in , ,

Alberi di noce nera: tossici per altre piante

Tossicità della noce nera (Juglone)

Gli alberi di noce nera ( Juglans nigra L. ) creano bellissimi alberi da ombra. Forniscono anche un sacco di noci commestibili dal gusto piacevole, anche se disordinate e difficili da rompere, oltre a un legname di legno duro molto apprezzato . Ma gli alberi di noce nero non sono sempre buoni compagni in giardino e in cortile. In effetti, possono essere tossici per le piante vicine. Molto spesso, quando le piante sensibili vengono coltivate vicino alle radici degli alberi di noce nero, le piante muoiono.

Juglone tossico

Le noci nere contengono una sostanza chimica chiamata juglone che può essere allelopatica ad altre piante . Secondo la Purdue University Cooperative Extension , “Juglone ha dimostrato sperimentalmente di essere un inibitore della respirazione che priva le piante sensibili dell’energia necessaria per l’attività metabolica”. Ciò che significa per i giardinieri è che molte piante che crescono nelle vicinanze di un albero di noce nero verranno uccise o lotteranno per vivere, con foglie ingiallite e appassite.

I cavalli hanno anche mostrato sensibilità alle noci nere quando i trucioli o la segatura vengono utilizzati per il materiale da lettiera. Sia i cavalli che gli esseri umani possono essere irritati dal polline di noce nera, che è presente a metà primavera.

Come si diffonde Juglone nel tuo giardino

Lo juglone si trova in tutte le parti del noce nero, ma è più concentrato nei boccioli dei fiori, nei gusci delle noci e nelle radici. Sfortunatamente, le radici di una noce nera possono estendersi da tre a quattro volte il diametro della chioma dell’albero e gli scoiattoli e altri animali disperderanno gli scafi delle noci in una gamma ancora più ampia, quindi l’area interessata è piuttosto ampia. La tossicità dipende ulteriormente dalla consistenza e dal drenaggio del suolo.

Piante sensibili a Juglone

Non sono stati effettuati test definitivi e gli effetti possono variare da terreno a terreno e da pianta a pianta. La sensibilità di Juglone dipende anche da altre condizioni di crescita, quindi è difficile dire con certezza quali piante saranno interessate e quali andranno bene. Tuttavia, i pomodori sembrano essere i più sensibili alla coltivazione sotto le noci nere . Ecco un elenco compilato di più fiori e verdure che sono considerati estremamente sensibili allo juglone.

Verdure

  • Asparago
  • Cavolo
  • Melanzana
  • Peperoni
  • Patate
  • rabarbaro
  • Pomodori

Annuali:

  • Tabacco da fiore (Nicotiana)
  • Specie e cultivar di petunia

Perenni

  • Baptisia australis , ranuncolo
  • Varietà di narciso tra cui John Evelyn, Unsurpassable, King Alfred e Ice Follies
  • Specie di crisantemo (alcune)
  • Colombina (Aquilegia caerulea)
  • Specie di ortensie
  • Gigli , specie Lilium (in particolare gli ibridi asiatici)
  • Peonie , specie Paeonia (alcune)

Il Dipartimento di orticoltura della Michigan State University ha un ampio elenco di alberi e arbusti che non crescono vicino a un noce nero .

L’elenco delle piante che non sono sensibili allo juglone è più lungo di quelle che lo sono, ma ci sono sempre delle variabili e se una pianta vicino al tuo noce nero sembra stressata, vale la pena considerare di trasferirla. Per un elenco di piante tolleranti al juglone , fare riferimento al sito di orticoltura urbana dell’Università del Wisconsin.

Come risolvere il problema Juglone

La tossicità di Juglone può rimanere nel terreno per diversi anni dopo la rimozione di un albero di noce nero, soprattutto se le radici non vengono rimosse insieme all’albero.

Per evitare il problema della tossicità del juglone, pianta il più lontano possibile dal tuo albero di noce nero. Se scegli di piantare vicino all’albero, la soluzione migliore è creare aiuole rialzate con un qualche tipo di schermatura sul fondo, per evitare l’invasione delle radici del noce nero. Inoltre, fai attenzione che noci e detriti del noce nero non si accumulino sul letto rialzato. Come ulteriore precauzione, assicurati che il terreno nel letto rialzato sia ben drenato. Un buon drenaggio sembra diminuire l’effetto dello juglone.

Sebbene la decomposizione dello juglone possa richiedere mesi nel terreno, quando le foglie di noce nera vengono compostate, tendono a degradarsi entro 2-4 settimane, a seconda della loro esposizione all’acqua, all’aria e agli organismi del suolo. Tuttavia, si consiglia di compostare queste foglie separatamente e di non utilizzare il compost finito su piante estremamente sensibili, come i pomodori.

Altri alberi che producono Juglone

Tutte le noci producono un po ‘di juglone, così come i parenti della noce bitternut hickory, hickory, pecan e shagbark. Tuttavia la quantità di juglone prodotta in questi alberi è insignificante, rispetto al noce nero, e l’effetto su altre piante è minimo se non nullo. È più consigliabile usare cautela quando si acquistano altre varietà di  noci  che vengono innestate su portainnesto di noce nero  .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come coltivare il tuo orto

Dove abita il calciatore Gianluigi Buffon