in

Tetti verdi e giardini pensili, agevolazioni

Ho scoperto che si può sostituire la copertura del tetto, sia che esso sia a terrazzo o inclinato con un manto erboso, che nel caso di un tetto a terrazza può diventare un giardino pensile.

I vantaggi numerosi e sono sia dal punto di vista economico che estetico. Infatti un tetto verde riduce l’escursione termica, aumenta il risparmio energetico, migliora l’isolamento termo-acustico e si riduce l’inquinamento ambientale, grazie alla cattura delle polveri sottili.

In Italia oggi, in almeno quattordici Comuni, l’utilizzo di questa tipologia costruttiva viene incentivata con apposite normative.

Come sempre  Bolzano,  attenta alle novità e all’ecologia  la presenza dei tetti verdi è più numerosa. già dal 2004.Anche la Regione Emilia Romagna si è mossa favorevolmente nella direzioni dei tetti  verdi.
Le città di Reggio Emilia e Rimini,ad esempio, con incentivi volumetrici ed economici. A Milano, dal 2006, è stata inserita nel Regolamento Edilizio la voce verde pensile spingendone l’uso in tutti i casi possibili.
A Torino, nel caso di interventi edilizi che comportino aumenti volumetrici dove non è possibile destinare a verde almeno il 20% dei terreni, è obbligatorio ricorrere a tetti o facciate verdi.
A Venezia le coperture verdi sono tra gli interventi che danno diritto a una riduzione degli oneri di urbanizzazione.

lf

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Splendida cucina moderna

Scopa elettrica Hoover Elettr ATHYSS