in

Manutenzione elettrodomestici: perché farla

 

Gli elettrodomestici presenti all’interno delle nostre case sono diventati sempre più numerosi ed essenziali per i vari ambiti che riguardano la nostra quotidianità e, quindi, diventa fondamentale prendersene cura in maniera periodica ed efficace in modo da poter godere appieno e per lungo tempo delle loro funzionalità.

Per farlo non è necessario aspettare che un determinato elettrodomestico ti pianti in asso dall’oggi al domani costringendoti a chiamare con urgenza un tecnico e a spendere cifre troppo spesso elevate ma, nella maggior parte dei casi, basta effettuare una corretta e periodica manutenzione degli elettrodomestici anche da soli, per allungarne di molto la vita.

Infatti, ti basterà programmare delle operazioni di manutenzione mensili o settimanali sui diversi e principali elettrodomestici di casa per averli sempre efficienti. Inoltre, non è necessario occuparsi di tutti gli elettrodomestici contemporaneamente perché alcuni hanno bisogno di manutenzioni ravvicinate, mentre di altri è possibile occuparsene poche volte all’anno.

Ma vediamo di capire meglio come puoi prolungare la vita dei tuoi cari elettrodomestici con pochi e semplici passaggi di manutenzione.

Cura della lavastoviglie e della lavatrice

Sicuramente lavastoviglie e lavatrice  sono due tra gli elettrodomestici più usati all’interno di qualsiasi casa, indipendentemente dal numero di componenti della famiglia, e ai primi segni di malfunzionamento è facile farsi prendere dal panico.

Per evitare di comprometterne il corretto funzionamento diventa, quindi, indispensabile, occuparsene almeno una volta al mese, meglio ogni due settimane se vengono utilizzati molto spesso.

Innanzitutto, assicurati che i loro filtri e le guarnizioni siano sempre puliti, liberi da residui che possono ostruire il passaggio dell’acqua e, soprattutto, privi di calcare, il peggior nemico di lavatrice e lavastoviglie.

Per prolungarne efficienza e prestazioni non è necessario ricorrere a prodotti chimici e potenzialmente corrosivi, ma basta avviare, una volta al mese, un ciclo a vuoto ad alte temperature inserendo all’interno di entrambi gli elettrodomestici due tazze di bicarbonato di sodio e una tazza di aceto bianco, un connubio sempre valido ed efficace ben conosciuto e tramandato anche dalle nostre nonne.

Cura del frigorifero

La manutenzione periodica del frigorifero è necessaria non solo per prolungarne le prestazioni, ma anche per garantire ai cibi contenuti al suo interno freschezza e corretta conservazione. A differenza dei vecchi modelli che bisognava sbrinare manualmente e che ti costringevano a perderci molto tempo e ad utilizzare diversi espedienti per raccogliere il ghiaccio che si scioglieva, i moderni frigoriferi sono dotati di sbrinamento automatico che si attiva periodicamente.

In ogni caso, se il tuo frigorifero è un vecchio modello, ricordati di sbrinarlo appena comincia a formarsi del ghiaccio per risolvere il tutto in poco tempo e con poca fatica.

Di fondamentale importanza è anche occuparsi dell’interno del frigorifero, dei suoi ripiani e delle vaschette che potrai pulire utilizzando una miscela di detersivo e aceto per garantire igiene e limitare al massimo gli sprechi energetici.

Altro componente ugualmente fondamentale per il corretto funzionamento del frigorifero e per il quale dovrai avere sempre un occhio di riguardo è la serpentina posteriore che è bene pulire almeno una volta al mese.

Cura del forno e del microonde

Il forno di casa andrebbe pulito dopo ogni utilizzo, ma se ciò è praticamente impossibile per te, ricordati di effettuare un’accurata pulizia delle pareti almeno una volta al mese servendoti di un prodotto specifico che possa eliminare sporco e incrostazioni non solo dannose per la corretta preparazione dei cibi, ma anche motivo di buona parte della dispersione del calore presente all’interno del forno durante il suo funzionamento.

Stesso discorso per il forno a microonde delle cui pareti è bene occuparsi almeno ogni due settimane se lo utilizzi molto frequentemente, mentre il piatto girevole e il suo supporto possono essere comodamente lavati in lavastoviglie.

Inoltre, non dimenticare di eliminare ogni traccia di polvere dalla griglia che si trova nella parte posteriore per prolungarne il corretto funzionamento ed evitare che possa surriscaldarsi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Tipologie di guanciali: come scegliere il cuscino perfetto

Idee e consigli per arredare casa