in

Conservare i semi nel modo giusto

Conservare i semi è un ottimo modo per risparmiare denaro e conservarli il più a lungo possibile. Ma è importante farlo nel modo giusto, per il miglior successo. In questo post, ti mostrerò tutto ciò che devi sapere sulla conservazione dei semi per il prossimo anno o per il lungo termine.

Conservare correttamente i semi è essenziale, soprattutto se vuoi che durino il più a lungo possibile. Se fatto in modo errato, è facile che vengano distrutti da creature, umidità o semplicemente dai vecchi tempi.

Sia che tu ne abbia acquistati quelli avanzati, che li abbia ricevuti da amici o persino dal tuo giardino, una corretta conservazione li manterrà vitali per molto tempo.

Se vuoi salvare i tuoi semi per il prossimo anno e oltre, ci sono alcuni passi importanti da fare per assicurarti che durino. Di seguito ti mostrerò tutto ciò che devi sapere sulla corretta conservazione dei semi.

Sommario

Come conservare i semi

Non importa se hai pacchetti di semi avanzati dal negozio o quelli che hai raccolto dal tuo giardino . Puoi conservarli per riutilizzarli l’anno prossimo o conservarli a lungo termine.

Preparazione dei semi per la conservazione

I semi in pacchetti acquistati presso il garden center possono essere conservati immediatamente senza ulteriore preparazione.

Ma, se li hai salvati dal tuo giardino, devi prendere le misure appropriate per prepararli per la conservazione.

È estremamente importante che i semi siano puliti e completamente asciutti. Per prima cosa, separa i semi dalla pula (cioè: gli altri pezzi e detriti dalla pianta o dal frutto).

Più grande è il seme, più tempo ci vorrà per asciugare. Ciò è particolarmente vero per quelli dall’interno di frutta e verdura carnose (ad esempio: zucca, cetriolo, pomodoro, ecc.).

Quelli impiegheranno molto più tempo ad asciugarsi, poiché contengono la maggior parte dell’umidità. Per assicurarti che non rimanga umidità nei semi, lasciali asciugare all’aria per almeno un mese.

Come scegliere un contenitore per la conservazione dei semi

Un altro fattore importante per conservare con successo i semi è scegliere un contenitore appropriato in cui conservarli.

La buona notizia è che ci sono tantissime opzioni tra cui scegliere e non è necessario spendere molti soldi.

Proprietà da cercare in un contenitore

Per la maggior parte, non importa di che materiale è fatto il contenitore. Potrebbe essere plastica, vetro o carta.

Tuttavia, se scegli di utilizzare plastica o vetro, soprattutto se è ermetico, assicurati prima che i semi siano completamente asciutti. Se contengono umidità, probabilmente si ammuffiranno.

Diversi tipi di contenitori per la conservazione dei semi

Come ho già detto, ci sono tonnellate di oggetti che potresti usare come contenitori per la conservazione dei semi.

La parte migliore, sono tutti gratuiti o molto economici (e molti possono essere riutilizzati più e più volte)! Ecco alcune idee per te …

  • Piccole buste
  • Flaconi di pillole vuoti
  • Barattoli di spezie
  • Vasetti per alimenti per l’infanzia
  • Contenitori in film plastico
  • Buste da posta indesiderata
  • Borsette con zip
  • Piccoli contenitori da asporto
  • Sacchetti di carta
  • Bottiglie vuote di viaggio dell’hotel
  • Buste sottovuoto
  • Buste per semi fai da te

Organizzare i semi per la conservazione

Prendersi il tempo per organizzare la tua scorta di semi rende la vita molto più facile quando la stagione della semina è impegnativa.

Quindi, in questa sezione, ti darò consigli su come organizzare i tuoi semi prima di riporli in modo che tu possa trovare facilmente quello che stai cercando in seguito.

Etichetta i contenitori

Qualunque sia il contenitore che decidi di utilizzare per conservare i semi, non dimenticare di etichettarli con il nome, la varietà e la data in cui sono stati raccolti (la data sulla confezione di semi per quelli acquistati).

In questo modo, sarai in grado di tenere traccia dell’età di ciascuna varietà e assicurarti di utilizzarle o reintegrarle in modo tempestivo.

Suggerimenti per organizzare la tua scorta

Una volta che i miei semi sono stati tutti impacchettati nei loro contenitori individuali, li metto in piccoli contenitori di plastica che ho etichettato in ordine alfabetico.

Se hai ancora un mucchio di semi avanzati nei loro pacchetti, puoi usare una graziosa scatola organizer . Altrimenti, puoi metterli tu stesso in piccole buste .

La mia vicina usa vecchi album fotografici con foglietti per organizzare le sue buste con i semi. In alternativa, puoi mettere i fogli in un raccoglitore a 3 anelli .

Raggruppali per tipo (fiori, verdure, ecc.), Data raccolta, quando devono essere piantati o mettili in ordine alfabetico. Qualunque cosa funzioni meglio per te.

Dove conservare i semi

Una volta che hai etichettato e organizzato tutto, è tempo di trovare un posto dove tenerli fino alla primavera.

Il posto migliore per conservare i semi è un luogo asciutto, buio e privo di parassiti dove la temperatura rimane costantemente fresca. Ad esempio, ho messo il mio in un armadio nel seminterrato finito di casa nostra.

Anche una dispensa, un armadio o una cantina per radici della cucina funzionerebbero benissimo. Se non hai un posto buio per conservarli, mettili in un contenitore opaco , piuttosto che trasparente.

Per quanto tempo puoi conservare i semi?

Nelle giuste condizioni, molti tipi di semi possono essere conservati in sicurezza per 2-6 anni senza una significativa perdita di vitalità.

Ma il tempo esatto dipende sia dal tipo di seme che dalle condizioni di conservazione. La durata di ciascuna varietà può variare notevolmente.

Alcuni semi perdono naturalmente la loro vitalità molto più velocemente di altri, indipendentemente dal metodo utilizzato per conservarli.

Tempi di conservazione dei semi

Ad esempio, i semi di piante della famiglia delle cipolle, alcuni tipi di commestibili (carote, aglio, pastinaca e prezzemolo, per esempio) e piante tropicali tendono a durare solo un anno.

D’altra parte, i semi di molti tipi di piante autoctone, fiori perenni e persino alcune verdure ed erbe possono durare per decenni in letargo e mantenere la loro vitalità.

Quindi è meglio sapere quanto durerà ogni tipo di seme prima di conservarlo a lungo termine. È anche una buona idea rifornire la tua scorta il più spesso possibile e buttare via quelle più vecchie.

Se sei preoccupato per l’età dei tuoi semi conservati, puoi testare il tasso di vitalità di ciascuno prima di piantarli. In questo modo non sprecherai il tuo tempo a fare i conti.

Come conservare i semi per un risparmio a lungo termine

Se vuoi mantenere i semi freschi per gli anni a venire, devi fornire le condizioni più ottimali possibili.

Umidità, temperatura, luce, aria e parassiti sono i principali fattori che possono abbreviare la vita dei semi conservati.

Se vuoi una scorta di semi che duri per decenni, procurati un deposito di semi . Altrimenti, assicurati di seguire i suggerimenti di seguito …

Evita l’umidità

Una stanza a temperatura controllata con bassi livelli di umidità è l’ideale e farà una grande differenza nel mantenere asciutta anche la tua scorta di semi.

Se l’umidità è un problema, metti alcune confezioni di gel di silice nel contenitore con i tuoi semi. Assorbiranno l’umidità in eccesso e aiuteranno a prevenire marciumi, muffe o funghi.

Controlla la temperatura

Cambiamenti estremi di temperatura possono causare la formazione di condensa nel contenitore. E le temperature calde possono far germogliare i semi.

Quindi, assicurati di tenerli fuori da un garage, da un capannone o da qualsiasi altro posto in cui la temperatura può variare notevolmente.

Ridurre l’esposizione alla luce

L’esposizione alla luce potrebbe innescare la germinazione o far sì che l’interno del contenitore si riscaldi abbastanza da cuocere essenzialmente i semi.

Quindi assicurati di tenerli lontani dalla luce solare diretta e conserva i semi nel luogo più buio possibile.

Se è troppo luminoso in casa, mettili semplicemente in un contenitore opaco per tenere fuori la luce.

Tienili a tenuta d’aria

Conservare i semi in un contenitore ermetico li manterrà dormienti più a lungo e ne prolungherà la vita. Inoltre manterrà l’umidità e i parassiti fuori.

La mancanza d’aria ucciderà anche tutti gli insetti che sono entrati con i tuoi semi e impedirà alle loro uova di schiudersi.

Quindi, se vuoi che i tuoi semi conservati durino il più a lungo possibile, conservali in un contenitore ermetico.

Proteggili dai parassiti

Insetti e roditori possono essere un grosso problema per i semi immagazzinati e alla fine potrebbero distruggere la tua scorta.

Quindi, se i parassiti sono un problema, assicurati di scegliere contenitori di stoccaggio a prova di animali.

Quelli in metallo, vetro o plastica resistente e con un coperchio aderente sono le migliori opzioni per tenere lontani i parassiti.

Conservazione a freddo a lungo termine

Un’altra opzione per mantenere i semi freschi per gli anni a venire è la conservazione a freddo. Molti giardinieri conservano i semi nel frigorifero o nel congelatore con grande successo.

Tuttavia, ci sono alcuni rischi coinvolti qui. Di seguito sono riportati alcuni aspetti da considerare se si desidera provare uno di questi metodi.

Memorizzazione dei semi nel frigorifero

Se non hai un posto ottimale per conservare i semi in una stanza della tua casa, puoi tenerli in frigorifero.

Questa è un’ottima opzione, poiché la temperatura più fresca aiuta a preservarli e di solito rimane costante. Ma la preoccupazione per la conservazione dei semi nel frigorifero è l’accumulo di umidità.

Il livello di umidità è solitamente piuttosto basso all’interno di un frigorifero. Tuttavia, quando la porta viene aperta molto, può causare la formazione di umidità all’interno dei contenitori di stoccaggio dei semi.

Per ridurre il rischio di rovinare la tua scorta, tienili nel cassetto della frutta e verdura. O meglio ancora, mettili in un frigorifero che non viene utilizzato quotidianamente.

Conservazione dei semi nel congelatore

Esistono diversi tipi di semi che potresti mettere nel congelatore per la conservazione a lungo termine, che può conservarli per diversi anni.

Se vuoi provare questo metodo, i semi devono essere completamente asciutti. Se rimane dell’umidità, il congelamento potrebbe finire per distruggerli.

Inoltre, è meglio tenerli in un congelatore che non usi quotidianamente. L’accumulo di umidità è una grande preoccupazione quando si congelano i semi. Se sono troppo bagnati, potrebbero essere danneggiati dal gelo.

Quando è il momento di usare i semi, lasciali riposare a temperatura ambiente per alcuni giorni prima di piantarli.

Inoltre, una volta scongelati, non ricongelarli. Il congelamento e lo scongelamento continui ridurranno notevolmente il tasso di vitalità.

Conservare i semi è abbastanza semplice, una volta capito. Assicurati solo che tutto rimanga fresco e asciutto e che i tuoi semi potrebbero durare per molti anni a venire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Rimedi e ricette per il controllo dei parassiti naturali del giardino

Gli incredibili vantaggi del giardinaggio verticale