in

Risolto! Cosa fare in caso di condensa su Windows

Certo, un po ‘d’acqua all’interno della finestra sembra innocua, a meno che non sia effettivamente un segno di cattiva ventilazione, muffa o funghi. Vuoi scoprire il vero motivo della nebbia? Continua a leggere per alcuni suggerimenti per risparmiare la sanità mentale.

D: Le mie finestre raccolgono costantemente la condensa all’interno. Li asciugo, ma l’umidità continua a tornare. Quanto è grande il problema e cosa posso fare per risolverlo?

A: La risposta breve? L’accumulo di umidità non è un grosso problema di per sé. Ma se non trattata, può portare a problemi più seri come muffe, funghi e danni causati dall’acqua. Individuare la causa principale della condensa delle finestre può essere complicato, ma in generale la condensa si verifica quando l’aria interna calda e umida si scontra con una superficie più fresca. Poiché il vetro è uno dei materiali più freddi della tua casa, il vapore acqueo in eccesso si condensa prima lì, provocando quell’effetto nebbia fin troppo familiare. Se l’interno della tua finestra si rifiuta semplicemente di asciugarsi, possiamo aiutarti a rintracciare la fonte, passo dopo passo.

Dai un’occhiata più da vicino alla condensa sulle finestre.

Se vivi in ​​una vecchia casa con finestre ugualmente vecchie, prendi nota di dove appare la condensa della finestra. Per finestre a doppio o triplo vetro, l’umidità tra i vetri è solitamente causata da una guarnizione difettosa. In questo caso, considerati fortunato: puoi correggere il problema sostituendo il pannello di vetro isolante, ed è una soluzione relativamente economica.

Weatherize your windows.

Che tu abbia trovato o meno una cattiva tenuta, la prevenzione della condensa sulle finestre inizia con un buon isolamento. In case particolarmente vecchie, l’aggiunta di una finestra anti-tempesta e le calafataggio realizzano gran parte di ciò che le finestre più recenti e tecnologiche fanno a una frazione del prezzo. Ancora meglio, avrai notti più calde e bollette energetiche più basse.

Quelli con finestre nuove di zecca o una dimora costruita nell’ultimo decennio hanno un po ‘più di risoluzione dei problemi da fare. Questo perché le case moderne sono più abbottonate che mai e sono dotate di porte e finestre a risparmio energetico che riducono notevolmente la perdita di calore. Ma se non apri il tuo di tanto in tanto durante l’inverno, potresti intrappolare tutta quell’aria calda e umida all’interno della tua casa, creando o esacerbando i problemi di vapore. Per tenere sotto controllo tutta l’umidità, prova alcune delle seguenti strategie.

Inizia a eliminare le fonti di umidità facili da individuare. 

Le piante rilasciano umidità nell’aria man mano che crescono, quindi spostale dal davanzale della finestra durante la stagione fredda. E, se utilizzi un umidificatore a casa, valuta la possibilità di spegnerlo in inverno o di utilizzarlo meno frequentemente rispetto al passato; può darsi che l’aria di casa tua non sia così secca che questo apparecchio deve funzionare costantemente. Investire in un igrometro per tenere sotto controllo il livello di umidità.

Richiedere ventole di scarico per ventilare l’umidità in eccesso.

Poiché il bagno e la cucina sono punti caldi dell’umidità, l’uso di un aspiratore per inviare parte dell’umidità in eccesso all’esterno dovrebbe aiutare a seccare l’aria interna. La maggior parte dei bagni ha una ventola di scarico e la presa d’aria sulla cappa può funzionare la stessa magia nella tua cucina. Assicurati solo di accendere i ventilatori, sia che tu stia facendo la doccia o preparando una tempesta!

Verificare la presenza di altri problemi di ventilazione.

Proprio come l’acqua non si raccoglie su un bicchiere vuoto, la condensa non si forma sulle finestre di una casa che non può trattenere l’aria umida. Inizia il tuo lavoro di investigazione nella lavanderia confermando che il tubo di sfiato dell’asciugatrice scorre all’esterno della tua casa. Se lo fa (e il tubo e il condotto sono privi di perdite), la tua prossima fermata dovrebbe essere il tuo caminetto: ispeziona il muro intorno al tuo focolare per l’acqua che gocciola. Un caminetto sigillato inutilizzato limita la circolazione dell’aria, creando l’opportunità perfetta per l’ingresso di muffe e funghi. Se noti un odore di muffa o macchie scolorite sul muro, la tua casa potrebbe già ospitare funghi.

Assumi un professionista per trovare la fonte della condensa. 

Ehi, non c’è niente di cui vergognarsi! Se hai sistemato le finestre per l’inverno, escluso le probabili cause elencate qui e verificato la presenza di problemi di ventilazione, assumere un ispettore domestico (o uno specialista di muffe e funghi) è la soluzione migliore. Sono addestrati a cercare altre fonti nascoste di umidità, come l’acqua piovana che filtra nelle fondamenta o nel vespaio. Muoversi rapidamente e lavorare con uno specialista eviterà ulteriori danni alla tua casa, quindi può essere un investimento intelligente.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

3 correzioni per una chiave bloccata

3 vantaggi nascosti delle nuove finestre