in

Pavimenti in legno 101

Una panoramica dei tipi di pavimenti in legno e una parola sulle finiture.

Il legno rimane il materiale per pavimenti più utilizzato. La sua sensazione e l’aspetto caldi, l’accessibilità economica e l’enorme varietà probabilmente spiegano la sua popolarità. Ma piastrelle di ceramica, moquette, pavimenti in fogli e altre opzioni hanno ciascuno usi importanti.

Le tradizionali “assi del pavimento” sono proprio quello che suggerisce il loro nome, assi che sono state inchiodate al pavimento incorniciato della struttura. Ma oggi ci sono una moltitudine di tipi di assi del pavimento sul mercato.

L’opzione più comune è chiamata pavimentazione a strisce. È costituito da legno massello con linguette e scanalature sui lati opposti di ogni pezzo.

Il primo corso di pavimentazione a strisce è “inchiodato a faccia”, il che significa che i chiodi sono guidati attraverso la parte superiore o la faccia di ogni tavola. Questi chiodi vengono successivamente nascosti sotto il battiscopa. Ogni percorso successivo è “inchiodato alla cieca”, una tecnica in cui i chiodi vengono fatti passare attraverso le linguette di ciascuna tavola in modo che la scanalatura del percorso successivo nasconda le teste dei chiodi alla vista.

La pavimentazione della plancia è più ampia, in genere 4, 5 o 6 pollici. Quercia, acero, ciliegio, pino ponderosa, mogano filippino e numerose altre specie vengono macinate in pavimenti in assi. I pavimenti vintage o riciclati hanno la stessa forma complessiva, ma hanno un aspetto molto diverso perché sono realizzati con pannelli riciclati, tipicamente travi o tetti di recupero. È caratterizzato da variazioni di colore, macchie e altri segni del tempo che gli conferiscono un carattere antico. La pavimentazione ingegnerizzata è ancora un’altra opzione. Fatto di un sottile strato di legno duro incollato a un substrato di compensato, il pavimento ingegnerizzato è molto stabile.

Qual è il migliore? Pavimenti riciclati e pavimenti in assi larghi possono adattarsi meglio a un pavimento esistente in una casa antica. D’altra parte, è meno stabile e ha maggiori probabilità di ridursi e dividere durante la stagione di riscaldamento. La maggior parte delle abitazioni costruite nel XX secolo hanno pavimenti a listelli, che sono altamente resistenti, una scelta molto pratica e forse la più economica. Il pavimento ingegnerizzato è molto stabile e, se acquistato prefinito in fabbrica, solitamente con un sigillante acrilico, consente di risparmiare tempo e disordine durante le fasi finali della costruzione. Tuttavia, questo si aggiunge anche al prezzo. Il tuo costruttore può dirti quanto. Inoltre, la finitura di fabbrica può essere graffiata o danneggiata durante l’installazione o nelle altre fasi del completamento del processo di ristrutturazione.

Per una serie di motivi, tra cui la tradizione, il pavimento in legno massello rimane la scelta più comune. Tuttavia, la qualità della finitura del tuo nuovo pavimento dipende da molti fattori, tra cui l’abilità della levigatrice, la varietà e il grado della finitura utilizzata, il numero di mani applicate e la cura con cui è finito.

C’è un dibattito in corso sul fatto che le finiture a base di acqua o olio siano migliori. Un vecchio professionista che conosco che si è appena ritirato dall’attività è convinto che le finiture a base di olio siano ancora più resistenti (anche se sottolinea che le finiture a base d’acqua stanno rapidamente recuperando terreno). Tuttavia ammette anche di aver quasi sempre consigliato i polys a base acquosa perché la base oleosa emetteva fumi più nocivi; da un punto di vista ecologico, l’acqua è più amichevole, poiché non richiede solventi chimici. La base a olio richiede anche più tempo per asciugarsi, il che significa che lui, come imprenditore di pavimenti, ha dovuto rivisitare ogni cantiere più volte quando utilizzava finiture a base di olio e veniva pagato una settimana o più dopo rispetto a quando applicava poligoni a base d’acqua ad asciugatura più rapida . Un buon modo per fare una scelta è finire alcuni pannelli di scarto con i poligoni consigliati dal tuo imprenditore di pavimenti,

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Procedura: costruire scale

Moquette