in

Mutuo prima casa under 36: tutte le cose da sapere

Con il Decreto Sostegni Bis sono state introdotte delle importanti novità per i giovani interessati all’acquisto della prima abitazione. È stata infatti confermata l’estensione del Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa all’80% della quota capitale: misura riservata a coloro che non hanno ancora compiuto 36 anni di età.

Si tratta di una bella notizia per chi stava aspettando il momento giusto per compiere un investimento nel mattone ed acquistare la prima casa. La misura, inizialmente prevista per le richieste presentate entro il 30 giugno 2022, è stata prorogata dalla Legge di Bilancio al 31 dicembre 2022. C’è dunque ancora tempo per approfittarne, ma vediamo nel dettaglio quali sono le cose da sapere.

Mutuo prima casa under 36: le altre agevolazioni previste

Oltre all’estensione della copertura del Fondo di Garanzia all’80%, il Governo ha previsto anche altre importanti agevolazioni per i giovani under 36 che intendono acquistare casa ed accendere un mutuo entro il 31 dicembre 2022. In particolare, è possibile beneficiare di una completa defiscalizzazione, ossia evitare il pagamento delle principali imposte. Per i giovani di età inferiore ai 36 anni che rispettano anche gli altri requisiti (ossia un ISEE inferiore ai 40.000 euro) sono previste infatti:

  • L’esenzione dall’imposta di registro, dalle imposte ipotecaria e catastale nonché dal credito d’imposta pari all’ammontare dell’Iva corrisposta per quanto riguarda l’atto di compravendita;
  • L’esenzione dall’imposta sostitutiva dello 0,25% dell’ammontare complessivo del mutuo.

Mutuo prima casa: per gli under 36 è decisamente conveniente

Dalle premesse che abbiamo appena fatto, appare chiaro che per i giovani di età inferiore ai 36 anni che abbiano un ISEE non superiore a 40.000 euro è decisamente conveniente accendere un mutuo nel 2022 per l’acquisto della prima casa. Si pagano infatti meno tasse e si può contare su un Fondo di Garanzia allargato.

In aumento le richieste di mutuo prima casa nel 2022

Ecco perché sono sempre di più coloro che in questi ultimi mesi si sono affidati a siti come MutuiOnline.it per confrontare le offerte di mutuo prima casa per giovani. Si tratta di un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, anche perché è alquanto probabile che con il 2023 non sarà più possibile approfittare di tutte queste agevolazioni.

Non stupisce affatto dunque che i dati relativi al mese di gennaio 2022 indichino un consistente aumento delle richieste di mutuo prima casa da parte dei giovani in quest’ultimo periodo. Le misure di sostegno previste dal Governo stanno incentivando parecchio gli under 36, che sono consapevoli di doverne approfittare prima che sia troppo tardi.

Se diamo un’occhiata nel dettaglio alle rilevazioni annuali possiamo facilmente constatare come il trend sia in costante crescita: nel 2022 l’88,2% del totale delle richieste mutui ha avuto come finalità proprio l’acquisto della prima casa e si tratta di una fetta decisamente importante, soprattutto se confrontiamo questo dato con quello di alcuni anni fa. Nel 2019, solo il 58,8% del totale delle richieste di mutui aveva come finalità l’acquisto della prima casa, proprio perché i giovani non potevano approfittare delle agevolazioni che sono state lanciate successivamente e che oggi hanno raggiunto il culmine della convenienza (Fonte: Osservatorio MutuiOnline.it).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come arredare al meglio la propria casa

Strade più sicure grazie all’illuminazione led