in

Come coltivare e prendersi cura delle piante di aloe vera

Le piante di aloe vera sono facili da curare. Fanno piante d’appartamento meravigliose, oppure puoi coltivarle all’aperto. In questo post, ti mostrerò tutto ciò che devi sapere sulla cura dell’aloe vera, tra cui acqua, luce solare, terreno, fertilizzanti e altro!

C’è un malinteso comune che l’aloe vera sia difficile da coltivare, ma in realtà è abbastanza facile. La chiave è trascurarlo. Sì, è vero, ignoralo.

Beh, voglio dire, non puoi ignorarlo per sempre. Ma l’errore più grande che le persone commettono è dare loro troppa attenzione, il che di solito si traduce in quello che mi piace chiamare “ucciderlo con gentilezza”.

Con le cure adeguate (negligenti), le piante di aloe vera cresceranno e prospereranno per molti anni e persino decenni.

Di seguito ti mostrerò tutto ciò che devi sapere per prenderti cura con successo della tua aloe vera, dall’irrigazione, alla luce e al suolo, al controllo dei parassiti, ai fertilizzanti e molto altro!

Sommario

Informazioni sulle piante di aloe vera

L’aloe vera (nota anche come aloe medicinale) è una pianta molto popolare che è meglio conosciuta per le qualità curative del gel. Sono molto comuni e l’aloe vera è solo una delle centinaia di diversi tipi di piante di aloe.

Sia che tu voglia coltivare l’aloe vera per raccogliere il suo gel medicinale, o semplicemente ami l’aspetto della pianta, è sicuramente quello che potrai goderti per molti anni a venire!

La mia aloe vera è una delle piante più antiche della mia collezione (ha quasi 20 anni!) E negli anni è diventata enorme. L’ho comprato come un piccolo inizio che era appena abbastanza grande per il vaso da quattro pollici in cui è entrato.

Quanto velocemente cresce l’aloe vera?

Possono crescere abbastanza velocemente all’aperto in un giardino soleggiato, ma sono molto più lenti se tenuti al chiuso come piante d’appartamento.

Se vuoi che la tua pianta di aloe in vaso cresca più velocemente, mettila all’aperto durante l’estate (assicurati solo che il vaso abbia fori di drenaggio!).

Benefici della pianta dell’aloe vera

La maggior parte delle persone conosce già molto bene le qualità medicinali e curative delle piante di aloe vera. Oggigiorno troverai il gel in qualsiasi cosa, dagli articoli per la cura della pelle e dei capelli, alle bevande, agli integratori e ai prodotti alimentari.

Puoi raccogliere il gel di aloe vera dalla tua pianta per usarlo su ustioni e tagli minori e persino per creare saponi, lozioni e altri prodotti per la cura della pelle, se lo desideri.

Un altro grande vantaggio di coltivare l’aloe vera come pianta d’appartamento è che aiuta a purificare l’aria nelle nostre case .

Ora sappiamo perché l’aloe vera è una pianta così popolare in questi giorni e tutti vogliono coltivare la propria (me compreso)!

Dove coltivare l’aloe vera

Sebbene comunemente vendute come piante d’appartamento, le aloe veras sono in realtà piante grasse perenni. Che tu scelga di coltivarli all’interno o all’esterno dipende da dove vivi.

Coltivazione di piante di aloe vera all’aperto

Le piante di aloe vera sono resistenti fino alla zona 9a e crescono meglio all’aperto nei climi aridi. Piantali in un luogo in cui il terreno è ben drenante e non piove molto.

Anche se vivi in ​​un luogo più freddo di quello, puoi spostare l’aloe vera in vaso in un luogo soleggiato all’aperto durante i mesi estivi, purché il contenitore abbia fori di drenaggio.

Ma fai molta attenzione quando lo sposti per la prima volta all’esterno. Una pianta di aloe che è cresciuta all’interno per tutto l’inverno sarà sensibile alla luce solare diretta.

Quindi fai attenzione ad acclimatarlo lentamente al pieno sole, altrimenti le foglie potrebbero bruciare (è un po ‘ironico che le foglie di aloe vera possano scottarsi, non credi?).

Aloe Vera Care al chiuso

Se vivi in ​​un clima freddo come me, o in un posto tropicale, allora devi coltivare la tua aloe vera in casa durante l’inverno o i mesi piovosi.

Per ottenere i migliori risultati, posizionalo in una finestra soleggiata esposta a sud. La buona notizia è che le aloe rimangono dormienti durante i mesi invernali, quindi non richiedono la stessa cura che richiedono durante la primavera e l’estate.

Sebbene possano essere tenuti in casa tutto l’anno, trarranno beneficio dall’essere all’aperto durante i mesi caldi e soleggiati. Assicurati solo di riportarlo in casa prima che le temperature gelide arrivino in autunno.

Aloe Vera Plant Care & Growing Instructions

La buona notizia è che le piante di aloe vera sono super facili da coltivare e non c’è davvero molto da fare. Il tuo potrebbe fare di meglio se lo ignori, prosperano sulla negligenza.

Ma ci sono alcune cose che devi fare per mantenerlo crescere al meglio. Segui queste istruzioni per la cura delle piante di aloe vera per ottenere i migliori risultati.

Quanto spesso innaffiare l’aloe vera

L’errore più comune che le persone commettono quando si tratta di cura delle piante di aloe vera è l’irrigazione eccessiva. Il consumo eccessivo di acqua è il loro assassino numero uno!

L’eccessiva idratazione causerà la putrefazione delle radici e del fusto, uccidendo infine l’intera pianta dal basso verso l’alto. Oh ragazzo, sicuramente non vogliamo che ciò accada!

Per evitare ciò, lasciare asciugare completamente il terreno tra un’annaffiatura e l’altra. Infila il dito per un pollice nel terreno per assicurarti che sia completamente asciutto prima di annaffiare di nuovo l’aloe vera.

Se hai problemi con l’irrigazione eccessiva, ti consiglio vivamente di procurarti un misuratore di umidità del terreno per aiutarti a capire quando innaffiare l’aloe vera.

Le piante di aloe vera entrano in uno stato di dormienza durante l’inverno e gli esemplari maturi non avranno bisogno di molta umidità (se presente) durante quel periodo.

Dò alle mie grandi piante di aloe vera solo una piccola quantità di acqua 2 o 3 volte durante l’intero inverno, le piante più piccole dovranno essere annaffiate un po ‘più spesso.

Di quanto sole ha bisogno una pianta di aloe?

La seconda cosa più importante della cura delle piante di aloe vera è un’illuminazione adeguata. Crescono al meglio quando ricevono molta luce.

Se non ricevono abbastanza luce, col tempo diventeranno alti e con le gambe lunghe. Questo può essere particolarmente difficile quando si coltiva l’aloe vera in casa.

Una finestra esposta a sud è il luogo ideale per una pianta di aloe da interni, ma crescono bene anche sotto le luci artificiali. Se non hai abbastanza luce solare in casa, dovresti assolutamente ottenere una luce crescente .

All’aperto cresceranno al meglio in pieno sole. Ma tollereranno una posizione all’ombra parziale, specialmente in climi estremamente caldi.

Miglior terriccio per piante di aloe vera

Il terreno migliore per l’aloe vera è quello che drena molto rapidamente e non trattiene l’acqua. Un terriccio di base per piante grasse funziona alla grande, oppure potresti usare un mix grintoso .

Mi piace crearne uno mio, usando una miscela di perlite o pomice , sabbia grossolana e terriccio normale , che tende ad essere più economico rispetto all’acquisto di roba commerciale.

Se hai intenzione di rinvasarlo, assicurati di utilizzare un contenitore con fori di drenaggio sul fondo. Le fioriere fatte di terracotta o argilla sono le migliori per coltivare l’aloe vera e assorbiranno l’acqua dal terreno, aiutandola ad asciugarsi più velocemente.

Il miglior fertilizzante per l’aloe vera

Le piante di aloe vera non hanno davvero bisogno di essere fertilizzate. Ma come la maggior parte delle piante, trarranno beneficio dall’essere nutrite una volta ogni tanto durante la loro stagione di crescita attiva (dalla primavera all’estate).

Consiglio di utilizzare prodotti biologici sulla tua aloe vera, piuttosto che sostanze chimiche, soprattutto se prevedi di raccogliere e utilizzare il gel.

Un fertilizzante organico succulento per uso generale funzionerà alla grande. Altrimenti, puoi usare un compost tea già pronto o acquistare bustine di tè compost e preparare il tuo.

Le piante di aloe entrano in uno stato di dormienza in inverno e difficilmente cresceranno. Quindi, non dargli da mangiare durante i mesi autunnali e invernali.

Fertilizzare la tua pianta di aloe vera alcune volte durante la stagione di crescita può anche aiutare a incoraggiare i fiori.

Anche se possono fiorire, è molto raro vedere un fiore di aloe vera su piante che crescono all’interno. Ho il mio da quasi 20 anni e non è mai fiorito (vorrei che lo facesse, sarebbe fantastico!).

Controllo dei parassiti degli insetti della pianta dell’aloe

Healthy Piante di Aloe Vera raramente hanno problemi con insetti, ma a volte cocciniglie o scala possono attaccare una pianta.

Per piccole infestazioni da parassiti, immergere semplicemente un batuffolo di cotone in alcol denaturato e usarlo per rimuovere gli insetti è di solito tutto ciò che devi fare per sbarazzartene.

L’ olio di neem biologico , il sapone insetticida o uno spray per l’orticoltura funzionano molto bene per controllare le epidemie di insetti più grandi.

Ma l’aloe può essere sensibile a certi spray. Quindi, assicurati di testare tutto ciò che usi su una piccola parte di una foglia prima di spruzzare l’intera pianta.

Suggerimenti per la propagazione delle piante di aloe vera

È più facile propagare le piante di aloe vera per divisione, ma possono essere coltivate anche da talee (il che può essere molto più difficile).

Ottieni le mie istruzioni dettagliate su come propagare l’aloe vera per divisione qui .

Se la tua pianta di aloe vera è diventata enorme e ha un gambo lungo nella parte inferiore (e ti senti coraggioso), potresti provare a tagliare un gambo grande.

Lascia che la ferita si asciughi (si asciughi) per diversi giorni in modo che si formi dei calli, quindi immergila nell’ormone radicante e incollala in una miscela di sabbia asciutta / perlite . Aspetta l’irrigazione finché non si formano nuove radici.

Risoluzione dei problemi di cura delle piante di aloe vera

I problemi principali che la maggior parte delle persone ha con la cura delle piante di aloe vera sono dovuti all’eccessiva idratazione o all’illuminazione insufficiente. Quindi assicurati di avere familiarità con tutti i suggerimenti per la cura di cui sopra per evitare qualsiasi problema.

Di seguito sono riportati alcuni problemi comuni che potresti incontrare e cosa fare per risolverli.

  • Gambo molliccio – Se il gambo è completamente molliccio significa che è stato innaffiato eccessivamente e ora sta marcendo alla base. Taglia il gambo appena sopra la sezione marcita e prova a radicarlo. Assicurati di eliminare tutto il marciume o continuerà a diffondersi.
  • Foglie marroni e mollicce – La prima cosa da fare è controllare lo stelo per assicurarsi che sia sodo e sano. Se lo stelo ha un bell’aspetto, ma una foglia è marrone e pastosa (in decomposizione), tagliala nel punto in cui è attaccata allo stelo. Quindi assicurati di rallentare l’irrigazione.
  • Foglie marroni essiccate – Se le foglie si stanno seccando e avvizzendo, è un segno che sta diventando troppo secca (sì, è possibile sotto l’acqua una pianta di aloe vera!) E potrebbe usare più umidità. Le foglie secche possono anche essere tagliate dalla pianta.
  • La pianta è molto alta e sottile – Ciò significa che non ha ricevuto abbastanza luce. Spostalo su una finestra soleggiata o aggiungi una luce crescente per dargli più esposizione (vedi la sezione sopra sui requisiti della luce solare per maggiori dettagli).
  • Punte delle foglie marroni – Il più delle volte ciò è causato dall’irrigazione insufficiente, ma potrebbe anche essere causato dalla bruciatura del sole. Se le foglie sono sottili, annaffiarle un po ‘più spesso eviterà le punte delle foglie marroni.

Domande frequenti sulla coltivazione dell’aloe vera

In questa sezione risponderò ad alcune delle domande più frequenti sulla cura delle piante di aloe vera. Se non riesci a trovare la tua risposta qui, chiedila nei commenti qui sotto

Quante volte va annaffiata l’aloe vera?

Invece di annaffiare l’aloe vera secondo un programma prestabilito, dovresti sempre controllare prima il terreno. Infila il dito per un pollice nel terreno e aggiungi acqua solo quando è completamente asciutto.

Devo tagliare le punte marroni dalla mia pianta di aloe?

Questo dipende da te. Lasciare le punte marroni sulla tua aloe vera non danneggerà la pianta. Ma se non ti piace come appaiono, puoi eliminarli in qualsiasi momento.

Che aspetto ha un’aloe vera troppo bagnata?

Sfortunatamente, il primo segno di una pianta di aloe vera troppo innaffiata è un gambo o foglie molli e in decomposizione. Se le foglie o il gambo diventano neri o marrone scuro e sono molli al tatto, allora sai che la pianta è stata inondata.

Ma prima che arrivi a questo punto, puoi controllare il terreno per assicurarti che sia completamente asciutto prima di annaffiare la pianta.

Come faccio a sapere se la mia pianta di aloe vera è sana?

Una pianta sana di aloe vera ha foglie spesse e sode che si alzano in piedi. Dovrebbero anche essere di colore blu-verde (anche se è normale che le foglie diventino giallastre o arancioni quando crescono in pieno sole).

Coltivare l’aloe vera è facile e prosperano se trascurati. La rendono eccellente casa o ufficio . Una volta che avrai imparato queste semplici tecniche di cura delle piante di aloe vera, la tua pianta crescerà negli anni a venire. Se ti stai chiedendo dove acquistare l’aloe vera, controlla il tuo vivaio locale o ordinane uno online .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come sbarazzarsi di vermi di cavolo in modo organico

Come coltivare le zinnie: la guida definitiva