in

Il salesiano I

Don Jimmy, persona alta con viso scuro e con occhi che paiono scavati nella parete carsica di un vulcano, è un essere perbene e tranquillo. Anche se, a volte, ama correre con la moto, sognando di essere Valentino Rossi. Nato a Fossano, sovente percorre la tangenziale per testare la sua splendida moto Ducati 500, che pare un siluro navale: entità fisica stratosferica che denota similitudine apparente alle stelle che illuminano con il loro bagliore il cielo di primavera.

Abita a Fossano, in Via Roma, poco distante dal magnifico Duomo, recentemente ristrutturato e riportato ad antico splendore artistico. Frequentemente cammina a passo spedito, lungo gli stupendi portici della sua città: espressione onirica artistica che sta a rappresentare un connubio virtuale tra storia, fede e arte. Ogni tanto si ferma al bar a visionare i giovani che sorseggiano una birra media ed alcuni alcolici. Secondo le sue tesi socio-filosofiche egli ricorda una frase di Nietzsche: “Il nichilismo è alle porte: da dove viene costui, il più inquietante fra gli ospiti?”. Secondo i propri studi che ricalcano il pensiero filosofico più in voga nel Nuovo Millennio: il nichilismo rappresenta la negazione della vita, basti pensare alle aberrazioni dei regimi militari, alle guerre folli (per cui ogni anno si spendono oltre 1500 miliardi di dollari).
Tramite un bollettino salesiano, Don Jimmy Castellengo esprime il proprio autorevole pensiero e illustra i suoi svariati studi che lambiscono diverse discipline umane del sapere letterario e scientifico. Le sue sono tesi di lotta e demonizzazione del potere che impera in Europa. Usa sovente Facebook e Messenger per dialogare online con i più giovani e renderli partecipi delle scelte epocali della Nazione, parla loro di parabole evangeliche, e semina nell’anima di ognuno di loro ideali teologici che hanno come fine il bene supremo e la coesione sociale ed umana. Ognuno deve diventare indipendente, parzialmente autonomo, che grazie all’azione dello Spirito Santo è compartecipe della vita cristiana della comunità cittadina di ogni essere umano. Il sacerdote, sovente, osserva il Creato, il cielo fatto a somiglianza di dio e del genere umano: ogni stella rappresenta un’emozione, un dolce sospiro del cuore di ogni automa o essere umano dello spazio infinito del cosmo celeste. Si interroga frequentemente sull’astronomia, e il suo dialogo diretto e impersonale, pare giungere a lambire le conoscenze scientifiche umane sulla vita di altri esseri magari alieni su altri pianeti.
Essendo un sacerdote molto appassionato di motori, don Jimmy pensa sovente agli esseri meccanici d’acciaio e titanio costruiti nei paesi più avanzati: egli legge sovente riviste di robotica e sogna di poter un giorno magari testare e collaudare le macchine d’acciaio semi-intelligenti.
Del nichilismo etico ha una concezione a priori indeterminata: la dinamica dell’azione preponderante dell’evento comportamentale umana lo rende irrequieto. Lo stato di essere fisico e statico dell’uomo (elemento primordiale del pianeta blu) lo porta fuori dal tracciato ideologico tradizionale. Il nichilismo impera e domina in maniera netta in Europa: è un gigante stratosferico dal quale guardarsi le spalle e prenderne le distanze: la mancanza di ideali forti uniti all’assenza di Dio, pongono i nostri giovani del Nuovo Millennio di fronte ad una situazione di inconscia sottomissione al potere mediatico dei mass-media. Mass-media e mezzi d’informazione che ricalcano l’azione del governo centrale della Nazione. Nel nuovo corso della politica italiana, ogni persona dotata di autonomia giuridica e fiscale viene schedata dal SISDE e sottoposta a preventiva azione di controllo sul proprio operato in qualità di intellettuale o persona decisiva per il corso della politica amministrativa del paese. La dinamica dell’azione di controllo è simile a quella del KGB dell’Unione Sovietica del secolo scorso: la libertà di stampa è minata alle radici, il libero intento di manifestare in pubblico il proprio pensiero è sanzionabile penalmente. Azioni devastanti di divieti totalitari sulla liberta di espressione costringono molti intellettuali a lasciare il paese per cercare nuova fortuna altrove, la democrazia e gli ideali liberali delle nuove generazioni sono in costante pericolo di estinzione.
Don Jimmy ,come tutti gli intellettuali della Nazione, ha visto i propri uffici perquisiti dalle forze dell’ordine, che hanno salvato su chiavetta Usb i propri file sui suoi studi, pensieri e ricerche scientifiche. Parla spesso anche di psicologia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Moderno e rivoluzionario quadro

Soggiorni moderni e liberty