in

Come dipingere i controsoffitti

Quando i tuoi controsoffitti sembrano consumati, invecchiati e stanchi, è tempo di rinfrescarli. Sostituire i controsoffitti può essere il tuo desiderio finale, ma la sostituzione è costosa e dispendiosa. Un’alternativa è molto più economica perché utilizza gli stessi materiali e perché puoi farlo da solo: dipingere i tuoi controsoffitti. Dipingendo i tuoi controsoffitti, ti concedi la libertà creativa di scegliere tra migliaia di colori. 20 opzioni per i controsoffitti della cucina: pro e contro 

I migliori e peggiori tipi di controsoffitti per la pittura

Migliore

I controsoffitti che possono essere levigati o quelli porosi sono buoni candidati per la pittura.

  • Piani di lavoro in laminato
  • Piani di lavoro in legno
  • Piani di lavoro in piastrelle di ceramica
  • Controsoffitti in cemento

Peggio

I banconi in quarzo e pietra naturale non trattengono bene la vernice; in ogni caso, ci sono opzioni migliori della verniciatura per questi materiali come la levigatura e la lucidatura. Anche i materiali a superficie solida funzionano meglio quando vengono levigati e lucidati invece di essere verniciati.

  • Controsoffitti in quarzo o pietra artificiale
  • Piani di lavoro in pietra naturale
  • Controsoffitti di superficie solidi

Durata della vita dei controsoffitti dipinti

I controsoffitti dipinti sono abbastanza resistenti da durare per diversi anni, a condizione che il proprietario tratti il ​​piano di lavoro con particolare cura. Se una superficie solida o un piano di lavoro in quarzo è scheggiato o graffiato, il materiale può essere levigato. Ma il sottile strato superiore del piano di lavoro verniciato, una volta graffiato o forato, può essere solo coperto e non levigato. Un bancone del bagno verniciato leggermente usato può durare circa due anni prima di rinfrescarsi con un’altra mano di vernice.

Manutenzione di controsoffitti dipinti

L’usura quotidiana incide più sui controsoffitti verniciati che sui materiali passanti come la superficie solida o il quarzo, o anche su superfici stratificate come il laminato. È necessario prestare particolare attenzione quando si taglia sopra i controsoffitti verniciati. Assicurati di usare sempre un tagliere. Inoltre, fai attenzione a non far scorrere oggetti ruvidi sui controsoffitti dipinti.

Anche il calore estremo può danneggiare la vernice. Mentre la vernice andrà bene con una tazza di caffè caldo, aiuta sempre a posizionare le bevande calde sui sottobicchieri. Non mettere mai pentole calde sui ripiani verniciati.

Per questi motivi, i controsoffitti dipinti funzionano meglio in aree a bassa attività come bagni o camere da letto, o in cucina come banconi laterali, bar per la colazione o come isole cucina poco utilizzate .

Come funzionano i controsoffitti dipinti

Sebbene lo strato superiore del piano di lavoro verniciato possa eventualmente scheggiarsi o graffiarsi, più mani di vernice fungono da zona cuscinetto per proteggere la base. Se uno strato si graffia, ci sono altri strati sotto.

Inoltre, la vernice sarà ricoperta da uno strato di poliuretano a base di olio duro e trasparente. La necessità di molti strati di vernice e rivestimento superiore si traduce in un tempo di progetto complessivo che si estende per diversi giorni, ma il tempo di lavoro effettivo è relativamente breve.

Considerazioni sulla sicurezza

Quando si utilizza vernice spray e rivestimenti spray, lavorare sempre in un’area ben ventilata. Respirare in modo sicuro indossando un respiratore ad aria a cartuccia approvato da NIOSH. Le maschere antipolvere di carta sono inadeguate per questo progetto.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Stoffa
  • Fogli di plastica
  • Nastro da pittore
  • Guanti in lattice o nitrile
  • Levigatrice manuale oscillante elettrica
  • Carta vetrata grana # 220 e # 320
  • Acquista l’aspirapolvere con una spazzola
  • Tack panno

Materiali

  • Vernice spray opaca
  • Spray poliuretanico per interni a base di olio satinato trasparente
  • TSP (pulitore fosfato tri-sodio)

Istruzioni

  1. Rimuovere o coprire gli elementi estraneiRimuovere oggetti come lavandini e rubinetti che sono attaccati al piano di lavoro e che non saranno verniciati. Se un oggetto non può essere rimosso, avvolgilo con del nastro adesivo per tenerlo pulito. 
  2. Rimuovere il piano di lavoroPoiché le particelle sospese nell’aria sono difficili da controllare, si consiglia vivamente di rimuovere il piano di lavoro e posizionarlo in un’area ben ventilata come un garage o un patio coperto. Se ciò non è possibile, è necessario disporre di una fonte di ventilazione vicina come una porta o una finestra. 
  3. Pulisci la superficieSe il piano di lavoro è unto o particolarmente sporco, pulirlo prima di carteggiare . Usa TSP e acqua calda per pulire. Lasciare asciugare bene il piano prima di procedere con la carteggiatura. 
  4. Levigare la superficie due volteMontare la carta vetrata n.220 sulla levigatrice. Carteggiare leggermente il piano di lavoro per graffiarlo, creando una superficie porosa pronta per la pittura. Pulisci la polvere con l’aspirapolvere. Seguire strofinando leggermente la superficie con un panno adesivo. Carteggiare di nuovo, ma questa volta utilizzando la carta vetrata # 320 a grana più fine. Pulisci come prima. La superficie deve essere pulita e liscia come il vetro. 
  5. Dipingi il piano di lavoroDipingi il piano di lavoro con la vernice spray. Spruzzare solo con una mano leggera. Le mani pesanti impiegano più tempo ad asciugarsi e spesso si traducono in vernice irregolare o con bolle. Stabilisci una routine di pittura leggera del piano di lavoro, lasciandolo polimerizzare, quindi dipingi di nuovo. La vernice spray opaca si asciuga e polimerizza abbastanza rapidamente, entro un’ora. 
  6. Levigatura aggiuntivaInterspare ogni due mani di vernice carteggiando leggermente con la carta vetrata grana # 320. Pulisci accuratamente. Obiettivo per almeno sei mani di vernice. 
  7. Applicare il rivestimento superioreSpruzzare la parte superiore con spray poliuretanico trasparente. I rivestimenti a base di olio richiedono molto tempo per polimerizzare completamente. In condizioni calde e asciutte, aspettati di aspettare almeno quattro ore prima di spruzzare un altro strato. Uno strato deve essere solido e non appiccicoso prima di applicare strati aggiuntivi. Carteggiare ogni due mani per eliminare bolle e picchi. Applicare un minimo di tre mani di poliuretano. Finisci con una levigatura finale con carta vetrata grana # 320 per una finitura satinata.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Struttura in truciolare e compensato

Una guida alla formica Solid Surfacing for Countertops