in

Come pulire la vernice piatta

In molte case, in particolare nelle case di avviamento di nuova costruzione, le pareti delle camere da letto e delle zone giorno sono dipinte con vernice al lattice piatta o opaca. Una vernice piatta viene utilizzata perché rotola o spruzza facilmente e aiuta a mascherare le imperfezioni superficiali perché non riflette la luce. Se non riesci a vedere alcuna luce che rimbalza sulla finitura del tuo muro dipinto, hai una vernice piatta.

Sfortunatamente, la vernice piatta è molto più veloce a mostrare graffi, sbavature e impronte digitali rispetto ad altri tipi di finiture di vernice. Non regge bene l’umidità ed è per questo che viene utilizzato raramente in cucine e bagni. Un lavaggio eccessivo e sostanze chimiche aggressive possono lasciare la vernice scolorita, irregolare e persino rimuoverla dal muro a secco. Fortunatamente, la maggior parte delle porte interne e delle finiture sono verniciate con una finitura semilucida che resiste bene all’umidità, alla pulizia e a tutti tranne che alle sostanze chimiche più aggressive.

Anche se sono verticali, le pareti possono ancora accumulare polvere, macchie di fumo e macchie da escrementi di insetti, nonché graffi e terra da mani, piedi e mobili.

Proprio come puliamo regolarmente i nostri pavimenti, anche le pareti piatte dipinte richiedono attenzione. Con pochi prodotti e strumenti di base, puoi aiutare le tue pareti a sembrare più pulite e luminose.

Quanto spesso pulire le pareti piatte dipinte

Come parte delle faccende regolarmente programmate, le pareti piatte dipinte dovrebbero essere spolverate e le ragnatele rimosse almeno mensilmente – due volte al mese è ancora meglio. Le macchie e lo sporco intorno alle maniglie delle porte e agli interruttori della luce devono essere puliti il prima possibile. Poiché la vernice piatta non regge bene alla pulizia profonda con soluzioni umide, dovrebbe essere eseguita solo una o due volte all’anno e prima di ridipingere la stanza.

Prima di iniziare

Mentre ogni vernice piatta può essere tranquillamente spolverata, è una buona idea testare le soluzioni di pulizia in un’area poco appariscente prima di affrontare un grande spazio. Ci sono anche alcuni altri suggerimenti da tenere a mente:

  • Quando pulisci le pareti con qualsiasi prodotto, inizia sempre dalla parte superiore del muro e scendi verso il basso. Questo ti aiuterà a catturare le gocce ed eliminare la necessità di ripulire le aree.
  • È una buona idea proteggere i pavimenti con un telo di plastica quando si utilizza qualsiasi tipo di soluzione detergente a umido.
  • Proteggi le prese elettriche coprendole con del nastro adesivo o interrompi l’alimentazione della stanza che stai pulendo.

Di cosa avrai bisogno

Attrezzature / Strumenti

  • Sgabello a gradini o scala
  • Secchi
  • Spugna
  • Panni in microfibra
  • Vuoto o spolverino
  • Flacone spray
  • Pennello piccolo
  • Teloni di plastica

Materiali

  • Detersivo per piatti
  • Aceto bianco distillato
  • Acqua calda
  • Gomma melamminica
  • Bicarbonato
  • Vernice di ritocco corrispondente
  • Nastro da pittore

Disposizioni

Come pulire le pareti di vernice piatta

  1. Rimuovi l’arte murale e sposta i mobili

    Per rendere la pulizia più facile ed efficace, rimuovi tutti gli oggetti appesi alle pareti e allontana i mobili dalle pareti in modo da avere spazio per spostare liberamente uno sgabello a gradini.


  2. Sbarazzati della polvere

    A volte solo sbarazzarsi della polvere farà un’enorme differenza nell’aspetto della vernice piatta. Partendo dalla parte superiore del muro, utilizzare un aspirapolvere con una spazzola per spolverare o tappezzeria su una bacchetta estensibile o uno spolverino in microfibra per rimuovere polvere e ragnatele. Lavora lentamente lungo il muro in piccole sezioni. Se si utilizza uno spolverino usa e getta, passare a uno spolverino pulito quando diventa molto sporco. Utilizzare sempre uno sgabello o una scala a gradini robusto quando si raggiungono punti alti.


  3. Inizia con l’acqua di base

    Riempi un secchio con acqua tiepida. Immergere in una spugna morbida o un panno in microfibra e strizzare fino a quando non gocciola. Lavorando in piccole sezioni, fatti strada nella stanza dall’alto verso il basso. Se non sei soddisfatto dei risultati e ci sono ancora macchie, passa a metodi di pulizia progressivamente più forti.


  4. Crea una soluzione detergente

    In un secchio, aggiungere un cucchiaino di detersivo per piatti e mezza tazza di aceto bianco distillato per litro di acqua tiepida. Riempi un secondo secchio con acqua pulita.


  5. Pulisci i muri

    Immergere una spugna o un panno in microfibra nella soluzione detergente e strizzare fino a quando non gocciola. Inizia dalla parte superiore del muro e lavorando in una piccola sezione, spostati verso il basso lungo il muro. Risciacquare frequentemente la spugna. Prestare particolare attenzione alle aree più sporche.

    Usa una seconda spugna o un panno, immergilo nell’acqua pulita e strizzalo fino a quando non è quasi asciutto. Risciacquare via qualsiasi residuo di sapone mentre ci si sposta lungo il muro.


  6. Affrontare le aree problematiche

    Se graffi e macchie non si staccano facilmente, immergi una spugna inumidita in un po ‘di bicarbonato di sodio e strofina leggermente l’area. La delicata azione abrasiva del bicarbonato di sodio può rimuovere il problema.

    Come ultima risorsa, inumidire una spugna melamminica con acqua e, con un tocco delicato, strofinare l’area macchiata. Controlla frequentemente la spugna perché potresti vedere il colore della vernice trasferito alla spugna. Strofinare troppo forte può lasciare un punto lucido sul muro o rimuovere completamente la vernice.


  7. Usa la vernice di ritocco per coprire le macchie

    In alcuni casi, è più facile coprire segni di graffi e macchie con vernice fresca piuttosto che pulirli. Se la pulizia ha lasciato macchie lucide o rimosso la vernice, utilizzare un po ‘di vernice avanzata per ritoccare le pareti. Prova a sfumare i bordi in modo che la nuova vernice si fonda con la vecchia vernice piatta. Pastelli e schizzi oleosi sono quasi impossibili da rimuovere dalla vernice piatta. Puliscili via come meglio puoi, quindi ridipingi l’area.

Come rimuovere il pastello dalle pareti dipinte

I bambini amano disegnare e colorare, e a volte il loro talento artistico si fa strada verso il muro. Per togliere quei segni a pastello dal muro, non disperare, poiché ci sono alcune opzioni per rimuoverlo e rendere di nuovo incontaminato il tuo muro.

  • Asciugacapelli: Riscaldare i segni con un asciugacapelli, quindi pulire con un panno in microfibra o un tovagliolo di carta che ha un po ‘di sapone per i piatti.
  • Gomma per la pulizia: Utilizzare una gomma per la pulizia, strofinando leggermente in modo da non strofinare la vernice. Prova prima un punto poco appariscente.
  • WD-40: Spruzzare un po ‘di WD-40 su un panno o un tovagliolo di carta e pulire i segni a pastello. Dopo aver rimosso il pastello, lavare il residuo oleoso dal muro.
  • Maionese: Strofinare un po ‘di maionese sui segni del pastello e lasciare riposare per alcuni minuti, quindi asciugare con un panno umido.
  • Dentifricio: Questo rimedio funzionerà solo usando dentifricio non gel. Metti il dentifricio sui segni e strofina con uno straccio o uno spazzolino, quindi usa un panno umido per pulire il muro.

Suggerimenti per mantenere pulite le pareti piatte dipinte più a lungo

  • Tieni le mani e le dita lontane dalle pareti in quanto sono i maggiori colpevoli di segni e macchie.
  • Avere una gomma detergente o uno straccio umido e una soluzione detergente a portata di mano per pulire eventuali graffi o segni che vedi il prima possibile.
  • Insegna ai bambini a non usare i muri per disegnare la loro arte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come sbarazzarsi di odori di muffa e muffa

L’ultima lista di controllo per la pulizia prima di avere un’azienda finita