in

Come funzionano i rilevatori di fumo?

I rilevatori di fumo svolgono il loro lavoro sopra le nostre teste in modo efficiente e, per la maggior parte, silenziosamente. A volte, i rilevatori di fumo si fanno conoscere quando una padella emette fumo o quando cinguettano per ricordarci che hanno bisogno di una nuova batteria. Spesso chiamato rilevatore di fumo o allarme antincendio – il suo nome ufficiale è rilevatore di fumo – questo minuscolo dispositivo, pieno di elettronica e persino un po ‘di materiale radioattivo, è stato responsabile della metà del numero di morti per incendio sin dalla sua ampia adozione .

Operazioni del rilevatore di fumo: ionizzazione e fotoelettrico

I rilevatori di fumo rientrano in uno dei due tipi: ionizzazione e fotoelettrici . I rilevatori di fumo a ionizzazione sono antecedenti agli allarmi fotoelettrici ma sono considerati efficaci nel rilevare gli incendi. I rilevatori di fumo fotoelettrici sono bravi a rilevare gli incendi nelle loro fasi iniziali.

Nozioni di base sui rilevatori di fumo a ionizzazione

Gli allarmi fumo a ionizzazione sono stati utilizzati per anni per rilevare incendi avanzati. Un rilevatore di fumo a ionizzazione è più o meno simile a un altro tipo di allarme di sicurezza: un allarme antifurto con sensore per finestra. Un sensore sulla finestra e un sensore sul telaio della finestra si toccano, completando un circuito elettrico. Quando quel circuito è rotto, l’allarme suona.

I rilevatori di fumo funzionano con lo stesso concetto di completamento / interruzione del circuito, anche se con una differenza: non c’è contatto fisico tra i due sensori.

Come funzionano i rilevatori di fumo a ionizzazione

  1. I fili si estendono sia dall’estremità positiva che da quella negativa di una batteria nel rilevatore.
  2. I fili si collegano a elettrodi separati.
  3. Gli elettrodi completano un circuito, ma non fisicamente. Invece, l’americio-241 trasforma le molecole d’aria tra gli elettrodi in ioni positivi e negativi.
  4. Gli ioni caricati tra le due piastre completano il circuito.
  5. Durante un incendio, il fumo entra nell’allarme fumo attraverso fori o feritoie nell’alloggiamento.
  6. Gli ioni positivi e negativi cercano il fumo, non i piatti.
  7. Il circuito è rotto e suona l’allarme.

Nozioni di base sui rilevatori di fumo fotoelettrici

Gli allarmi fumo fotoelettrici, a volte chiamati allarmi fumo ottici, suonano quando una luce LED all’interno della camera di allarme è rotta. A volte indicati come allarmi fumanti, i rilevatori di fumo fotoelettrici sono in grado di rilevare un incendio all’inizio della sua fase prima che si trasformi in un incendio vero e proprio.

Il funzionamento dei rilevatori di fumo fotoelettrici può essere equiparato agli allarmi fotoelettrici per porte o finestre . Con gli allarmi per porte e finestre, un fascio di luce invisibile passa da un sensore all’altro. Non sono fisicamente collegati. Quando il raggio si interrompe, l’allarme suona.

Come funzionano i rilevatori di fumo fotoelettrici

Con il rilevatore di fumo fotoelettrico:

  1. Un LED proietta la luce in linea retta attraverso la camera interna.
  2. Un sensore fotoelettrico all’altra estremità rileva la luce, dicendo al sistema che il circuito è completo.
  3. Il fumo entra nell’alloggiamento.
  4. La luce è interrotta dal fumo.
  5. Il fumo fa sì che parte della luce venga reindirizzata a un sensore diverso.
  6. Quando questo altro sensore rileva la luce, suona l’allarme.

Come acquistare e installare un rilevatore di fumo

Sia che tu stia utilizzando un rilevatore di fumo per la prima volta o che tu abbia già fatto così tante volte, l’apprendimento delle basi dell’utilizzo del rilevatore di fumo manterrà te e la tua casa al sicuro in caso di incendio.

Il miglior tipo di rilevatore di fumo da acquistare

La National Fire Protection Association consiglia di installare sia rilevatori di fumo a ionizzazione che fotoelettrici in casa per la massima protezione. Alcuni allarmi combinano sia la ionizzazione che il rilevamento fotoelettrico e molti addirittura si raggruppano in un rilevatore di monossido di carbonio .

Molti rilevatori di fumo alimentati a batteria sono dotati di batterie agli ioni di litio di 10 anni che corrispondono alla durata del rilevatore di fumo; quando la batteria si esaurisce, è il momento di acquistare un nuovo rilevatore . I rilevatori di fumo cablati funzionano con la corrente domestica a 120 V e dispongono di batterie di backup.

Importante per l’acquisto di rilevatori di fumo interconnessi

Un vantaggio dei rilevatori di fumo cablati è che, quando sono interconnessi, tutti gli allarmi suonano contemporaneamente. Questa è una caratteristica di sicurezza molto importante che dovresti cercare quando acquisti qualsiasi tipo di rilevatore di fumo. Alcuni rilevatori di fumo alimentati a batteria possono persino comunicare tra loro. Il codice potrebbe richiedere alle case più recenti di avere rilevatori interconnessi.

È importante cercare rilevatori di fumo interconnessi perché spesso gli incendi non rimangono localizzati: un incendio che inizia in cucina può diffondersi rapidamente in altre parti della casa. Un altro motivo è perché i rilevatori di fumo, sebbene rumorosi, a volte non si sentono da un’estremità all’altra della casa. Le persone anziane e ipoudenti possono avere difficoltà a sentire i rilevatori di fumo remoti.

Modo corretto per installare un rilevatore di fumo

Per codice, come minimo, è necessario installare un rilevatore di fumo in ogni camera da letto. È inoltre necessario installare un rilevatore di fumo all’esterno di ogni camera da letto e su ogni livello della casa. Installare il rilevatore ad almeno 3 metri dalla zona di cottura per ridurre al minimo i falsi allarmi.

Installare il rilevatore di fumo sul soffitto o in alto sulla parete, a non più di 12 pollici di distanza dal soffitto. Tenere lontano da finestre, porte o condotti. Su soffitti a volta, non installare il rilevatore a meno di 3 piedi di distanza dalla sommità del soffitto.

Non dipingere mai un rilevatore di fumo né aggiungere adesivi, colla o qualsiasi tipo di materiale ad esso.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Tutto ciò che devi sapere sulla sostituzione della batteria di un rilevatore di fumo

Nuova tecnologia per la prevenzione dei furti d’auto