in

Dove abita Alessandro Borghese, lo chef più amato della TV

Alessandro Borghese è un cuoco e conduttore televisivo italiano.

Nato a Los Angelese nel 1976, è il figlio dell’imprenditore napoletano Luigi e dell’arcinota attrice Barbara Bouchet.

Barbara Bouchet e Luigi Borghese

Sin da piccolo si accorge di avere una vera e propria passione per la cucina così, dopo il diploma, si imbarca su diverse navi da crociera dove lavora come cuoco.

L’esperienza in mare dura 3 anni dopo di che Alessandro continua a lavorare in diversi ristoranti a Londra, Parigi e San Francisco.

Tornato in Italia frequenta un corso di sommelier e poi decide di ripartire alla volta di New York.

Dopo parecchi anni in giro per il mondo torna nel Bel Paese e collabora con diversi locali di Milano e Roma.

Alla fine del 2017 apre il primo ristorante milanese: Alessandro Borghese – Il Lusso della semplicità.

Durante la sua carriera vanta diversi programmi TV: il più famoso e seguito è 4 Ristoranti, show durante il quale lo chef si reca in diversi posti italiani e decreta il miglior ristorante in gara tra 4 partecipanti.

Recentemente conduce per TV 8 Cuochi d’Italia, cooking show che vede la sfida tra due cuochi di due diverse regioni italiane.

Nel 2009 sposa Wilma Oliveiro, un’esuberante e biondissima manager; i due diventano genitori di Alexandra e Arizona.

Poco tempo fa Borghese ha scoperto di aver avuto un altro figlio nato nel 2006 da una relazione precedente.

Ma dove abita lo chef Alessandro Borghese?

La casa di Alessandro Borghese a Milano

Alessandro, Wilma e le figlie abitano in un grande appartamento situato nei pressi del centro di Milano.

L’abitazione non ha uno stile preciso: Borghese e la moglie infatti adorano il mix tra oggetti antichi e oggetti più moderni e stravaganti.

La maggior parte degli accessori e dei mobili presenti sono stati acquistati da marito e moglie durante i numerosi viaggi o presso i mercatini di paese.

Emblematico esempio di questo mix di stili è la camera padronale che è un’accozzaglia di stili che danno carattere e esuberanza al locale.

Il lettone matrimoniale con la testata nera di tessuto si appoggia su un tappetone persiano dalle tinte forti .

Il tendaggio a parete color grigio tortora nasconde una stampa di design con la Union Jack, la bandiera inglese.

Sopra il letto spicca un lampadario di cristallo nero.

Il pavimento scelto è un parquet color miele che ben si sposa con il bianco delle pareti.

Passando in salotto, vediamo che lo stile è totalmente diverso rispetto a quello della zona notte.

Il parquet marrone scuro a listarelle oblique dà l’idea di un arredamento più classico ed elegante.

Il divano a L bianco di tessuto richiama la tinta delle pareti e il tavolino da caffè che è un must della casa di Borghese.

Il mobile stile anni ’70 è il pezzo preferito dello chef che l’ha fortemente voluto in casa sua in quanto era il tavolino su cui da piccolo gattonava a casa dei genitori.

Il cimelio di famiglia ha permesso di conservare la tradizione: Alessandro si è mostrato commosso nel raccontare che anche le sue figlie hanno passato ore intere a gattonare sul tavolino, proprio come il papà.

Esternamente, la casa è circondata da un ampio giardino in cui la famiglia Borghese può giocare e rilassarsi, specie insieme alla mascotte di casa, il gatto persiano Tokyo.

Il legame tra Borghese e il felino è molto forte, specie perché è l’unico maschio di casa insieme allo chef.

La devozione al gatto ha portato Alessandro a creargli una pagina Instagram tutta per lui.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Un Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Dove abita Diletta Leotta a Milano

La top 5 delle case più belle del mondo