in

Come coltivare l’aglio – La guida definitiva all’aglio in crescita

Coltivare l’aglio sembra difficile, ma non lo è! In effetti, indipendentemente dal tipo scelto, le piante richiedono pochissime cure. In questo post imparerai tutto su come coltivare l’aglio, dalla semina, concimazione, irrigazione, luce solare e potatura fino alla raccolta.

L’aglio è usato in quasi tutte le ricette a cui puoi pensare. È uno di quei condimenti che rende tutto più gustoso.

Ma sai cosa c’è di meglio che lanciare alcuni chiodi di garofano acquistati in negozio in un antipasto? Imparare a coltivare l’aglio nel tuo giardino! Non c’è niente di meglio che usarlo direttamente dal giardino.

La buona notizia è che, quando si tratta di coltivare ortaggi , l’aglio è in realtà piuttosto facile. Di seguito, imparerai tutto quello che c’è da sapere sulla cura delle piante di aglio e esattamente come coltivarlo nel tuo giardino!

  • Diversi tipi di aglio
    • Hardneck
    • Softneck
  • Come crescere
    • Dove crescere
    • Come piantare
    • Irrigazione
    • Luce del sole
    • Suolo
    • Fertilizzante
    • Controllo dei parassiti
    • Potatura
  • Come raccogliere
  • Domande frequenti
    • Quanto tempo ci vuole per crescere?
    • Puoi piantare l’aglio dal negozio di alimentari?
    • Puoi piantare chiodi di garofano che sono germogliati?
    • Quando dovresti nutrire l’aglio?

Diversi tipi di aglio

Per avere successo, è importante scegliere il giusto tipo di aglio da coltivare nel tuo clima. Esistono due tipi principali di aglio: hardneck e softneck. Ecco i dettagli su ciascuno di essi.

Aglio Hardneck

Se vivi in ​​un clima freddo come me, assicurati di comprare l’aglio duro . Le varietà Hardneck hanno un gambo centrale duro e legnoso (chiamato scape) che cresce dal centro del bulbo.

Gli Hardneck producono meno chiodi di garofano rispetto alle varietà softneck, ma di solito sono più grandi. Potare gli scapi dall’aglio dal collo duro è utile e può aumentare la dimensione degli spicchi del 25-30%.

Se lasciati sulla pianta, gli scapi fioriranno alla fine in grappoli di fiori rosa o bianco-verdastri. I chiodi di garofano aerei, noti come bulbilli, si svilupperanno dopo che i fiori svaniscono.

Softneck Aglio

D’altra parte, l’aglio softneck è più adatto per la coltivazione nei climi più caldi. A meno che la pianta non sia stressata, le varietà a collo morbido raramente coltivano un gambo di fiori. Quindi, normalmente non richiedono alcuna potatura.

Le varietà Softneck producono molti più chiodi di garofano che hardneck; tuttavia, di solito sono molto più piccoli. Una curiosità: l’aglio che vedi nel negozio di alimentari è solitamente softneck.

Come coltivare l’aglio

Se sei pronto per iniziare a coltivare l’aglio, sarai felice di sapere che in realtà non è così difficile come si potrebbe pensare.

Anche se ci sono alcune differenze tra i due tipi principali, i loro requisiti di base sono gli stessi. Quindi, puoi seguire queste istruzioni per la cura dell’aglio per entrambi!

Dove coltivare l’aglio

Il posto migliore per coltivare l’aglio è un luogo che ottiene il pieno sole e ha un terreno a drenaggio rapido. Troppa umidità può far ammalare o marcire i bulbi, quindi evita le aree del tuo giardino dove l’acqua si accumula.

Anche la rotazione delle colture è importante, perché le piante della famiglia Allium assorbono molte sostanze nutritive dal terreno. Quindi, è meglio scegliere un punto che non è stato utilizzato di recente per altre piante della famiglia delle cipolle.

Coltivare l’aglio nello stesso posto più e più volte può anche causare malattie alle tue colture. Invece, prova a ruotare le piantagioni ogni 3-4 anni. Quindi, una volta coltivato in un punto, piantalo in 2-3 punti diversi prima di tornare alla posizione originale.

Come piantare l’aglio

Se sei nuovo nella coltivazione dell’aglio, potresti essere sorpreso di apprendere che non pianti l’intero bulbo in una volta. Lo spezzi in singoli chiodi di garofano e poi li pianti!

Puoi imparare esattamente come piantare l’aglio qui , ma di seguito sono riportati alcuni suggerimenti rapidi …

  • Preparare il terreno – Rimuovere eventuali pietre dai primi sei pollici di terreno. Lavora compost, getti di vermi o letame nel letto, insieme a un po ‘di fertilizzante granulare . Scopri di più sulla preparazione del terreno per piantare le verdure .
  • Separare i chiodi di garofano – Separare con attenzione ciascuno dei singoli chiodi di garofano dal bulbo.
  • Pianta i chiodi di garofano – Metti la radice del chiodo di garofano verso il basso (lato appuntito verso l’alto) a circa 4-6 pollici nel terreno. Quindi coprilo con 1-2 pollici di terreno. Distanzia ogni spicchio aggiunto a sei pollici di distanza.
  • Pacciamare il letto – Se vivi al nord, copri il letto con uno spesso strato di pacciame per proteggere i chiodi di garofano durante l’inverno. Salta questo passaggio se vivi in ​​una zona di crescita calda.

Cura delle piante d’aglio e suggerimenti per la crescita

Come ho già detto, è davvero facile coltivare l’aglio e le piante richiedono cure minime. Ma ovviamente, per produrre il miglior raccolto, dovrai fare un po ‘di manutenzione. Quindi, di seguito troverai tutti i dettagli cruenti sulla cura delle piante di aglio …

Requisiti per l’irrigazione dell’aglio

L’errore di gran lunga più grande che le persone fanno durante la coltivazione dell’aglio è l’eccessiva idratazione. Troppa acqua danneggia la pianta e fa marcire il bulbo.

È meglio lasciare asciugare un po ‘il terreno tra un’annaffiatura e l’altra, ma non lasciarlo mai asciugare completamente. Controlla il livello di umidità infilando un dito di almeno un pollice nel terreno. Se è bagnato, non innaffiarlo. Un misuratore di umidità del suolo è uno strumento eccellente per aiutarti a farlo bene ogni volta.

Se non ha piovuto, annaffia profondamente ogni 7-10 giorni. Smetti di annaffiare una volta che le foglie iniziano a diventare marroni e muoiono. Ciò significa che i bulbi si sono formati ed è quasi ora di raccoglierli.

Requisiti del sole all’aglio

Le piante di aglio richiedono il pieno sole per produrre un raccolto sano. Quindi assicurati di dare loro almeno sei ore di luce solare diretta al giorno.

Miglior terreno per l’aglio

Il terreno giusto è molto importante per la coltivazione dell’aglio. Funziona meglio in un terreno sciolto e ben drenante che è stato modificato con ingredienti organici e ricchi di azoto.

Questo perché l’aglio è un alimento pesante. Quindi assicurati di aggiungere getti di vermi , compost o un fertilizzante equilibrato per tutti gli usi al terreno prima di piantare.

Inoltre, idealmente il pH del terreno dovrebbe essere compreso tra 6,5 ​​e 7. Una sonda pH è un modo semplice e veloce per testare l’acidità del terreno.

L’aglio si comporta meglio anche nei letti dove non ha alcuna concorrenza con erbe infestanti o altre piante. È una buona idea aggiungere uno strato di pacciame in cima al terreno per aiutare a tenere sotto controllo le erbacce.

Aglio fertilizzante

Un’altra parte importante della cura delle piante di aglio di successo è il fertilizzante. Come ho già detto, l’aglio è un alimento pesante. Quindi, per ottenere il massimo dai tuoi sforzi, è importante nutrire le piante regolarmente durante la loro stagione di crescita attiva.

Quando le foglie iniziano a crescere in primavera, inizia a nutrire le piante usando un fertilizzante liquido organico. Amano l’ emulsione di pesce o il tè di compost (che puoi ottenere in un concentrato o acquistare bustine di tè di compost per prepararlo).

Smetti di concimare l’aglio a metà estate quando le foglie iniziano a diventare marroni e muoiono.

Controllo dei parassiti all’aglio

È molto raro che le piante di aglio abbiano problemi di parassiti. In effetti, il loro odore pungente può effettivamente funzionare per scoraggiare molti potenziali parassiti dal giardino.

Ma a volte gli afidi possono diventare un problema. Se trovi insetti sulle tue piante di aglio, lava le foglie con un sapone insetticida biologico . Oppure prova a crearne uno tuo mescolando un cucchiaino di sapone liquido delicato con un litro d’acqua.

Applicare gli spray al mattino presto o alla sera quando il sole non è così intenso per evitare di danneggiare la pianta. Inoltre, prova sempre tutti i prodotti per il controllo dei parassiti che prevedi di utilizzare su una foglia prima di spruzzare l’intera pianta.

Potatura dell’aglio

Una delle cose belle della coltivazione dell’aglio sono i paesaggi che ottieni dalle varietà hardneck. Prima che i bulbi siano pronti per essere strappati dal terreno, troverai gli steli che crescono in curve e vortici sopra le foglie della pianta.

Per produrre bulbi più grandi, pota i graffi dalla pianta prima che i fiori si aprano. Assicurati di usare un paio di potatori puliti e affilati in modo da non danneggiare lo stelo.

Non devi scartare i paesaggi. Sono commestibili e hanno un sapore simile all’aglio stesso, quindi è come ottenere un raccolto bonus! Puoi usarli nelle ricette, saltarli o aggiungerli a insalate e sformati. Yum!

Come raccogliere l’aglio

Saprai che l’aglio è pronto per essere raccolto una volta che la maggior parte delle foglie sarà diventata marrone. Quando metà o più delle foglie sono morte, è il momento di scavare i bulbi.

Questo di solito accade in luglio o agosto, a seconda di quando li hai piantati. Segui i passaggi seguenti per raccogliere il tuo aglio …

  • Scava i bulbi a diversi centimetri dalla base della pianta in modo da non tagliarli o ammaccarli accidentalmente.
  • Stendi le piante ad asciugare per 2-3 settimane in una zona ombreggiata. Mi piace mettere il mio in garage in modo che non si bagni.
  • Quando le radici si sentono fragili e secche, rimuovile con lo sporco sciolto. Assicurati di lasciare intatte le bucce cartacee.
  • Non bagnare i bulbi o romperli prima di riporli.
  • Lega i gambi in mazzi, intrecciali o tagliali a pochi centimetri sopra il bulbo.
  • Conserva i bulbi d’aglio su schermi o mensole a doghe in un luogo fresco, asciutto e arioso.
  • Non dimenticare di metterne da parte per il reimpianto.

Domande frequenti sulla coltivazione dell’aglio

Di seguito risponderò ad alcune delle domande più frequenti sulla cura delle piante di aglio. Se hai ancora domande dopo aver letto questo post e le FAQ, chiedile nei commenti qui sotto.

Quanto tempo ci vuole per far crescere l’aglio?

Alcune varietà possono variare, ma generalmente l’aglio impiega 7-9 mesi per maturare dopo la semina.

Puoi piantare gli spicchi d’aglio dal negozio di alimentari?

Certamente potresti sperimentare con la coltivazione dell’aglio da drogheria. Tuttavia, tieni presente che di solito è morbido, quindi non crescerà nei climi freddi. Inoltre, poiché non è stato concepito per essere utilizzato per la coltivazione, i chiodi di garofano potrebbero non funzionare come l’aglio da seme.

Puoi piantare l’aglio che è germogliato?

Sì. Finché non è diventato debole e dall’aspetto sottile, puoi piantare spicchi d’aglio germogliati.

Quando dovresti nutrire l’aglio?

È meglio modificare il terreno al momento della semina e quindi iniziare a nutrire regolarmente l’aglio una volta che inizia a crescere in primavera. Vedere la sezione sopra intitolata “Fertilizzazione dell’aglio” per i dettagli.

L’aglio è una delle piante più versatili che puoi coltivare nel tuo orto vegetariano. Ci vuole un po ‘di lavoro, ma alla fine ne vale la pena! Inoltre, ora che sai esattamente come coltivare l’aglio, potresti non doverlo più comprare al negozio. Goditi il ​​tuo aglio fresco del giardino!

Posso coltivare l’aglio da uno spicchio?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come coltivare i gigli di canna: guida completa alla cura

Come coltivare le zinnie: la guida definitiva