in

Procedura: rimuovere e sostituire una maniglia

Le viti nascoste possono far sembrare questo compito misterioso. Gli strumenti giusti, e questa guida, lo trasformano in una semplice questione.

Pensiamo a una maniglia come onnipresente e banale, ma un’ispezione più attenta a volte può rivelarsi sconcertante, lasciandoti chiederti:  dove sono le viti che la tengono in posizione?  Sono lì, d’accordo, se non completamente visibili, quindi nascosti sotto il collare cosmetico noto come “rosa”. La rimozione e la sostituzione della manopola richiede di raggiungere queste viti senza danneggiare la porta.

Prima di iniziare

Prima di poter affrontare il compito abbastanza facile da fare fai da te, prima capire i tipi di maniglie delle porte sul mercato:

  • La maggior parte delle moderne maniglie delle porte standard sono vendute come set di serrature, complete di tutto l’hardware necessario: pomello, rosetta, perno, fermo (chiamato anche percussore) e piastra di chiusura. Alcune di queste manopole hanno viti a testa esagonale incassata, raggiungibili con una chiave a brugola compatibile.
  • Altri hanno un foro sottile attraverso il quale si inserisce un filo rigido (una graffetta raddrizzata è perfetta) per premere su un perno a molla chiamato fermo; questo rilascia la manopola dall’albero o albero che collega entrambe le manopole attraverso il gruppo fermo.
  • Su ancora altre manopole, il foro di accesso al fermo è in realtà una fessura; utilizzare un sottile cacciavite a testa piatta per raggiungere il dente di arresto con questo tipo.

Determinare in quale categoria rientra la tua manopola esistente determinerà il modo migliore per rimuoverla e sostituirla con uno stile più aggiornato.

Come rimuovere e sostituire una maniglia

PASSO 1

Conosci la tua manopola. Esamina il lato della serratura della maniglia, cercando una piccola fessura o foro; questi sono i fori di accesso del fermo. Non lo vedi? Cerca invece una vite incassata che allenterai con una chiave a brugola della dimensione appropriata.

PASSO 2

Ora, il modo in cui rilasci la manopola dipende da come è fissata.

  • Se trovi una fessura, inserisci il cacciavite a testa piatta e premi il fermo per rilasciare la manopola.
  • Se trovi un piccolo foro, usa una graffetta raddrizzata o un altro filo rigido per farlo scattare.
  • Se si tratta di una vite a testa esagonale incassata, ruotarla in senso antiorario con una chiave a brugola finché la manopola non è libera.

FASE 3

Rimuovi la rosa. In alcuni casi, la rosetta deve essere rimossa separatamente per esporre le viti che fissano la piastra di supporto alla porta. In questo caso, individua la sottile fessura nella cucitura tra la piastra e la porta, inserisci la punta di un cacciavite a testa piatta e fai scattare la rosa.

FASE 4

Quindi, svitare le opere. Utilizzare un cacciavite Phillips per rimuovere le viti che vanno da una piastra di supporto al suo opposto attraverso il foro. Queste viti tengono insieme l’intera manopola e il gruppo fermo. Rimuovere le vecchie manopole, piastre di supporto, fermo e mandrino.

FASE 5

Sostituire la piastra del fermo, il pezzo di metallo attaccato allo stipite della porta attraverso il quale passa il fermo quando la porta è completamente chiusa (chiamata anche piastra di battuta). Anche se sembra a posto, dovrai rimuoverlo e sostituirlo, usando un cacciavite Phillips, per garantire la compatibilità con il nuovo hardware della manopola.

FASE 6

Installa il nuovo fermo, assicurandoti che il lato curvo del riscontro sia rivolto nello stesso modo in cui lo faceva l’originale in modo che la porta si chiuda correttamente.

FASE 7

Posizionare la nuova manopola partendo dall’esterno o dal lato di chiusura della porta. (La rosa potrebbe essere parte del gruppo manopola, o potrebbe essere necessario installarla separatamente, prima della manopola stessa.) Ripetere sulla manopola interna. Posizionare il mandrino e le viti di montaggio attraverso il gruppo fermo dall’esterno e nella base della manopola opposta. Serrare tutte le viti utilizzando un cacciavite con taglio a croce. Far scorrere la manopola sull’estremità del mandrino e ruotarla finché il fermo non scatta in allineamento con la fessura o il foro di accesso. Stringere le viti ad incasso con la chiave a brugola, se necessario.

Bussa, bussa! Chi è là? La tua nuova maniglia della porta, dall’aspetto fantastico e perfettamente funzionante.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Progetti per il fine settimana: 5 modelli per una porta fai-da-te

Quindi, vuoi … Installare una porta a zanzariera