in

Come coltivare le ortensie: guida completa alla cura

Coltivare ortensie è facile e possono prosperare praticamente in qualsiasi clima. In questo post imparerai tutto ciò che devi sapere sulla cura delle piante di ortensie, così potrai goderti la loro bellezza per molti anni a venire.

Le persone che non hanno familiarità con il giardinaggio potrebbero credere che la coltivazione di ortensie sia impegnativa. Dopotutto, i fiori sono così spettacolari che sembrano difficili da mantenere.

Al contrario, queste bellezze richiedono pochissima manutenzione. Con la cura adeguata, continueranno a stupirci con le loro fioriture spettacolari anno dopo anno.

Questi adorabili arbusti sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, quindi puoi avere fiori costanti per tutta l’estate. In questa guida imparerai le migliori pratiche per prenderti cura di loro, indipendentemente dal tipo che scegli di crescere.

Sommario

Informazioni sulle ortensie

Per chiunque sia interessato alla coltivazione di ortensie, ci sono molti tipi e cultivar disponibili. La loro popolarità ha portato gli allevatori di piante a cercare versioni sempre più belle. L’elenco seguente spiegherà le categorie e le caratteristiche generali di ciascun tipo.

Classificazioni

  • Liscio : molte persone conoscono questo tipo come cespuglio di palle di neve. Ogni anno producono grandi fiori rotondi e fanno eccezionalmente bene nei climi freddi.
  • Pannocchia : sono una scelta eccellente anche per i climi freddi. Riempiono un ampio spazio, raggiungendo altezze fino a 15 piedi di altezza. Sono anche a bassa manutenzione e facili da curare.
  • Quercia : questo tipo a foglia larga può diventare abbastanza grande ed è il più tollerante al caldo estivo. Hanno anche bellissimi colori autunnali, oltre alle fioriture di fine estate.
  • Bigleaf : come il tipo più comune di ortensia, queste varietà sono disponibili in molti colori, forme e dimensioni brillanti.

Diversi tipi di ortensie

Quando si tratta di coltivare ortensie, hai una vasta selezione di diversi tipi tra cui scegliere! Esistono 75 specie diverse e 600 cultivar da tutto il mondo.

Le differenze sono molte, dalla dimensione e forma dell’arbusto, alla forma e al colore dei fiori. Anche la robustezza e il tempo di fioritura variano a seconda della varietà.

Non c’è dubbio che siano divertenti da collezionare. Naturalmente, non posso assolutamente elencarli tutti qui, quindi di seguito ti darò alcuni dei miei preferiti.

  • Annabelle (Hydrangea aborescens ‘Annabelle’) è classificata come un tipo liscio che produce enormi fiori bianchi di 8-12 pollici di diametro. Cresce meglio nelle zone 3-9.
  • Limelight (Hydrangea paniculata ‘Limelight’) è un tipo di pannocchia con bellissime fioriture chartreuse su arbusti che possono raggiungere un’altezza di 10 piedi. Funziona anche meglio nelle zone 3-9.
  • Gatsby Pink (Hydrangea quercifolia ‘Gatsby Pink’) è un altro tipo di pannocchia originario degli Stati Uniti ed è più adatto per le zone più calde di 6-9.
  • Blue Deckle (Hydrangea serrata ‘Blue Deckle’) ha un fogliame autunnale quasi altrettanto bello delle sue delicate fioriture di lacecap blu chiaro. Questa è una buona scelta se vivi nelle zone 5-8.
  • Endless Summer (Hydrangea macrophylla ‘Endless Summer’) è un tipo bigleaf che rimane relativamente piccolo, raggiungendo solo 3-5 piedi di altezza e diametro. Le sue fioriture brillanti vanno dal blu al rosa, a seconda dell’acidità del suolo, ed è ottimo per le zone 4-9.

Robustezza

Le ortensie sono arbusti perenni legnosi che, se adeguatamente curati, vivranno e fioriranno per innumerevoli stagioni.

La robustezza dipende dalla varietà, ma in genere le loro zone vanno da 3-9. Alcuni sono più resistenti di altri, quindi è sempre meglio cercare il tipo specifico che vuoi coltivare per assicurarti che prospererà nel tuo clima.

Fiori

Le ortensie hanno tempi di fioritura diversi, nonché varie forme e colori di fiori, a seconda della specie.

Le varietà classiche hanno i fiori grandi e arrotondati che tutti adoriamo. Mentre le cultivar più recenti possono avere fioriture a forma di cono o lacetop.

I colori vanno dal bianco al rosa chiaro, rosa scuro, viola o blu. Alcuni cambieranno persino colore durante l’estate man mano che invecchiano.

Dove coltivare le ortensie

Le basi della cura delle piante di ortensie sono le stesse sia che tu le coltivi nel terreno o in vaso. La maggior parte delle persone li pianta nel paesaggio o nel giardino, ma alcuni tipi andranno altrettanto bene nei contenitori. Di seguito sono riportati i dettagli in modo che tu possa decidere dove vuoi piantarli.

Ortensie In Crescita Nel Giardino

Il posto migliore per coltivare ortensie nel tuo giardino è un luogo in ombra parziale con terreno ricco e ben drenante. Evita le aree in cui l’acqua si pozza o il terreno è costantemente bagnato.

Quando scegli un punto, assicurati di conoscere le dimensioni complete dell’arbusto maturo, in modo da potergli dare molto spazio. Inoltre, poiché possono vivere per molti anni, scegli un punto in cui il tuo arbusto possa rimanere a lungo termine.

Piantare Ortensie In Contenitori

Sì, puoi coltivare ortensie in contenitori, purché tu scelga il tipo giusto. Se vuoi provare a piantarli in una pentola, scegli una varietà nana, come “Mini-Penny” o “Little Lime”.

Seleziona un contenitore grande con fori sul fondo per consentire un drenaggio adeguato e usa un impasto per vasi di buona qualità .

Come coltivare le ortensie

Prima di entrare nelle istruzioni specifiche per la cura delle piante di ortensie, parliamo prima di piantarle. Fare questo nel modo giusto è il primo passo per il successo.

Quando piantare le ortensie

Il momento migliore per piantare le ortensie è mentre sono dormienti (quando non ci sono foglie sul cespuglio), nel tardo autunno fino all’inizio della primavera.

È possibile trapiantarli fuori dalla dormienza, ma è essenziale capire che hanno un elevato bisogno di acqua. L’irrigazione costante è la chiave per il successo del trapianto, specialmente nelle prime due o tre stagioni.

Suggerimenti per piantare ortensie

Per piantare un arbusto di ortensie, prima scava un’ampia buca nel tuo paesaggio. Dovrebbe essere almeno 2 piedi più largo delle radici delle piante. Non è necessario che il foro sia più profondo della zolla.

Allenta delicatamente le radici, posiziona l’ortensia nella buca alla stessa profondità in cui si trovava nel vaso e riempila di nuovo con la terra.

Innaffialo accuratamente e poi pacciamare l’area che circonda la base della pianta per aiutare a mantenere il terreno umido.

Istruzioni per la cura e la coltivazione dell’ortensia

Per la maggior parte, la cura delle piante di ortensie è facile. Tuttavia, hanno alcuni requisiti abbastanza specifici che devono essere soddisfatti per prosperare. Segui queste dettagliate istruzioni di coltivazione per ottenere i migliori risultati …

Luce del sole

Queste piante non possono tollerare il pieno sole o l’ombra completa. L’ortensia prospera su una parete nord o est o in qualsiasi luogo con sole parziale.

Nei climi più freddi e più settentrionali, possono sopportare un po ‘più di sole. Nei climi più caldi, hanno bisogno di più ombra.
Quando ricevono troppa ombra, tendono ad avere fioriture più piccole e meno.

Le indicazioni che stanno ricevendo troppo sole includono fogliame appassito e opaco, ei loro fiori tendono a diventare marroni molto rapidamente.

Condizioni del suolo

Le ortensie amano il terreno ben drenato ad alto contenuto di materia organica. Evita quelli che non trattengono l’umidità e sono forse troppo chiari o sabbiosi.

Non piantare in un’area in cui l’acqua stagnante è frequente. Il terreno saturo fa sì che sviluppino marciume radicale e diventino più suscettibili alle malattie fungine.

Modificare terreni argillosi, sabbiosi o di scarsa qualità con compost o getti di vermi per migliorare la ritenzione di umidità e il drenaggio.

Alcune cultivar sono sensibili al pH del suolo. In effetti, puoi manipolare il colore di alcuni tipi modificando i livelli di acidità. Non sei sicuro di quale sia il tuo livello di pH, usa una sonda del suolo per scoprirlo rapidamente.

I fiori su varietà come “Endless Summer” o “Invincibelle Spirit II” diventeranno blu nei terreni altamente acidi, rosa in quelli alcalini e viola con livelli leggermente acidi.

Irrigazione

L’irrigazione corretta è una delle parti più importanti della cura delle piante di ortensie di successo. Hanno bisogno di acqua costante, più di molti altri cespugli. Ciò è particolarmente importante durante le prime stagioni di crescita.

Se non ricevono abbastanza acqua, mostreranno angoscia con foglie appassite. Assicurati che il tuo arbusto riceva almeno un pollice d’acqua ogni settimana.

Durante i periodi di estremo caldo estivo o di siccità, potrebbe essere necessario annaffiarli quotidianamente. Assicurati di annaffiare bene i tuoi arbusti per assicurarti che le radici ne abbiano abbastanza.

Se hai difficoltà con un’irrigazione adeguata, ti consiglio di procurarti un misuratore di umidità economico per renderlo super facile.

Fertilizzante

Una volta stabilite, di solito non è necessario concimare regolarmente le ortensie. Tuttavia, in terreni di scarsa qualità, è una buona idea nutrirli mensilmente per le migliori fioriture e salute.

Scegli un fertilizzante ad alto contenuto di fosforo (uno con un numero medio più grande) per favorire la fioritura. Puoi aggiungere granuli alla buca al momento della semina, quindi rivestire il terreno mensilmente durante l’estate.

Anche il fertilizzante idrosolubile è una buona scelta, se preferisci. Nutrili con un fertilizzante liquido ogni volta che annaffi. Anche l’emulsione di pesce e il tè di compost biologico funzionano alla grande.

Se il tuo terreno è alcalino, puoi provare a cambiare il colore dei fiori sulle varietà sensibili ai livelli di pH. In tal caso, utilizzare mensilmente un fertilizzante acido granulare o uno idrosolubile ogni volta che si innaffia.

Controllo delle malattie

L’oidio può colpire tutte le varietà, ma i tipi Bigleaf sono particolarmente sensibili a questa malattia fungina.

Influirà solo sull’aspetto estetico della pianta, non sulla sua salute generale, quindi i fungicidi chimici non sono necessari. Invece, prevenilo rimuovendo foglie e detriti esauriti alla fine della stagione di crescita.

La putrefazione delle radici è la conseguenza di un terreno scarsamente drenato. Seleziona un sito con un buon drenaggio ed evita di annaffiare eccessivamente per prevenire la putrefazione delle radici.

Controllo dei parassiti

Le piante sane tendono ad essere meno suscettibili alle infestazioni di parassiti. Gli afidi amano la nuova crescita delle ortensie, ma sono relativamente facili da prevenire e controllare.

Se noti un problema di afide emergente, puoi spruzzare il tuo arbusto con un sapone insetticida organico o usare olio di neem . Tratta la pianta regolarmente fino a quando tutte le prove degli insetti non saranno scomparse.

Potatura delle ortensie

La potatura dell’ortensia può migliorare con successo la forma e aumentare la dimensione della fioritura. Ma prima di iniziare, devi prima sapere se il tuo arbusto fiorisce su una nuova o vecchia crescita. Questo determinerà il periodo dell’anno da potare.

In generale, gli arbusti che fioriscono su legno vecchio fioriranno in primavera e svaniranno a volte in piena estate. Pota queste varietà dopo che sono fiorite.

Al contrario, se fioriscono su una nuova crescita, tendono a iniziare a fiorire nella tarda estate fino all’autunno. Questi dovrebbero essere potati nel tardo autunno una volta che l’arbusto è entrato in letargo, o all’inizio della primavera prima che esca dalla dormienza.

Suggerimenti per la propagazione delle piante di ortensie

Le ortensie possono essere propagate per talea durante la primavera e l’estate. Taglia 4-5 ″ steli da arbusti maturi e in crescita attiva.

Rimuovere le poche serie di foglie inferiori dallo stelo, quindi immergere la talea nell’ormone radicante. Mettili in un terreno umido e mantieni le talee calde finché non formano nuove radici.

Risoluzione dei problemi comuni dell’ortensia

La parte più difficile della cura delle piante di ortensie è quando il tuo arbusto inizia ad avere problemi e non hai idea di cosa non va.

Quindi, in questa sezione, parlerò di alcune delle cose più comuni che potrebbero accadere e ti fornirò suggerimenti rapidi su come risolverle.

  • Foglie marroni – Potrebbe essere causato dalla mancanza di acqua, scottature solari o ustioni da fertilizzanti dovute a un uso eccessivo di prodotti chimici. Se è una scottatura solare, sposta l’arbusto in un’area più ombreggiata una volta che diventa dormiente. Lavare il terreno delle piante fertilizzate con acqua e passare all’uso di prodotti biologici.
  • L’arbusto appassisce – Questo di solito significa irrigazione impropria, ma potrebbe essere causato da insetti. Controlla il terreno per assicurarti che non sia asciutto o inzuppato. Quindi ispeziona le foglie per le infestazioni di insetti.
  • Fiori verdi – È normale che i fiori di ortensia diventino verdi man mano che invecchiano su molte varietà. E, se stai coltivando quello chiamato “Limelight”, allora è allevato per avere fiori verdi.
  • Fiori marroni – Quando i fiori diventano marroni, significa che sta prendendo troppo sole o non abbastanza acqua. Assicurati di annaffiare profondamente l’arbusto durante il clima caldo e secco. Riposizionalo durante la dormienza se sta prendendo troppo sole.
  • Cadute – Questo è difficile da diagnosticare perché può essere causato da fertilizzazione eccessiva, irrigazione impropria, troppa ombra, troppo sole, il tipo sbagliato di terreno, forte vento o pioggia … ecc. Monitora la pianta, assicurati di seguire le corrette istruzioni per la cura delle piante di ortensie sopra riportate e dovresti essere in grado di correggere il problema.

Domande frequenti sulla cura delle piante di ortensie

In questa sezione risponderò ad alcune delle domande più frequenti sulla cura delle piante di ortensie. Se non riesci a trovare la tua risposta qui, chiedila nei commenti qui sotto e ti risponderò al più presto.

Le ortensie sono facili da curare?

Sì, con le giuste condizioni di crescita, le ortensie sono molto facili da curare. Sono arbusti resistenti e di manutenzione abbastanza bassa che prospereranno per molti anni con cure minime.

Quanto crescono le ortensie?

Dipende dalla varietà. Le dimensioni possono variare fino a pochi piedi di altezza con varietà nane, fino a 15 piedi per quelle più grandi. Controlla sempre l’etichetta della pianta in modo da sapere esattamente quanto crescerà l’ortensia scelta.

Le ortensie possono tollerare il pieno sole?

Alcune ortensie possono tollerare una posizione in pieno sole nei climi più freddi. Tuttavia, è meglio piantarli in un punto in cui ottengono un’ombra parziale per i migliori risultati.

Quanto tempo ci vuole perché un’ortensia raggiunga le dimensioni reali?

Sebbene siano arbusti a crescita rapida, possono essere necessari 2-4 anni affinché le ortensie raggiungano le loro dimensioni complete. Alcuni sono più veloci a maturare di altri.

Coltivare ortensie è semplice e possono prosperare praticamente in qualsiasi clima. La parte migliore è che, con così tanti tipi, puoi avere una grande varietà di quelle grandi e vistose fioriture per tutta l’estate. E, con la cura adeguata, le tue ortensie prospereranno per molti anni a venire.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come sbarazzarsi di vermi di cavolo in modo organico

Come coltivare le zinnie: la guida definitiva