in

Ingresso facile da pulire: sostituzione del tappeto con piastrelle

Non sai mai perché un precedente proprietario di casa ha preso le decisioni di decorazione che hanno fatto, ma a volte devi solo grattarti la testa e chiederti perché nel mondo hanno scelto un particolare colore di vernice, carta da parati o rivestimento per pavimenti.

I nostri corridoi d’ingresso illustrano perfettamente questo punto. Per qualche inspiegabile ragione, sia l’ingresso anteriore che quello laterale di casa nostra erano tappezzati, e il tappeto era sempre un disastro.

Abbiamo sperimentato una varietà di zerbini, sia all’interno che all’esterno delle porte. E nel corso degli anni, abbiamo goduto di un discreto numero di look attraenti e stravaganti, incluso il mio preferito, un tappetino in cocco che diceva: “Vai via!”

Ma anche i migliori zerbini non riescono a tenere il passo con gli effetti combinati di acqua piovana, neve, ghiaccio, sporco, erba e sabbia.

L’ultima goccia è arrivata quando una parte del tappeto si è strappata. Abbiamo deciso che era giunto il momento di rimuovere il tappeto e trovare un’alternativa più facile da pulire. Il primo passo è stato rimuovere il tappeto e determinare le condizioni del pavimento. Sorprendentemente, la lastra di cemento sotto la moquette era in ottime condizioni, liscia e piana, quindi abbiamo rivolto la nostra attenzione ai rivestimenti per pavimenti.

Abbiamo considerato le opzioni di pavimenti in legno e laminato, ma abbiamo deciso di volere qualcosa che resistesse meglio a umidità e sporco. Poi abbiamo esaminato sia le piastrelle viniliche autoadesive che i fogli di vinile. Entrambi sarebbero stati facili da installare, economici e abbastanza durevoli.

Ma anche se per il vinile è disponibile un’ampia varietà di design e colori alla moda, eravamo preoccupati per la durata a lungo termine di queste opzioni, quindi abbiamo deciso di optare per una superficie più dura.

Successivamente, abbiamo esaminato le piastrelle in pietra naturale, che sono estremamente resistenti e resistono bene al traffico pedonale. Anche la pietra naturale, che offriva accattivanti variazioni di colore e un bell’aspetto, era piuttosto costosa. Inoltre, poiché avevamo a che fare con una piccola area, la pietra naturale sembrava sopraffare lo spazio. Alla fine abbiamo deciso di non farlo.

Per un prezzo inferiore, siamo stati in grado di ottenere un aspetto naturale simile con le piastrelle di ceramica. La piastrella in ceramica vanta una durata superiore e un aspetto sofisticato. Allo stesso tempo, la manutenzione è un gioco da ragazzi. Una rapida spazzata rimuove lo sporco e la polvere dalla superficie, mentre un occasionale mop umido eliminerà il fango tracciato.

Abbiamo scelto piastrelle di ceramica con un design in finto marmo in una tonalità grigiastra neutra per simulare l’aspetto della pietra naturale.

L’installazione è stata abbastanza semplice, poiché stavamo installando la piastrella di ceramica su un pavimento di cemento. Abbiamo pulito a fondo il cemento e poi steso uno strato di composto livellante. Una volta asciugato, abbiamo misurato per trovare il centro del pavimento e abbiamo spezzato le linee di gesso.

Successivamente abbiamo eseguito un layout approssimativo sulle piastrelle e spostato leggermente la linea centrale per ridurre al minimo il taglio lungo i bordi. Abbiamo rifatto le linee di gesso e iniziato a posizionare la piastrella (lavorando dal centro verso l’esterno). Tra le piastrelle, abbiamo posizionato piccoli distanziatori di plastica per assicurarci che le linee fossero dritte e le piastrelle fossero posizionate in modo uniforme.

Una volta che la piastrella si è presa e polimerizzata, l’abbiamo accentuata con uno stucco grigio perla. Come ulteriore indulgenza, abbiamo selezionato una vera “sella” di marmo per separare l’ingresso dalla stanza adiacente, dando una finitura finale alla moda al progetto.

Ora abbiamo un pavimento molto più attraente, durevole e di facile manutenzione nel nostro ingresso e non dobbiamo più acquistare azioni in un’azienda di zerbini.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Piastrella in argilla refrattaria: un’azienda inventiva a filo con le idee verdi

I pavimenti in legno diventano grigi