in ,

Un nido tra gli alberi

Viaggiatrice appassionata, la belga Diane Van den Berge ha lasciato il suo paese 4 anni fa attratta dalla dolcezza di Saint-Paul de Vence, tra Cannes e Nizza. Ha acquistato nei pressi del villaggio un grande appezzamento di terra con colonica, poi ha iniziato a sfogliare riviste internazionali di arredo.
Quando si è imbattuta nelle foto di una guesthouse in India, dove gli ospiti alloggiavano sugli alberi, ha capito che quella era l’idea giusta per per valorizzare il suo sogno. Con l’aiuto di una progettista francese (trovata su Internet dopo una lunga ricerca), ha realizzato quattro cabane in legno di profumatissimo cedro rosso a cinque metri d’altezza e una maisonette “a terra”. “Il paesaggio era troppo bello per costruire in pietra” dice Diane. “Abbiamo scelto il legno in modo da ottenere un impatto ambientale minimo”. La più piccola è di 20 mq, la più grande 40 mq, ognuna con un nome che evoca “Il libro della giungla”. Uno dei luoghi preferiti da Diane è la piscina. Una pozza d’acqua tra gli alberi che si gestisce autonomamente con un sofisticato sistema di filtraggio naturale: sono infatti ghiaia e piante acquatiche a provvedere all’ossigenazione e al riciclo dell’acqua. “E’ una bella sensazione: proprio come nuotare in un lago alpino”. (fonte: Corriere della sera)

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Abitare, casa in condivisione: è boom

L’acqua, una risorsa preziosa. Una risorsa da salvare. Consigli per il risparmio idrico