in

Sistema di codifica colore cablaggio elettrico

Aprendo una presa o una scatola dell’interruttore della luce , potresti trovarti di fronte a una serie sconcertante di fili di diversi colori. Nero, bianco, rame nudo e altri colori si mescolano strettamente, ma ognuno ha uno scopo specifico. Conoscere lo scopo di ogni cavo ti manterrà al sicuro e l’impianto elettrico della tua casa in perfetto stato di funzionamento.          Volume 90%    2:30

Guarda ora: Comprensione del sistema di codifica a colori del cablaggio elettrico

Marcature dei colori dei cavi e dei fili elettrici

I  cavi elettrici non metallici (o NM) da 120 volt e 240 volt sono costituiti da due parti principali: la guaina di plastica esterna (o guaina) e i fili interni con codice colore. La guaina lega insieme i fili interni e le sue marcature esterne indicano il numero di fili e la dimensione del filo  (spessore) all’interno della guaina. Il colore della guaina indica gli usi consigliati . Ad esempio, la guaina bianca significa che i fili interni sono di calibro 14 e la guaina gialla indica che sono di calibro 12.

Ma guardando più in profondità, il colore dei fili all’interno della guaina rivela che fili di colore diverso servono a scopi diversi. Il National Electrical Code (NEC) afferma che i conduttori neutri devono essere bianchi o grigi e come fili di terra devono essere utilizzati fili nudi di rame o verdi. Oltre a ciò ci sono regole generali accettate dal settore sul colore dei fili che indicano il loro scopo.

Fili neri: caldi

L’isolamento nero è sempre utilizzato per i cavi caldi ed è comune nella maggior parte dei circuiti domestici standard.

Il termine “caldo” viene utilizzato per i fili della sorgente che trasportano l’alimentazione dal pannello dei servizi elettrici a una destinazione, come una luce o una presa. Anche se è consentito utilizzare un filo bianco come filo caldo contrassegnandolo con nastro isolante, è sconsigliato o consentito il contrario. In altre parole, non utilizzare un filo nero come neutro o filo di terra o per qualsiasi scopo diverso dal trasporto di carichi elettrici in tensione.

Fili rossi: caldi

I fili rossi sono usati per designare i fili caldi.

I fili rossi sono talvolta usati come secondo filo caldo nelle installazioni a 240 volt. Un’altra utile applicazione per i fili rossi è l’interconnessione di rilevatori di fumo cablati in modo che se viene attivato un allarme tutti gli altri si attivano contemporaneamente.

Cavi bianchi con nastro nero o rosso: caldi

Quando un filo bianco è arricchito con un contrassegno di colore rosso o nero, questo spesso indica che viene utilizzato come filo caldo piuttosto che come filo neutro. Tipicamente, questo è indicato con una fascia di nastro isolante nero o rosso (ma possono essere usati altri colori) avvolta attorno all’isolamento del filo.

Ad esempio, un filo bianco in un cavo a due fili può essere utilizzato per il secondo filo caldo su un apparecchio da 240 volt o un circuito di uscita. Questo filo bianco deve essere avvolto più volte con del nastro isolante nero per mostrare che viene utilizzato per qualcosa di diverso da un neutro.

Fili di rame nudi: terra

I fili di rame nudo sono il tipo più comune di filo utilizzato per la messa a terra.

Tutti i dispositivi elettrici devono essere messi a terra. In caso di guasto, la messa a terra fornisce un percorso sicuro per il passaggio dell’elettricità. La corrente torna a terra o terra. I fili di rame nudo si collegano a dispositivi elettrici, come interruttori, prese e dispositivi, nonché telai o alloggiamenti di apparecchi in metallo. Anche le scatole elettriche in metallo necessitano del collegamento a terra perché sono realizzate in materiale conduttivo. Le scatole di plastica non sono conduttive e non devono essere messe a terra.

Fili verdi: terra

A volte vengono utilizzati fili isolati verdi per la messa a terra.

Anche le viti di terra sui dispositivi elettrici sono spesso dipinte di verde. Non utilizzare mai un filo verde per scopi diversi dalla messa a terra.

Fili bianchi o grigi: neutri

Bianco o grigio indica un filo neutro.

Quando si esamina un filo bianco o grigio, assicurarsi che non sia stato avvolto in nastro isolante. Ciò indicherebbe un filo caldo. I fili più vecchi a volte possono perdere il loro avvolgimento del nastro elettrico. Quindi, se la scatola ha un anello di nastro allentato all’interno, c’è la possibilità che si sia staccato dal filo neutro.

Il termine neutro può essere pericolosamente ingannevole in quanto sembra implicare un filo non elettrificato. È importante notare che anche i fili neutri possono trasportare energia e possono provocare scosse. Mentre i fili designati come caldi (fili isolati neri o rossi) trasportano l’alimentazione dal pannello di servizio (scatola dell’interruttore) al dispositivo, i fili neutri riportano l’alimentazione al pannello di servizio. Pertanto, sia i fili caldi che quelli neutri hanno il potenziale di scuotere e ferirti.

Fili blu e gialli

I fili blu e giallo sono talvolta usati come fili caldi all’interno di un condotto elettrico.

Raramente si trovano fili blu e gialli nel cavo NM. I fili blu sono comunemente usati per i viaggiatori in applicazioni di commutazione a tre e  quattro vie .

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Requisiti del codice elettrico per prese di corrente

Calcolo della capacità di carico elettrico per una casa