in ,

Turistico mare, il mercato immobiliare in Toscana

Follonica

Con la guida dell’Ufficio Studi Tecnocasa, ci accingiamo a individuare i trend e capire le preferenze di chi cerca la seconda nel centro sud della nostra Italia

Le degli immobili nelle località turistiche della Toscana nella seconda parte del 2009 hanno registrato una diminuzione dei prezzi dell’1,2%.

Le località posizionate sulla cosiddetta costa degli etruschi hanno segnalato un calo del 3,7%. Follonica, nell’Argentario, registra stabili. Da segnalare il nuovo porto turistico a San Vincenzo al Mare.

A Follonica nella seconda parte del 2009 (così come nei primi mesi del 2010) le delle abitazioni sono rimaste stabili.

Il delle seconde case è dinamico e il budget medio espresso dalla clientela è di 140-160 mila euro per un bilocale e 180 – 200 mila euro per un trilocale. Si registrano difficoltà per le abitazioni che costano più di 250 mila euro. I tempi di vendita sono di un paio di mesi, per arrivare anche a sei mesi se la richiesta non è linea con la disponibilità di spesa espressa dai potenziali clienti della zona.

La ricerca della seconda vede protagoniste che arrivano dalla Toscana, in particolare da Arezzo, Siena e Firenze. Si tratta per lo più di con bambini al seguito che apprezzano la qualità del mare, la presenza di bassi fondali e i servizi che offre la cittadina.

Tra le zone più richieste ci sono Salciaina e Senzuno a sud di Follonica e zona Nuova e Prato Ranieri a Nord. A Salciaina si concentrano condomini degli anni ’70 ed appartamenti che hanno metrature di 45-55 mq, con ampi spazi esterni come terrazzi abitabili o giardini.

Diverso il immobiliare di Senzuno, antico quartiere costruito negli anni ‘30-’40. L’offerta immobiliare è differenziata e va dalle case dei pescatori situate direttamente sulla spiaggia o nelle immediate vicinanze e valutate a 3500-4000 euro al mq ai piccoli contesti condominiali degli anni ‘70-’80 che sono scambiati a prezzi medi di 230-240 mila euro.

Una delle zone più costose di Follonica è quella di Prato Ranieri che concentra costruzioni degli anni ‘60-’70, spesso piccoli contesti a ridosso del mare. Infatti un appartamento in buono stato di conservazione di 70-80 mq si valuta a prezzi medi di 300 mila euro. Sono presenti anche delle soluzioni unifamiliari e bifamiliari che oscillano da 500 a 700 mila euro. Infine la zona Nuova che si caratterizza di soluzioni degli anni ‘60-’70 valutate mediamente intorno a 3000-4000 euro al mq.

Anche per la prossima stagione estiva si registra una buona domanda di immobili in affitto

A San Vincenzo al Mare le delle abitazioni sono in diminuzione nella seconda parte del 2009. Il della vacanza è molto vivace e vede protagonisti soprattutto acquirenti della Toscana, e in parte minore compratori provenienti da altre regioni dell’Italia del Nord. La domanda si orienta su bilocali e trilocali dotati di spazi esterni, posto auto e vista mare.

Le zone più apprezzate da chi cerca una soluzione vicino al mare sono Principessa e Conchiglia, zone pedonali e tranquille costruite negli anni ‘60. Le per immobili in buone condizioni sono di 3000 euro al mq con punte di 4500 euro al mq per le soluzioni di piccolo taglio. Se poi c’è il plus della vista mare le possono salire anche a 5000 euro al mq. Sono disponibili anche delle soluzioni indipendenti di 110-120 mq che si vendono da 400 a 450 mila euro.

Chi ha una disponibilità di spesa inferiore può rivolgersi alle soluzioni posizionate a San Carlo dove le sono più basse e si possono spendere da 2000 a 2500 euro al mq. La maggior parte delle abitazioni della zona sono soluzioni quadrifamiliari circondate da giardino. Sono in corso degli interventi di nuova costruzione nella zona di Pian degli Ulivi, sopra l’Aurelia.

Il degli affitti estivi è sempre molto dinamico e vede protagonisti in particolare giovani e . Per un bilocale di 4 posti letto si spendono 1300 euro al mese a giugno, 1800 euro al mese a luglio, 2300 euro al mese ad agosto.

Il immobiliare di Castagneto Carducci nella seconda parte del 2009 ha registrato una diminuzione delle . Il delle seconde case è dinamico con richieste di acquirenti dalla Toscana, Lombardia e soprattutto Liguria.

A cercare la seconda sono prevalentemente alla ricerca di bilocali per i quali si spendono cifre medie di 150-160 mila euro e trilocali su cui investire da 180 a 200 mila euro.

Tra le zone più ambite c’è Marina di Castagneto, sul litorale tirrenico, dove ci sono soluzioni indipendenti e piccoli contesti condominali della prima metà degli anni ‘70. Per un buon usato con vista mare si spendono mediamente 4500-5000 euro al mq. Gli appartamenti ricavati da interventi di ristrutturazione possono arrivare anche a 7000 euro al mq.

Anche a Castagneto Carducci, seppur distante alcuni chilometri dalla costa, si acquistano appartamenti da utilizzare come seconda . In diminuzione la presenza di stranieri che in passato acquistavano soprattutto casali di campagna nella zona.

Infine segnaliamo Bolgheri, un borgo medievale, che offre appartamenti d’epoca che attirano clientela italiana e non e che ha medie di 4000 euro al mq.

Fonte by Ufficio Studi Tecnocasa

Foto by emmeti.it

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Imposte per contratti d’affitto – Immo Blog

Moderna ed innovativa cucina Scavolini FLUX