in

Vasi da fiori: come scegliere quelli per l’interno

 

I fiori rappresentano una soluzione di arredamento davvero interessante, per l’esterno ma anche per l’interno, capace di dare aria alla casa e persino gioia. Che si tratti di piante come un’orchidea, di fiori secchi oppure freschi, risulta fondamentale trovare il modo di inserirli al meglio all’interno dell’ambiente.

Come farlo? Individuando i vasi adatti, funzionali e in grado di integrarsi alla perfezione con lo stile predisposto per l’ambiente.

 

Scegliere i vasi da fiori perfetti per la propria casa può non risultare semplice e rappresenta qualcosa di delicato: del resto, è dai dettagli che passa un’atmosfera armonica e speciale. Entrare in casa e trovarsi accolti da un bel vaso di fiori è qualcosa che riesce già a farci stare bene. Se poi si decide di investire su un oggetto di design, questo saprà arredare con eleganza, diventando un elemento di arredo che non potrà non risultare amato nella quotidianità e notato dagli ospiti.

Quale vaso da fiori, per l’interno?

I vasi da fiori si trovano declinati secondo molteplici tipologie. La loro funzione è principalmente quella di abbellire, donando una nuova immagine ai vari luoghi. Non stupisce quindi se a cimentarsi nella realizzazione siano stati persino designer famosi tra cui gli italiani Gae Aulenti ed Ettore Sottsass.

 

I vasi da fiori sono realizzati secondo forme, colori, materiali e stili differenti. La scelta può essere fatta seguendo due opzioni di base. La prima è quella che parte dal gioco di contrasti e verte necessariamente su un vaso che (all’apparenza) si distacca dall’ambiente in cui è inserito. La seconda, invece, è quella che delinea un’affinità con lo stile e l’ambiente stesso in cui si decide di collocare i fiori: se ad esempio si desidera un vaso da fiori per la cucina si potrà optare per uno a forma di caraffa, magari colorato.

 

La grandezza del vaso è importante e dipende dalla tipologia e dalle dimensioni dei fiori. Qualora si preferissero fiori piuttosto alti, sarà meglio disporli in vasi non solo in grado di contenerli, ma anche capaci di renderli protagonisti. Per la cucina, invece, vi consigliamo capienze non troppo ampie, soprattutto se le dimensioni sono ridotte: in questo modo sarà possibile ottenere una maggiore profondità di spazio.

 

La scelta dei vasi da fiori risulta quindi contestualizzata, e i nostri esempi lo mostrano perfettamente, allo spazio di per sé: la collocazione in un bagno, in una cucina o in una stanza da letto comporta necessariamente opzioni diverse. L’importante è scegliere sempre pensando a cosa piace, mixando, come diceva Jane Austen per l’amore, ragione e sentimento. Non sono i fiori espressione importante di emozioni?

Vasi particolari: esperienze uniche e di design

Non c’è cosa più divertente, quando si arreda uno spazio, di quella di osare, concedersi uno sfizio, un gioco. Con i vasi da fiori questo è possibile, realizzando valutazioni sempre all’insegna di un azzardo che non è necessariamente abbagliante: dipende dalla propria personalità e tutto è lecito.

 

Accanto a forme diverse e particolari, si possono predisporre vasi dal gusto etnico e ispirati a quelli dell’antichità, oppure che presentano nuances tutte speciali o una sovrapposizione dei materiali. A ognuno il proprio modo di sperimentare, quindi, con i vasi da fiori. Sempre originale e nel segno del design.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

I consigli utili per la coltivazione dei semi autofiorenti

Zona di comfort