in

Utilizzo di una trivella manuale per sbloccare il lavandino

Di tanto in tanto, ottieni uno zoccolo del lavandino che non si chiude. Hai provato un appendiabiti, uno stantuffo, forse una o due preghiere, tutto inutilmente. Prima di perdere la ragione e versare un detergente liquido per scarichi (solitamente inefficace), rivolgiti al miglior strumento di pulizia degli scarichi: la coclea del lavello. È economico, facile da usare e non richiede prodotti chimici. È l’ideale per rimuovere gli zoccoli nei lavandini e negli scarichi delle vasche da bagno .

La coclea del lavello è anche chiamata “coclea del tamburo” o “coclea del contenitore” a causa della sua configurazione. Consiste in un cavo flessibile con un’estremità a cavatappi (l’ estremità aziendale ). Il cavo è avvolto all’interno di un tamburo. Il collare da cui esce il cavo ha una vite a testa zigrinata o un altro dispositivo per bloccare il cavo quando hai raggiunto lo zoccolo, ed è il momento di trasformare l’estremità del cavatappi nello zoccolo per afferrarlo ed estrarlo dallo scarico. Schifoso, sì, ma funziona! 

Non utilizzare un serpente di scarico standard sui servizi igienici perché può bloccarsi e danneggiare la porcellana. Usa invece una  trivella per WC.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Coclea del tamburo da 25 piedi
  • Straccio
  • Secchio (se necessario)
  • Pinze per linguette e scanalature (se necessario)

Istruzioni

  1. Rimuovere il tappo del lavandinoRimuovere il tappo da un lavandino (bagno), se applicabile. Allentare la vite di fissaggio sul collare della coclea, estrarre il cavo e inserirlo nell’apertura di scarico. 
  2. Spingere il cavo nello scaricoSpingi il cavo nello scarico finché non senti che colpisce lo zoccolo. Estrarre circa 12 pollici in più del cavo e serrare la vite di fissaggio. 
  3. Ruotare la maniglia della cocleaRuotare lentamente la manovella della coclea. Questo attorciglia l’estremità del cavatappi del cavo nello zoccolo. È possibile incontrare resistenza quando si spinge il cavo attraverso la trappola a P , la sezione del tubo a forma di U sotto il lavandino o in qualsiasi altra curva del tubo. In tal caso, stringere la vite di fissaggio e far girare lentamente la coclea mentre si spinge sul cavo. Un paio di giri dovrebbero aiutare l’estremità della coclea a superare le curve dello scarico. 
  4. Rimuovere il cavoEstrarre il cavo dallo scarico, inserendolo nel tamburo della coclea mentre procedi. È anche una buona idea pulire il cavo con uno straccio mentre lo fai scorrere nel tamburo. Quando l’estremità del cavo emerge, pulire tutti i detriti dalla punta del cavatappi e gettarla nella spazzatura (non di nuovo nello scarico!). Fai scorrere l’acqua calda dal rubinetto del lavandino per irrigare lo scarico e assicurati che l’acqua scorra. Se lo scarico scorre lentamente, coclea di nuovo lo scarico. 
  5. Rimuovere la P-Trap (se necessario)Rimuovere la trappola a P per accedere allo scarico per gli zoccoli ostinati. Posiziona un secchio sotto la trappola a P per raccogliere l’acqua che fuoriesce dalla trappola. Allentare i dadi di scorrimento a ciascuna estremità della trappola con una chiave per tubi o una pinza maschio-femmina. Rimuovere i dadi di scorrimento e la trappola. Trivella lo scarico attraverso il tubo che porta al muro (chiamato braccio della  trappola ). Rimontare il sifone a P e sciacquare lo scarico con acqua calda dal rubinetto.

Suggerimenti per mantenere pulita la coclea

Pulire il cavo se necessario spingendolo nuovamente nel tamburo della coclea. Risciacquare accuratamente l’estremità del cavatappi. I cavi della coclea del lavandino sono in acciaio inossidabile, che tecnicamente non arrugginisce, ma è possibile ottenere un rivestimento simile alla ruggine sul cavo, a causa del materiale e dell’acqua lasciati sul cavo. Se lo si desidera, è possibile sciacquare l’intera parte utilizzata del cavo (facendo scorrere l’acqua mentre si ritrae il cavo), quindi lasciare asciugare il cavo all’aria prima di reinserirlo nel tamburo. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come installare l’hardware dell’armadio

Nozioni di base sulle ante dell’armadio a lastra