in

Parquet di bamboo: un prodotto in ascesa

Il parquet di bamboo è un prodotto ecologico e sostenibile, adatto sia agli ambienti di stile classico che a quelli dal design più innovativo e moderno.
Il parquet di bamboo è un prodotto che sta rapidamente guadagnando popolarità tra architetti, disegnatori di interni e costruttori, come un’ eccellente alternativa al tradizionale parquet in legno, per le sue qualità di resistenza, bellezza ed eco-compatibilità.
Le strutture del pavimento in legno di bamboo sono 3: orizzontale, verticale, strand woven (bamboo pressato).
Una volta che la pianta raggiunge i 4/5 anni viene tagliata, decorticata e ripulita dalla corteccia. Il bamboo verrà quindi tagliato in asticelle che andranno a comporre la struttura delle versioni Orizzontale e Verticale, a seconda che vengano assemblate in orizzontale o verticale rispetto al piano d’appoggio.
Per realizzare lo Strand Woven si utilizza solamente la parte alta e nobile della pianta, troppo sottile per la fabbricazione dell’Orizzontale e del Verticale. Questa parte di pianta viene pressata ed incollata; il materiale viene poi essiccato per diverse settimane al fine di garantire un prodotto stabile. Volendo dare una descrizione generale delle varie tipologie, possiamo dire che l’Orizzontale ha un tipico nodo del bamboo caratteristico ed esotico, mentre il Verticale, lasciando intravedere una porzione minore del nodo, rimane più sobrio e dall’aspetto simile ad un legno tradizionale.
La venatura dello Strand Woven è del tutto simile al classico parquet in legno a cui siamo abituati.
Botanicamente il Bamboo non è un legno ma un’erba ed appartiene alla famiglia delle graminacee, ricche di fibre con qualità superiori allo stesso ferro per quanto riguarda la resistenza, rimanendo naturalmente molto più flessibile.
Il parquet in bamboo riesce quindi a contraddistinguersi rispetto ai soliti parquet di legno grazie alla sua superficie estremamente dura, all’elevata resistenza e solidità ed a rigonfiamenti e ritiri di molto inferiori al legno tradizionale.
Inoltre, dal punto di vista ambientale, è difficile trovare un sostituto del legno che possa competere con il bamboo dato che, impiegando poco più di 3 anni per maturare, si rigenera senza necessità di essere ripiantato e non richiede uso di fertilizzanti o antiparassitari. Grazie alla eccezionale resistenza del materiale, il pavimento di bamboo supera gli altri legni comunemente usati per i parquet.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Mutui impossibili per i giovani e gli extra comunitari

Nuova e vincente cucina color bianco neve