in

Come: macchiare il cemento

L’applicazione della macchia su un pavimento di cemento può aggiungere bellezza e profondità a questo materiale resistente e renderlo ancora più facile da mantenere. Se il tuo pavimento in cemento è già in buone condizioni, sei solo a pochi semplici passi da una nuova finitura durevole e drammatica.

I proprietari di case erano soliti pensare al calcestruzzo come a qualcosa di strettamente utilitaristico, a cui ricorreva solo quando un materiale dall’aspetto migliore sarebbe stato inadatto o troppo costoso. Oggi molte persone apprezzano non solo la durevolezza del calcestruzzo, ma anche le sue qualità estetiche, che possono essere notevolmente migliorate da una serie di tecniche diverse. Un modo popolare per rifinire il calcestruzzo è attraverso la macchia acida o a base d’acqua. Consiglio l’acido: dura più a lungo e ha un aspetto migliore. Lo svantaggio della macchia acida, tuttavia, è che può essere alquanto imprevedibile.

Piuttosto che ricoprire come una macchia di legno, la macchia di cemento acida genera colore attraverso una reazione chimica. I risultati dipendono in parte dalla macchia che hai scelto e da quanto ne applichi, ma anche dal calcestruzzo stesso: la sua posizione, età e composizione minerale. Il colore con cui ti ritroverai potrebbe essere molto diverso da quello che ti aspettavi di ottenere. E non c’è modo di cancellare o annullare la macchia una volta applicata. La tua unica opzione è aggiungere più macchia per intensificare l’effetto.

Passo 1

Per macchiare il calcestruzzo con successo, il primo passo è preparare la superficie, assicurandosi che sia priva di adesivo residuo, vernice sfaldata e detriti simili. Strofina il cemento con una soluzione di TSP e acqua. Tratta le macchie ostinate in modo aggressivo con uno sgrassatore o uno  sverniciatore chimico . L’abrasione meccanica è l’ultima risorsa.

Passo 2

Togli tutte le sezioni della superficie in calcestruzzo che non desideri macchiare. Fallo con molta attenzione, poiché potrebbe rivelarsi impossibile rimuovere la macchia se atterra in un punto in cui non intendevi andare.

Passaggio 3

Per avere un’idea di come apparirà la macchia, provala in un angolo poco appariscente o lungo un bordo remoto del cemento. Non ti piace come appare? Regola la macchia di conseguenza, diluendola o intensificandola.

Passaggio 4

Ora sei pronto per iniziare ad applicare la macchia. L’obiettivo qui è ottenere una copertura uniforme. A tal fine, molti scelgono di utilizzare uno spruzzatore (le cui parti sono di plastica per non corrodersi al contatto con l’acido). Dopo aver spruzzato – mai così tanto che ci siano pozzanghere – usa una scopa da officina per assicurarti che nessuna parte della superficie appaia relativamente più scura o più chiara. Se necessario spruzzare nuovamente per eliminare i segni lasciati dalla scopa.

Passaggio 5

Macchie diverse richiedono periodi di tempo diversi per fissarsi correttamente; consulta l’etichetta sul prodotto che hai scelto. Mentre la macchia si sta fissando, la reazione chimica continua effettivamente. Cessa solo quando lo neutralizzi lavando il pavimento con una soluzione di acqua e detergente (e talvolta bicarbonato di sodio ).

Passaggio 6

Termina proteggendo il cemento macchiato con un sigillante. Di nuovo, consultare l’etichetta del prodotto; è una buona idea utilizzare il sigillante consigliato dal produttore. Il pavimento in calcestruzzo per interni è solitamente sigillato con cera, anche se in un’area ad alto traffico, opterei per resina epossidica sotto l’uretano. Si noti che è possibile utilizzare una lucidatrice per facilitare il processo di sigillatura, purché si lavori su una superficie del pavimento al chiuso.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come: pavimenti in vinile con intarsi

Dove abita Fabrizio Corona, ex paparazzo delle Star