in

Comprare casa senza stress: 3 consigli pratici

Locali di una casa

 

L’acquisto di un appartamento o di una casa è un impegno di notevole importanza da diversi punti di vista, non ultimo quello economico. Per andare incontro a questo grande passo, spesso può essere utile ricorrere a un finanziamento a medio-lungo termine, più specificamente a un mutuo per la casa.

Comprare casa può essere impegnativo non solo economicamente, ma anche stressante da un punto di vista emotivo e psicologico; ecco quindi qualche consiglio pratico per ridurre al massimo lo stress che una scelta del genere può comportare.

In particolare parleremo della scelta della zona, della pianificazione dell’acquisto e infine forniremo alcune informazioni sul mutuo a tasso fisso, una delle più comuni opzioni di finanziamento per quanto riguarda l’acquisto di un immobile a uso abitativo.  

1. La scelta della zona

La prima decisione da prendere riguarda la zona in cui abitare; sulla scelta influiscono molte variabili fra cui preferenze personali e oggettive necessità. Si possono per esempio prediligere zone isolate di campagna e distanti dal centro cittadino, ma si deve valutare se una scelta del genere può penalizzarci sotto alcuni aspetti: abbiamo figli in età scolare? Il luogo di lavoro è distante oppure è facilmente raggiungibile? Quanto tempo occorre per giungere a destinazione? Quanto distano i servizi essenziali?

Insomma, è necessario soppesare attentamente i pro e i contro di una determinata scelta e scegliere di conseguenza, magari scendendo a compromessi accettabili.

2. Pianificazione dell’acquisto

Una volta scelta la zona, è importante prendersi il giusto tempo per pianificare l’acquisto per non ritrovarsi di fronte a sorprese. Questo significa in primis stabilire un budget entro il quale rientrare e che deve essere un giusto compromesso tra desideri e disponibilità finanziarie.

Si ricorda che quando si stabilisce il budget è necessario valutare la cifra necessaria per l’acquisto e anche quella relativa a eventuali opere successive. Decisa la cifra, si può iniziare la ricerca della casa, magari rivolgendosi a una valida agenzia immobiliare che potrà aiutarci a vagliare le diverse proposte che rientrano nei criteri di scelta.

3. Il mutuo casa: il tasso fisso

La spesa da affrontare per l’acquisto di una casa è sempre piuttosto rilevante e è necessario ricorrere a un mutuo. Un’opzione possibile è il mutuo a tasso fisso, un finanziamento a medio-lungo termine (si va di norma dai 5 ai 30 anni) che si caratterizza per il fatto che il tasso di interesse non subirà mai variazioni, a prescindere dalla durata del mutuo e dalle oscillazioni del costo del denaro sul mercato. Le rate saranno quindi sempre uguali.

Questa opzione permette di conoscere da subito con esattezza l’esborso totale perché fin dall’inizio sarà noto l’importo della quota interessi (ciò non sarebbe possibile nel caso di un mutuo a tasso variabile); esso consente quindi una sicura pianificazione delle spese e ciò può contribuire molto a ridurre lo stress legato al notevole impegno finanziario.

Si deve notare che il mutuo a tasso fisso protegge il debitore dai rialzi dei tassi; d’altra parte, non si può beneficiare dei ribassi.

Concludendo, scegliere con attenzione la zona, pianificare il budget da investire, affidarsi a una valida agenzia immobiliare e pianificare la spesa mensile con un mutuo a tasso fisso può senz’altro contribuire a ridurre lo stress legato a un impegno sicuramente di grande importanza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
tavola apparecchiata

Come preparare al meglio la tavola: consigli e suggerimenti

Divani Chesterfield VAMA: Un’icona di Stile e Qualità