in

Piscine gonfiabili: cosa sapere prima di acquistarle

 

Una piscina in giardino è il sogno di molti italiani, specie durante le calde giornate estive, quando la calura e l’afa non danno tregua. I modelli disponibili sono molteplici, soprattutto quando si parla di piscine gonfiabili. In passato questo tipo di piscina era considerata poco più di un gioco per bambini, quindi le dimensioni disponibili erano decisamente molto ridotte.

Oggi le cose sono cambiate in modo sostanziale, oltre alle piscinette per bambini si possono trovare ampie piscine gonfiabili, con un’altezza dell’acqua che supera il metro, ma anche comode piscine idromassaggio per adulti, adatte a rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro.

Come sono fatte le piscine gonfiabili

Per piscine gonfiabili si intendono precisamente quelle in materiale plastico, con una o più parti della struttura resa rigida dalla presenza di aria al suo interno. Alcune sono decisamente molto piccole, facili da gonfiare e che si riempiono in poche decine di minuti; sono solitamente considerate adatte ai bambini e perfette per essere installate in giornata, per poi essere svuotate, sgonfiate e riposte fino alla successiva occasione di utilizzo. Oggi in commercio si possono però trovare anche piscine gonfiabili più grandi o con diverse possibilità di utilizzo. Alcune piscine gonfiabili presentano una struttura completamente gonfiabile: i bordi e il corpo della piscina sono costruiti da camere d’aria, che si gonfiano progressivamente fino a rendere stabile e resistente l’intera struttura. Altre invece sono in spesso materiale plastico, con un bordo gonfiabile; in questo caso il bordo mantiene rigida la piscina insieme all’aiuto dell’acqua, la cui pressione dall’interno sostiene i lati della vasca.

Scegliere una piscina gonfiabile

Come abbiamo già accennato, esistono diverse tipologie di piscina gonfiabile; la scelta andrebbe fatta quindi considerando l’utilizzo che si vuole fare di questo comodo accessorio da giardino. La tipologia più diffusa è quella per bambini, piccole vasche che si gonfiano e si riempiono rapidamente. Ci sono poi piscine gonfiabili più grandi, rotonde e rettangolari, che possono tranquillamente superare i 2,5 m di diametro, per un divertimento adatto a tutta la famiglia. La terza tipologia è quella che comprende le vasche idromassaggio, delle vere e proprie SPA da giardino, con sistema che produce piacevoli bolle di aria e che mantiene l’acqua a una temperatura molto gradevole.

I pregi

Il principale pregio delle piscine gonfiabili, considerando le tre categorie sopra elencate, è il prezzo: con somme abbastanza ridotte è possibile approntare in giardino una vera e propria piscina, senza bisogno di opere di muratura o di allacciamenti per l’acqua. Sono poi leggere e abbastanza compatte, tanto che alcuni modelli si possono installare anche su terrazze all’aperto, senza temere che il peso totale della piscina piena di acqua possa danneggiare la struttura della casa. Oltre ad essere economiche, alcune sono veramente molto robuste, cosa che ne permette l’uso da parte dei bambini. È comunque sempre consigliabile evitare salti e tuffi, anche per una questione di sicurezza, considerata la profondità minima di alcune di queste vasche.

I difetti

I difetti sono correlati solitamente alle parti gonfiabili, che vanno gestite in modo adeguato. In particolar modo, chi ha animali domestici li dovrebbe tenere lontani dalla vasca gonfiabile in quanto le unghie di un cane o di un gatto potrebbero facilmente forare le camere d’aria. A fine stagione alcune di queste piscine, soprattutto quelle idromassaggio, non necessitano di essere chiuse, in quanto si possono utilizzare anche in autunno. Le piscine per bambini, anche quelle più grandi, andrebbero invece svuotate e richiuse; le si deve poi conservare in modo accurato, ricordando di cospargerle di talco. L’umidità residua infatti potrebbe altrimenti causare la formazione di muffe e lo sfregamento delle pareti in materiale plastico potrebbe causarne una prematura usura. Nulla che non si possa facilmente effettuare in famiglia, con un poco di attenzione; è però bene ricordare che per poter utilizzare una piscina gonfiabile di anno in anno è importante prendersene cura.

La gestione della piscina

Ciò che molte persone che acquistano una piscina gonfiabile non considerano è il fatto che per tenere l’acqua pulita e priva di insetti è bene avere a disposizione appositi prodotti e accessori. Solitamente li si utilizza per le piscine fuori terra autoportanti, perché sono quelle che più spesso si conservano piene per molti mesi di seguito. Se si intende fare lo stesso con una piscina gonfiabile è importante ricordare che sarà necessario avere a disposizione un sistema di filtraggio e un sistema di dispersione del cloro nell’acqua. Queste due cose mantengono l’acqua pulita per l’intera stagione estiva, fermo restando che è sempre bene vigilare, per verificare la presenza di alghe: se si formano è consigliabile rimuoverle al più presto, utilizzando appositi sistemi di pulizia. Le piscine gonfiabili per idromassaggio sono solitamente vendute insieme con il sistema di filtraggio dell’acqua. Per quanto riguarda invece i modelli per bambini, il filtraggio è compreso solo nei modelli di dimensioni maggiori o in quelli autoportanti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

5 abilità Alexa per aiutare le persone con disabilità

X-Sense XS03-WX: rilevatore di fumo Wi-Fi conveniente e affidabile con app