in

Come lavare e stirare il ricamo su vestiti e accessori

Vestiti, accessori e arredi per la casa ricamati, fatti a mano o a macchina, presentano punti elaborati realizzati applicando filo su un tessuto di base che può essere cotone, lana, lino, seta o sintetico . I fili possono essere lana, cotone, metallo, seta o acrilico. Come con qualsiasi pezzo abbellito, è necessario prestare attenzione per preservare il lavoro e il tempo investito.

Testare la solidità del colore dei fili da ricamo

Quasi tutti i vestiti e gli accessori ora hanno etichette di cura che ti dicono come pulire l’oggetto. Ma prima di fare qualsiasi cosa con abiti ricamati o pezzi di artigianato cucito, dovresti controllare le fibre del ricamo per la solidità del colore per evitare che i coloranti scorrano. Il test è semplice. Se sono presenti grossi blocchi di colore, inumidisci un pezzo di stoffa bianca con acqua fredda e strofinalo delicatamente su ogni diverso colore del filo nel tuo indumento o accessorio. Se sono presenti aree più piccole, utilizzare un batuffolo di cotone. Se si verifica un trasferimento di colore sul panno o sul tampone bianco, non lavare assolutamente l’indumento o l’articolo perché il lavaggio provocherà scolorimento e sbiadimento. Vai invece in una lavanderia a secco professionale.

Se non c’è trasferimento di colore e il tessuto di base è lavabile, è possibile lavare a mano o in lavatrice gli articoli ricamati con il ciclo delicato seguendo le linee guida dell’etichetta di cura.

Aspirazione e lavaggio a secco domestico

Se il tuo vestito o accessorio ricamato sembra solo opaco, il primo passo per pulire dovrebbe essere l’aspirapolvere. Copri l’estremità del tubo del tuo aspirapolvere con una calza di nylon o una rete leggera. Partendo dalla parte anteriore del pezzo, aspirare lentamente mantenendo l’ugello appena sopra il pezzo. Se l’elemento ricamato è un cuscino con un inserto, capovolgi il rivestimento del ricamo e ripeti il ​​processo sul retro del pezzo. Questo potrebbe essere sufficiente per illuminare l’oggetto e dargli l’aspetto che desideri.

Se l’indumento o l’accessorio è ancora sporco o ha odori forti, sarà necessario pulirlo. Se il pezzo è vintage, ha un grande valore monetario o sentimentale, considera la possibilità di consultare un conservatore tessile professionista. Il tuo museo d’arte locale dovrebbe essere in grado di consigliarne uno.

Se il tuo articolo ricamato non è molto sporco e ha solo bisogno di essere rinfrescato, considera l’utilizzo di un  kit per la pulizia a secco . Assicurati di aver eseguito il test colorfast e poi segui le istruzioni con il kit. Il tuo capo ricamato, cuscino o attaccapanni sarà rinfrescato e non dovrebbe richiedere nient’altro che una leggera pressatura.

Lavaggio delle mani

In primo luogo, pretrattare le macchie visibili seguendo le raccomandazioni specifiche per il tipo di macchia. Lasciare agire lo smacchiatore per almeno 10 minuti prima di lavarsi le mani. Se il tessuto di fondo è opaco e deve essere schiarito o sbiancato, scegli una candeggina a base di ossigeno come OxiClean, mai candeggina a base di cloro. Segui le istruzioni sulla confezione e lascia che il pezzo si impregni per almeno quattro ore per ottenere i migliori risultati.

Per  lavare a mano vestiti ricamati o pezzi decorativi, riempire un lavandino profondo della lavanderia con acqua fredda. È meglio usare acqua fredda per prevenire il sanguinamento della tintura. Assicurati che il lavello sia molto pulito e non abbia residui di detergenti che potrebbero danneggiare il pezzo. Utilizzare un detersivo liquido delicato che si disperderà nell’acqua e lascerà meno residui sul tessuto. 

Metti il ​​tuo capo nell’acqua, assicurandoti che l’intero capo si bagni. Muovi delicatamente l’indumento nell’acqua. Non torcere o strizzare il tessuto. Lasciare che il pezzo rimanga nell’acqua per circa 10 minuti. Quindi, scolare l’acqua di lavaggio e riempire nuovamente il lavandino con acqua fresca. Ripetere lo scarico e il riempimento del lavandino finché l’acqua e il pezzo non saranno privi di sapone.

Se stai lavando un accessorio per la casa ricamato a mano, assicurati che l’intero pezzo sia stabile. Prima di iniziare, misurare l’area completata. Rimuovi il tessuto ricamato dal cuscino, dal poggiapiedi o dal rivestimento. Se i bordi non sono stati finiti, dovrai fissare o cucire i bordi per evitare che il pezzo si srotoli.

Essiccazione e pressatura

Dopo aver lavato a mano i pezzi ricamati, spremere delicatamente l’acqua in eccesso. Arrotolare il pezzo in un asciugamano e strizzarlo delicatamente per rimuovere quanta più umidità possibile. Posizionare l’oggetto su un asciugamano asciutto e lasciare asciugare disteso.

Se il tuo capo o capo deve essere stirato, stira sempre dalla parte sbagliata. Per evitare di appiattire la forma e il design, metti un asciugamano di spugna spesso e morbido (preferibilmente bianco per evitare il trasferimento del colore) sull’asse da stiro sotto l’indumento.

Se devi, per qualche motivo, stirare sul lato destro del ricamo; utilizzare sempre un panno pressato tra il ferro e il ricamo. Ciò eviterà lo strappo dei fili, possibile fusione dei fili che crea una lucentezza sul tessuto.

Macchie di colorante

Molto spesso i fili da ricamo non sono resistenti al colore e si avrà il sanguinamento della tintura. Per rimuovere le macchie dal sanguinamento del colore, seguirai diversi passaggi a  seconda della composizione e delle istruzioni di lavaggio per l’abbigliamento o l’accessorio. Abbi pazienza. Potrebbero essere necessari diversi tentativi per rimuovere il colore in eccesso.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Lavare e disinfettare il bucato del letto ammalato

Recensione del prodotto detergente liquido per bucato Persil ProClean Power