in ,

Case all’estero : scudo fiscale si o no

Foto by geometri.cc

Quando si acquistano case all’ estero, spesso ci si pone il problema se si deve utilizzare o meno lo . Ebbene sì, occorre sempre regolarizzare il tutto . L’obbligo di dichiarazione esiste sempre non solo nel caso in cui siano dati in locazione, ma anche quando sono comunque produttivi di reddito anche se sono a disposizione, anche se si tratta di acquistati per le vacanze. Invece non devono essere indicati nel modulo RW gli appartamenti tenuti a disposizione in un Paese che non ne prevede la tassazione ai fini delle imposte sui redditi. In tal caso, l’immobile non è produttivo di redditi imponibili neanche in Italia e quindi si è perfettamente in regola e non si deve ricorrere allo scudo. Per utilizzare lo scudo occorre rivolgersi ai professionisti abilitati, quindi dovrà farlo il commercialista.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Moderna cucina IKEA di piccole dimensioni

Boston e la ricerca all’avanguardia del MIT