in

Procedura: rimuovere la vernice da finiture e modanature

Usa questa guida pratica, e uno strumento ancora più pratico, per ripristinare le linee pulite delle finiture in legno che sono state colpite da strati di lavori di verniciatura dei decenni passati.

Le pareti incorniciate da battiscopa e modanature a corona emanano un carattere inconfondibile e lucentezza, in particolare nelle case storiche adornate da modanature a corona ornate, librerie incorporate e porte a scomparsa. Decenni di pittura, tuttavia, possono sminuire l’artigianato di questi bellissimi elementi, offuscare le loro linee pulite e oscurare la bellezza naturale del legno.

Sia che tu stia cercando di restaurare boiserie antiche, infissi di finestre o una libreria incorporata un tempo bellissima, la parte più cruciale e, sfortunatamente, anche la più difficile sarà probabilmente togliere la vecchia vernice dalle sezioni del rivestimento decorativo prima. applicare la macchia o una nuova mano di vernice. Non scoraggiarti. Mentre la rimozione di strati di vernice da rifiniture complesse è laboriosa, gli strumenti e le tecniche giusti (e un po ‘di pazienza) possono riportare anche le modanature più elaborate e la lavorazione del legno personalizzata al loro bell’aspetto.

FASE 1: Proteggi te stesso e la stanza e assicurati una ventilazione adeguata.

Per prima cosa, indossa la tua attrezzatura protettiva (vecchi vestiti, occhiali protettivi, una maschera per il respiratore e guanti resistenti ai solventi) e poi inizia a preparare la tua area di lavoro.

Stendi un telo o un telo resistente ai prodotti chimici sul pavimento e su qualsiasi arredamento di grandi dimensioni che non può essere spostato o incorporato che non fa parte del lavoro. Mentre alcuni dei più recenti svernicianti sul mercato sono a basso VOC, il che significa che contengono meno composti organici volatili, molti emettono fumi tossici, quindi una ventilazione adeguata è essenziale. Apri una finestra e utilizza i ventilatori per creare una brezza incrociata e, se il tuo progetto di spogliarello è di dimensioni maggiori, valuta la possibilità di erigere barriere per reindirizzare il traffico pedonale intorno all’area del progetto, specialmente se vivi in ​​casa mentre lavori esso.

Il vantaggio di rimuovere la vernice dalle finiture è che puoi fare un po ‘qua e là, se il tempo lo consente. Non dovrai mettere da parte un intero fine settimana e lavorare dall’alba al tramonto, ma nel frattempo dovresti comunque allontanare i tuoi familiari dalla zona di lavoro.

FASE 2: Spennellare uno sverniciatore sulla modanatura.

Quindi, applica uno sverniciatore sul rivestimento o sulla modanatura con un pennello a setole naturali. (Le setole di plastica possono sciogliersi se immerse nella spogliarellista.)

Il trucco per sciogliere con successo la vecchia vernice è seguire alla lettera le istruzioni del produttore. Non tutte le spogliarelliste lavorano allo stesso modo. Alcuni decapanti aggressivi ammorbidiscono la vernice in appena 30 minuti, mentre altri richiedono ore di attesa e applicazioni ripetute. Alcuni sono liquidi e altri hanno una consistenza gelatinosa. Assicurati, indipendentemente dal tipo di spogliarellista che stai usando, di applicarlo con attenzione su tutte le pieghe e i piccoli angoli trovati nelle rifiniture dettagliate, lavorando con le punte delle setole.

Spazzola solo la quantità di sverniciatore che hai il tempo di grattare dopo che la vernice si è allentata. Se la spogliarellista si asciuga prima di raschiarla via, dovrai riapplicarla.

FASE 3: Raschiare via la vernice ammorbidita.

Una volta che il solvente si è stabilizzato per il tempo richiesto, rimuovi la vernice ammorbidita con un raschietto per contorni, come il raschietto per contorni a sgancio rapido HYDE ( vedi su Amazon ). Questo pratico strumento sostituisce una dozzina di dispositivi di raschiatura separati grazie alle sue sei lame intercambiabili in acciaio inossidabile, ciascuna con due punte di raschiatura distintamente diverse, che si adattano praticamente a ogni curva di dimensione e contorno che incontrerai su finiture in legno. E con la funzione di rilascio rapido dello strumento, cambiare le lame è un gioco da ragazzi. Dopo aver fissato la lama appropriata per la sezione di rifinitura su cui stai lavorando, inizia a raschiare la vernice ammorbidita, tenendo presente una regola rigida: tira, non spingere! Tirando la lama con un angolo di circa 45 gradi, rimuoverai in sicurezza la vernice sciolta senza scavare pezzi dal legno.

Se il rivestimento ha più strati di vecchia vernice, come è comune in molte case storiche, potrebbe essere necessario ripetere l’applicazione del decapante e raschiare fino a raggiungere il legno nudo.

FASE 4: carteggiare la modanatura nella direzione delle venature.

Levigare il rivestimento con carta vetrata a grana 80 o, meglio ancora, un blocco di levigatura in schiuma a grana 80, che si adatta più facilmente alle curve e alle pieghe presenti nei lavori di rifinitura. Levigare sempre nella direzione delle venature del legno per evitare di lasciare segni di levigatura incrociata. Quando il legno non è più ruvido e i pezzetti di vernice residua sono stati rimossi, passare alla grana 120 per una maggiore levigatezza.

Per rosette in legno intricate o ornamenti di rifinitura dettagliati che non puoi levigare adeguatamente con carta vetrata o un blocco di levigatura in schiuma, puoi provare a utilizzare uno strumento rotante portatile dotato di una punta di levigatura appuntita. Procedi con molta cautela, tuttavia, poiché una scivolata può scavare il legno. Assicurati che l’illuminazione sia buona, esercita una pressione estremamente leggera e fai pause frequenti fino al completamento del lavoro.

FASE 5: candeggia la modanatura in legno se prevedi di macchiarla successivamente.

In alcuni casi, la vecchia vernice può lasciare una sfumatura di colore sulle venature del legno. Se prevedi di applicare uno o due strati levigati di vernice fresca, questo colore filtrato non influirà sul tuo progetto. Ma se hai intenzione di macchiare il legno, dovrai prima sbiancarlo. Lo sbiancamento del legno rimuove le macchie di colore, ma schiarisce anche le venature naturali del legno. Se stai rifinendo una scala in noce, ad esempio, pensa di applicare una macchia di noce di qualità in seguito per ripristinare i toni naturali del legno.

Scegli una candeggina per legno formulata per rimuovere il colore a base di pigmenti, piuttosto che la candeggina domestica, che irrita la pelle e le mucose e rimuove solo il colore a base di colorante. Prendi le stesse precauzioni di sicurezza con la candeggina per legno che hai preso quando hai applicato l’estrattore e segui attentamente le istruzioni per l’applicazione del produttore. La maggior parte dei prodotti a base di candeggina per legno è disponibile in forma liquida, che viene quindi pulita con uno straccio pulito e lasciata asciugare. Man mano che il legno sbiancato aumenta la sua venatura, levigare di nuovo leggermente il rivestimento privo di colore fino a quando non è abbastanza liscio da pulire con un panno adesivo sulla superficie senza impigliarsi. Assicurati che il legno sia completamente asciutto prima di applicare la macchia o altro rivestimento.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

How To: Plane a Door

3 correzioni per i ciechi polverosi