in

Zanzariera su misura fai da te, guida alla realizzazione e al montaggio

L’arrivo del caldo porta con sé anche il rischio di ritrovarsi la casa piena di fastidiosi insetti. Tenere porte e finestre aperte permette un maggiore ricircolo dell’aria, ma zanzare e mosche sono sempre in agguato, alla ricerca di cibo e di un ambiente favorevole alla riproduzione.

Ovviare a questo inconveniente senza usare insetticidi è possibile, grazie al montaggio di reti nelle zone di accesso. Una soluzione economica e adatta a chi vuole cimentarsi nei lavori manuali è la zanzariera su misura fai da te. Una valida alternativa alle opzioni di acquisto, come emergerà dalle prossime righe.

Fase preliminare nella realizzazione di una zanzariera con le proprie mani

Prima dell’esecuzione è indispensabile pianificare il lavoro. Dopo aver scelto quale sia la migliore alternativa tra zanzariera fissa e mobile, ecco i punti da non trascurare:

 

  • materiali per la rete (fibra di acciaio inossidabile, nylon, fibra di vetro con rivestimento in plastica, alluminio) e per i profili (legno, PVC, alluminio)
  • misure dei vani da isolare
  • eventuali dislivelli e intercapedini
  • forme e dimensioni differenti da quelle standard.

Per un manufatto di qualità è preferibile propendere, ove possibile, per reticolati muniti di bottoni con termo-saldatura alle estremità. Mantengono il telo fisso ed evitano strappi (o quanto meno li riducono) in caso di forte vento.

Inoltre, non dovrebbero mai mancare un calibro e un metro laser, oltre a quello classico. Sono strumenti che consentono rilevazioni più accurate e permettono lavorazioni precise al primo colpo.

Zanzariera fai da te su misura fissa, come costruirla?

Solitamente è fatta in legno ed è particolarmente adatta a lucernari, finestre e porte a bassa frequenza di passaggio, ma aperti più volte al giorno per il ricircolo di aria. I passaggi per realizzarla e montarla sono semplici, anche se occorre muoversi con un po’ di anticipo. Le operazioni da eseguire sono:

  • prendere le misure dei vani e riportarle sui profili che faranno da cornice (telaio)
  • tagliare i pezzi, ricavando da ognuno dei listelli più sottili (3/4 circa dello spessore)
  • dagli elementi più grossi ricavare degli intagli laterali con una sega a nastro
  • unire i pezzi in base alla forma del vano, con colla, chiodini o entrambi.
  • verniciare tutti i pezzi e fare asciugare, meglio se con pitture resistenti all’acqua e all’umidità
  • stendere la rete eliminando le grinze, fissarla con le graffe e tagliare l’eccesso ai lati
  • incollare i listelli sottili e fissarli
  • sistemare eventuali giunzioni a vite per soluzioni multi-pannello.

A questo punto il montaggio è immediato: basta collocare la zanzariera facendola aderire ai profili del vano, senza forzarla.

Altre opzioni fai da te

Per finestre dalle forme irregolari si può usare il velcro, su tutta la cornice del vano o solo su una parte. In questo caso basterà tagliare la rete a misura, tenerla ferma con listelli di legno sul lato che rimarrà fisso e collocare opportunamente il materiale adesivo nel punto di apertura e di chiusura.

Da non sottovalutare, infine, i kit di montaggio, sia fissi che mobili, che includono tutto l’occorrente per assemblare e montare una zanzariera fai da te su misura. Questi comprendono zanzariere a scatto orizzontali e verticali con rotaie. Possono avere degli optional come push, freno e vite per il caricamento della molla.

Tuttavia esistono versioni dette “con carro armato”, il cui principio di funzionamento ricorda i cingolati. Si prestano maggiormente a dimensioni al di fuori degli standard, anche se costano di più. Adatte alle forti raffiche, richiedono meno manutenzione e durano nel tempo.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come valorizzare al meglio la cucina con lavelli da incasso innovativi

Dove abita Cristina Chiabotto