in

Problemi di umidità: ecco cosa fare per eliminare la muffa in casa

Il problema della muffa in casa è piuttosto diffuso ed è dovuto a diverse cause che, nel corso del tempo, determinano un’eccessiva presenza di umidità e il conseguente sviluppo di muffe e funghi, con la comparsa delle caratteristiche macchie e formazioni su soffitti e pareti.

In un ambiente abitativo, l’umidità, e di conseguenza la muffa, sono provocate spesso da infiltrazioni provenienti dall’esterno, formazione di condensa, fondamenta immerse in un terreno molto umido, nonché vicinanza di corsi d’acqua e canali.

In particolare, la condensa su muri e finestre compare quando l’aria all’interno di un locale è molto umida, oltre il 45%-50%, e l’acqua in eccesso tende a depositarsi negli angoli più freddi, di solito i vetri delle finestre e il sottotetto.

Oltre ad essere molto sgradevole da vedere, la muffa è particolarmente dannosa per la salute e può creare danni rilevanti a chi soffre di allergia, asma e altri disturbi respiratori. Per questo motivo, qualora si noti umidità eccessiva, condensa, acqua e macchie su pareti e soffitto, è molto importante cercare subito la soluzione migliore per risolvere il problema.

Quali sono i rimedi più noti ed efficaci contro la muffa

Le macchie di muffa sulle pareti di una stanza non sono dovute ad un problema temporaneo, ma ad un’alterazione vera e propria del microclima locale, che provoca un’eccessiva presenza di acqua nell’aria, fino a creare la condensa.

È bene considerare che non esistono rimedi pratici per togliere definitivamente la muffa dalle pareti ed evitarne la ricrescita. Per ottenere un miglioramento concreto della qualità dell’aria è invece importante affidarsi a ditte specializzate, in grado di eliminare definitivamente le più comuni problematiche determinate dall’umidità.

Per esempio, è possibile scoprire come eliminare le muffe con Murprotec, realtà di riferimento nel settore, che permette di beneficiare trattamenti su misura, elaborati in seguito al sopralluogo dell’ambiente o degli ambienti colpiti dal fenomeno. In più, l’azienda mette a disposizione CTA, uno specifico impianto la cui funzione è quella di mantenere sotto controllo la qualità dell’aria, avvalendosi di un meccanismo di sovrappressione.

In pratica, la macchina aspira l’aria dall’esterno e la reimmette negli ambienti dopo averla sottoposta ad un trattamento filtrante, igienizzante e leggermente riscaldante. Questo procedimento permette di rinnovare continuamente l’aria, eliminando ed evitando la formazione di condensa e macchie di umidità, a vantaggio sia della salute che delle spese di riscaldamento.

Verifiche da effettuare per valutare le cause dell’umidità in casa

Prima di adottare qualsiasi provvedimento per contrastare un eccesso di umidità in casa, è importante effettuare alcuni controlli per rendersi conto il più possibile delle cause di tale fenomeno.

I classici rimedi fai da te per ridurre la presenza della muffa, dalla candeggina, al sale, all’applicazione sulle pareti di prodotti isolanti, non offrono alcun risultato o comunque hanno un’efficacia solo temporanea.

Per questo è necessario studiare bene l’ambiente e controllare alcuni elementi che potrebbero essere determinanti nella formazione della muffa. Infissi e serramenti in alluminio di vecchia generazione, senza taglio termico, e vetri sottili senza vetrocamera provocano inevitabilmente umidità, freddo e condensa a causa dei ponti termici. Alcuni ambienti, come il bagno e la cucina, sono ricchi di umidità per loro stessa natura e richiedono una ventilazione consistente e continua.

Talvolta il difetto è all’origine, ed è necessario provvedere ad un controllo dei materiali utilizzati per intonacare e decorare le pareti, così come accertarsi dell’eventuale presenza di una coibentazione esterna o interna, nonché di verificare lo stato in cui si trovano le fondamenta, soprattutto se il terreno è molto umido.

Solo dopo avere valutato con attenzione tutte quelle caratteristiche dell’ambiente abitativo che potrebbero essere causa di muffa e umidità, sarà possibile capire quali possano essere i provvedimenti migliori da mettere in pratica per risolvere il problema.

 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Frigoriferi rosa

Frigo rosa