade molto spesso. Ma se hai mai organizzato una cena importante, sai che sparare tutto in una volta, e per lunghi periodi, a volte succede. Pertanto, è una buona pratica comune cablare un circuito di portata con un interruttore da 50 A e un cavo di calibro 6.

Cablaggio del cavo di alimentazione sulla gamma

Un altro preliminare è il collegamento del cavo di alimentazione dell’apparecchio alla gamma. La maggior parte delle gamme non viene fornita con il cavo di alimentazione collegato; questo è un componente che dovrai acquistare separatamente e connetterti. A differenza dell’installazione del circuito stesso, collegare il cavo di alimentazione è un lavoro relativamente facile, quindi la maggior parte dei fai-da-te può farlo da sola. Sebbene le dimensioni del circuito possano variare, ciò che non può variare è il cavo di alimentazione e il tipo di presa: dal 1996, il National Electrical Code (NEC) ha richiesto circuiti a 4 conduttori per cucine elettriche, forni e piani cottura. Ciò significa che la presa ha quattro slot per accettare una spina del cavo a 4 poli . È una violazione del codice installare un nuovo ricettacolo realizzato per i cavi a 3 poli vecchio stile.

Questo preliminare comporta la rimozione del pannello di accesso posteriore sulla gamma, il passaggio del cavo di alimentazione nel pannello, quindi il collegamento dei fili ai terminali a vite corrispondenti.

Spine a 3 poli contro 4 poli

Le gamme e le asciugatrici hanno una storia simile. Prima del 1996 (in realtà era più vicino al 2000 quando le nuove regole furono largamente adottate), le cucine elettriche e gli essiccatoi erano cablati con tre conduttori: due “hots” e uno neutro. Il corpo dell’apparecchio, o custodia, era collegato a terra tramite il neutro in modo che il cavo dell’asciugatrice e la presa non avessero una messa a terra separata. Dopo la modifica del codice, gli elettrodomestici hanno iniziato a essere venduti con la massa del case separata dal neutro. Questa configurazione richiede un cavo di alimentazione a 4 conduttori con un filo di terra separato che si collega alla vite di terra sull’apparecchio. Il vecchio sistema ha funzionato bene, ma il nuovo è più sicuro.

La regola dei 4 conduttori si applica solo quando si installa un nuovo recipiente, come nelle nuove costruzioni o durante importanti ristrutturazioni di cucine. Il NEC consente ancora l’uso di prese a 3 slot esistenti che funzionano con i cavi a 3 poli vecchio stile. Se stai semplicemente sostituendo un intervallo e hai già una presa a 3 slot, puoi installare una spina a 3 poli. Tuttavia, è necessario configurare il cablaggio dell’intervallo in modo che la massa della custodia sia collegata al terminale neutro. Molte gamme sono vendute con una striscia di metallo o un filo proprio per questo scopo. Consultare il manuale del proprietario o il produttore della gamma per le istruzioni.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Spelafili
  • Cacciaviti

Materiali

  • Scatola elettrica in metallo da 4 x 4 pollici (vecchia scatola di lavoro o nuova, secondo necessità)
  • Presa a 4 slot da 120/240 volt

Istruzioni

Queste istruzioni presumono che il cavo di alimentazione della gamma sia già collegato e che il cablaggio del circuito e il nuovo interruttore automatico da 240 volt siano già stati installati. Assicurarsi che il cablaggio del circuito sia interrotto sulla scatola dell’interruttore prima di collegare la presa. Quando installato da un professionista, l’interruttore del circuito viene spesso lasciato scollegato fino a quando il cablaggio della presa non è stato completato.

  1. Posizionare la presaLa posizione del recipiente di solito è determinata dall’apparecchio. Le prese per le gamme indipendenti sono tipicamente accessibili attraverso un’apertura nella parte posteriore della gamma. Quando è il momento di collegare la gamma, estrai e rimuovi completamente il cassetto sotto il forno, quindi allunghi la cavità dalla parte anteriore per arrivare alla presa. Pertanto, è meglio montare la presa in base alle specifiche del produttore della gamma. In genere si trova sulla parete posteriore dietro la gamma, diversi pollici sopra il pavimento e un po ‘fuori centro nello spazio dell’armadio per la gamma. Per alcune gamme, è preferibile il montaggio a pavimento della presa. 
  2. Installare la scatola elettricaUna volta che il cavo corretto è stato fatto passare dalla scatola dell’interruttore alla posizione della presa, è possibile installare una scatola della presa da 4 x 4 pollici , a incasso nel muro o, se lo spazio lo consente, a parete. Le installazioni a incasso utilizzano scatole “vecchie” progettate per applicazioni di retrofit, mentre le installazioni a superficie possono utilizzare scatole metalliche a montaggio superficiale con angoli arrotondati. 
  3. Spelare e collegare il cavoSpelare la guaina esterna del cavo e quindi inserire il cavo nella scatola attraverso una delle aperture ciechi. Fissare il cavo alla scatola con un pressacavo appropriato al tipo di scatola che si sta utilizzando.Spelare circa 3/4 di pollice di isolamento da ogni singolo conduttore isolato nel cavo. 
  4. Collega i filiInserire il filo nudo di messa a terra in rame dal cavo nel terminale a vite di messa a terra sulla presa (di solito nella parte superiore della presa) e serrare saldamente la vite di fissaggio.Inserire il filo neutro bianco nel terminale a vite neutro (solitamente nella parte inferiore della presa) e serrare la vite di fissaggio.Inserire i due fili caldi (nero e rosso) nei restanti terminali a vite e serrare le viti di fissaggio. 
  5. Completa il progettoInfila i cavi nella scatola e monta la piastra frontale della presa sulla scatola a muro, fissandola con le viti di montaggio.Collegare l’interruttore di circuito, accenderlo, quindi collegare la gamma e testare il funzionamento.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come tagliare materiale di superficie solida con semplici strumenti per la lavorazione del legno

È necessaria una sega alternativa per rimodellare la casa?