in

Marmi di Carrara

Il marmo di Carrara (per i Romani marmor lunensis, “marmo lunense”) è un tipo di marmo, estratto dalle cave delle Alpi Apuane in territorio di Carrara, universalmente noto come uno dei marmi più pregiati.
Le cave di marmo erano già utilizzate durante l’età del rame dai primitivi abitanti della zona per produrre utensili vari e oggetti decorativi e commemorativi da interrare nei sarcofagi con i defunti.
Con i Romani si sviluppò l’attività estrattiva vera e propria, e a partire dall’epoca di Giulio Cesare (48-44 a.C.) riforniva di blocchi di marmo bianco le maggiori costruzioni pubbliche di Roma e numerose dimore patrizie. L’esportazione avveniva tramite il porto di Luni, per cui veniva detto marmo lunense
Le cave sono luoghi dove da molti secoli avviene l’escavazione e la lavorazione del marmo e possono essere di due tipi: chiuse e a cielo aperto

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Detrazioni Irpef per ristrutturare la casa

Il verde rappresenta l’elisir di lunga vita