in

Tipi di illuminazione generale della cucina

In quasi tutte le stanze della casa utilizziamo sia l’illuminazione generale che l’illuminazione da lavoro . Una stanza in cui molti di noi desiderano particolarmente fornire entrambi i tipi di illuminazione in cucina .

L’illuminazione delle attività è l’illuminazione che utilizziamo per vedere chiaramente qualcosa che stiamo facendo. Le lampade da lettura e le lampade da scrivania sono due esempi. L’illuminazione generale è l’illuminazione che utilizziamo per illuminare l’intera area, per aiutarci a camminare e trovare la strada verso aree specifiche e fonti di luce aggiuntive.

Molto spesso, in questi giorni, l’illuminazione generale è fornita da impianti elettrici a soffitto. In cucina, questi possono essere di tre tipi: apparecchi da incasso, apparecchi di superficie e apparecchi a sospensione. Ognuno ha i suoi pro e contro e molte cucine ne hanno più di uno.

Luci da incasso

Le luci ad incasso  scompaiono nel soffitto e aiutano a preservare un senso di apertura e spazio. Molte persone li preferiscono anche perché sembrano aver bisogno di meno pulizie. Potrebbero essere una buona scelta per questi motivi, in particolare se la tua cucina è una stanza finita.

Le luci da incasso, tuttavia,  richiedono uno spazio libero sufficiente sopra il soffitto  per il montaggio dell’alloggiamento. Ciò significa che i travetti del soffitto limitano le posizioni in cui è possibile installare una luce da incasso. L’impianto idraulico e il cablaggio possono anche interferire con l’installazione di luci da incasso, in particolare se la tua cucina si trova sotto un bagno al piano di sopra. Inoltre, poiché le luci ad incasso si trovano sopra la superficie del soffitto, non illuminano aree ampie. Ci vorranno molti di loro per fornire un’illuminazione generale completa per la cucina media.

Se la tua cucina ha una soffitta isolata e non finita sopra, la buona notizia è che puoi usare le luci da incasso meno costose e più facili da installare che sono fatte per essere utilizzate nelle nuove costruzioni . La cattiva notizia è che ci sono ulteriori sfide per l’installazione di questi dispositivi. Un alloggiamento luminoso da incasso che sarà in un attico deve essere sia a tenuta d’aria (AT) che compatibile con l’isolamento (IC), in modo che non funga da sfiato per l’aria calda della tua casa durante la stagione di riscaldamento e non diventi abbastanza caldo , sulla sua superficie esterna, per danneggiare l’eventuale isolamento che viene a contatto con esso. Gli apparecchi di illuminazione da incasso che sono sia AT che IC sono più costosi di apparecchi simili che non lo sono.

A partire dagli anni ’80, gli apparecchi da incasso sono diventati la norma per l’illuminazione generale delle cucine. Ma negli ultimi dieci anni, questo ha iniziato a cambiare quando le persone si sono rese conto che la combinazione delle penetrazioni nel soffitto e il maggior numero di apparecchi necessari rende questo tipo di illuminazione potenzialmente meno efficiente rispetto agli apparecchi da superficie oa sospensione. Da allora sono emerse due tendenze. Uno è che i produttori hanno riprogettato gli apparecchi da incasso per essere molto più efficienti L’altro è che elettricisti e proprietari di case hanno lasciato il soffitto della cucina chiuso e montato le lampade sopra o sotto di esso.

Luci di superficie

Le luci di superficie possono variare da piccoli dispositivi “a fungo” che tengono una singola lampadina a lampade fluorescenti 2 ‘x 4’ con più tubi. Poiché sono in superficie, non ci sono problemi con l’integrità del soffitto o di ciò che è nello spazio sopra di esso. Gli apparecchi di superficie possono anche illuminare un’area ampia, sebbene un piccolo apparecchio a lampadina singola non coprirà un’area molto ampia. L’area che desideri coprire fa parte del processo di scelta di un dispositivo. Le luci di superficie sono anche, in generale, più facili da pulire rispetto alle luci da incasso: è solo che la polvere che si raccoglie in un apparecchio da incasso è meno visibile.

Le lampade a plafone erano la scelta standard per la maggior parte dell’illuminazione generale della cucina dall’inizio del XX secolo fino agli anni ’80. Fu allora che gli apparecchi da incasso divennero per la prima volta ampiamente disponibili e presero l’iniziativa per un paio di decenni. Quindi, con una crescente consapevolezza della maggiore efficienza di un controsoffitto chiuso e del design di unità più attraenti, i corpi illuminanti di superficie hanno iniziato a fare un ritorno. Oggi, molte persone utilizzano una combinazione di diversi tipi di apparecchi per ottenere l’illuminazione che desiderano dove vogliono mantenendo il sistema efficiente.

Il rovescio della medaglia, mentre le luci di superficie sono montate “in alto”, sono ancora installazioni visibili sul soffitto. Tendono a rompere la distesa, visivamente, più di quanto facciano le luci ad incasso. E richiedono una pulizia periodica perché la polvere su di essi è visibile.

Lampade a sospensione 

Le lampade a sospensione sono davvero una forma specializzata di luci di superficie. Il loro grande vantaggio è che avvicinano la luce alle aree in cui è necessaria una buona visibilità. Per questo motivo, possono essere utilizzati anche per fornire illuminazione da lavoro. L’accurata installazione di lampade a sospensione può fornire un doppio servizio, ad esempio illuminando sia un’isola di lavoro che l’area circostante.

Poiché negli ultimi anni le lampade a sospensione hanno riacquistato popolarità, inizialmente per la loro efficienza, sono diventate anche più attraenti. Sono ancora disponibili i paralumi in metallo aperti con una sola lampadina nuda, ma lo sono anche gli apparecchi con grappoli di pendenti. E ci sono  stili che vanno da Tiffany al postmoderno . Molte persone scelgono di incorporare almeno alcuni di questi dispositivi versatili nel loro design generale.

L’unico più grande svantaggio delle lampade a sospensione è lo stesso del loro più grande vantaggio: pendono dal soffitto. Possono intralciare e devono essere limitati alle aree in cui le persone non cammineranno a meno che la tua cucina non abbia soffitti alti più di 8 piedi. Nelle cucine con soffitti alti, le lampade a sospensione possono sia portare la luce più vicino a dove serve, sia aiutare a ridurre la sensazione di trovarsi sul fondo di un pozzo.

E, come le luci di superficie, le lampade a sospensione necessitano di una pulizia periodica per rimuovere la polvere visibile che raccolgono.

Lampade da incasso, superficie e sospensione sono tutte disponibili in modelli che accettano un’ampia gamma di lampadine. Se hai in mente un particolare tipo di lampada (lampadina) per l’illuminazione generale della tua cucina, come una lampadina alogena MR-16, dovrai acquistare dispositivi che la accolgano.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Tutto ciò che devi sapere sullo smaltimento dei rifiuti

20 opzioni per i controsoffitti della cucina