in

Come scegliere la caldaia più adatta per la propria casa 

Acquistare una caldaia nuova o sostituire quella vecchia con un modello più performante, è il modo migliore per avere una casa perfettamente riscaldata a costi più bassi.

I nuovi dispositivi hanno infatti un rendimento maggiore rispetto agli apparecchi più obsoleti e assicurano un decisivo risparmio anche sulla spesa per il riscaldamento. Tuttavia, per assicurarsi di scegliere la caldaia giusta ci sono alcuni importanti elementi da considerare prima di procedere all’acquisto.

Come scegliere la caldaia: gli elementi da considerare

Chi ha bisogno di una nuova caldaia e ha già cominciato a guardarsi attorno, lo sa: il settore dei riscaldamenti domestici dispone di un’enorme varietà di caldaie.

Le differenze sono diverse e in genere riguardano i modelli, le case produttrici, i parametri tecnici e il sistema di riscaldamento adottato: una serie di dettagli che, a meno che non si posseggano conoscenze tecniche professionali, rendono il confronto fra i vari apparecchi estremamente complicato.

Per questo motivo è fondamentale affidarsi ad esperti del settore che sappiano consigliare l’utente ed indirizzarlo verso il prodotto più adatto alle proprie necessità. In questo scenario si inserisce il portale specializzato Desivero.com, dov’è possibile trovare le migliori caldaie attualmente disponibili sul mercato a prezzi convenienti.

Naturalmente, come spesso accade in questi casi, non esiste un dispositivo giusto che possa andare bene per tutti, ma qualora si voglia optare per un modello innovativo, in grado di riscaldare la casa con un elevato rendimento, la scelta non può che ricadere su una caldaia a condensazione.

Questi dispositivi, oggi considerati tra i migliori sul mercato, sfruttano infatti un particolare sistema di recupero dei fumi, che permette di ridurre le spese per il riscaldamento, assicurando, oltre a un importo in bolletta più basso, un rendimento termico superiore al 90%.

Nel dettaglio, questi apparecchi, tramite una tecnologia di riscaldamento estremamente innovativa, invece di prevedere l’emissione di fumi di scarto verso l’esterno, li recuperano attraverso un processo che si chiama appunto condensazione, che trasforma il vapore acqueo dei gas in condensa, che viene eliminata dal dispositivo.

Il calore prodotto da questa reazione viene invece adoperato per riscaldare l’acqua che verrà utilizzata scaldare gli ambienti e fornire acqua calda sanitaria.

Caldaia: i parametri tecnici che facilitano l’acquisto

Oltre al sistema di riscaldamento, la scelta della caldaia deve necessariamente tenere conto di alcune particolari caratteristiche tecniche.

La più importante è la potenza termica, un valore che, al variare del dispositivo, può oscillare tra i 26 e i 35 kW. Valutare questo parametro in modo corretto può aiutare a scegliere la migliore caldaia per la propria casa, assicurando agli ambienti un riscaldamento estremamente ottimale. Per farlo, si deve tenere conto di diverse caratteristiche relative all’abitazione, tra le quali:

  • L’ampiezza dell’area da riscaldare;
  • L’esposizionedell’appartamento;
  • La qualità dell’isolamento esterno.

Per quanto riguarda invece la produzione di acqua calda, tra le tipologie più performanti si annoverano senza dubbio quelle a condensazione ad accumulo, dispositivi che permettono di aumentare la portata dell’acqua ad alte temperature, rendendola disponibile a un numero più ampio di persone.

È dunque ideale per appartamenti di medie o grandi dimensioni o in cui si prevedano, in alcuni momenti della giornata, dei picchi nella richiesta di acqua calda, caratteristiche che in fase di acquisto non devono essere trascurate, anche alla luce delle eventuali esigenze future.

Posizionamento ed efficienza energetica

Anche in tema di posizionamento, la scelta della caldaia migliore impone un’opportuna riflessione, dal momento che oggi è possibile acquistare sia caldaie da condensazione da esterno sia caldaie a condensazione da interno.

La differenza più importante risiede nel fatto che queste ultime hanno dimensioni più ridotte per tenere conto delle diverse disponibilità di spazio degli ambienti domestici, mentre le prime, proprio poiché destinate all’esterno, hanno un formato decisamente più grande.

Inoltre, grazie alle loro dimensioni e alla capienza dell’area di posa, permettono di installare un sistema di accumulo dell’acqua calda sanitaria di capienza maggiore, un elemento da non sottovalutare, soprattutto in fase di acquisto.

Ma un ultimo aspetto da prendere in considerazione, prima di scegliere una caldaia per la propria casa, è anche quello relativo alla classe di efficienza energetica dichiarata sulla scheda tecnica.

Questo valore, che oscilla su una scala che va dalla A alla G al variare dell’assorbimento previsto, dà infatti un’indicazione immediata sui consumi medi dell’apparecchio, da cui possono conseguire importanti vantaggi sui costi di esercizio e sul conseguente risparmio in bolletta.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

5 idee per illuminare con il led

Acqua del rubinetto, non solo per cucinare e lavare!