in

Come portare una pianta fuori dalla dormienza

Alcune piante sono molto più facili da svernare nel loro stato dormiente che mantenerle in crescita durante l’inverno. Ma svegliare le piante dormienti in primavera può essere una sfida. Non preoccuparti, in questo post ti mostrerò esattamente come risvegliare le piante dormienti senza ucciderle.

I nostri inverni qui in Minnesota sono molto lunghi e molto freddi. Ho una vasta collezione di piante che svernano in casa ogni anno.

Ma mantenere tutte quelle piante fiorenti durante i lunghi mesi invernali può essere molto faticoso.

Controllare le infestazioni di parassiti delle piante d’appartamento e l’irrigazione, l’irrigazione, l’irrigazione durante questi lunghi mesi a volte può diventare un compito piuttosto impegnativo.

Per rendermi la vita un po ‘più facile durante l’inverno, ci sono alcuni tipi di piante tropicali che lascio andare dormienti proprio nei loro vasi.

Alcune delle mie piante preferite che rimangono dormienti durante l’inverno sono la mia brugmansia , la plumeria , i peperoni e le begonie tuberose .

Durante la loro fase dormiente, le piante richiedono poca cura, il che rende molto più facile lo stoccaggio delle piante invernali! E, dal momento che lasciano cadere tutte le foglie, non c’è bisogno di preoccuparsi degli insetti o della crescita delle foglie con le gambe lunghe.

Per la maggior parte dell’inverno, conservo le mie piante dormienti in una stanza buia e le innaffio con parsimonia (se non del tutto). Poi in primavera le trascino fuori dal seminterrato e comincio a svegliarle (rompo la loro dormienza).

Come portare una pianta fuori dalla dormienza

Ad un certo punto durante febbraio o marzo (ogni volta che ci penso), porterò le piante fuori dalla stanza buia e in una stanza che riceve la luce solare filtrata.

Durante quei pochi mesi, non fa abbastanza caldo per spostare le piante all’esterno, ma permettere loro di vedere un po ‘di luce solare è il loro primo segnale per iniziare a svegliarsi.

Quando costringi le piante a rimanere dormienti durante l’inverno, è meglio svegliarle lentamente in primavera. Se provi a costringerli a svegliarsi troppo in fretta, potrebbe far loro più male che bene … e potrebbe anche essere fatale per la pianta.

Suggerimenti per portare le piante fuori dalla dormienza invernale

  • È meglio non innaffiare eccessivamente una pianta durante il periodo di dormienza, perché potrebbe marcire. Dagli un buon sorso d’acqua quando è ora di iniziare a svegliarlo, ma assicurati che l’acqua in eccesso scoli dalla pentola.
  • Una volta che la pianta inizia a crescere, inizia ad annaffiare come faresti normalmente. Questo è anche un buon momento per dargli una leggera dose di fertilizzante, come il tè di compost o un fertilizzante organico per  uso generale .
  • Non mettere una pianta dormiente direttamente in pieno sole, questo potrebbe bruciare lo stelo e le gemme delle foglie. Quando sposti per la prima volta la pianta all’esterno, posizionala in un punto in cui sarà inizialmente protetta dal pieno sole, vento e pioggia. Quindi spostalo gradualmente nella sua posizione in pieno sole per alcune settimane, dandogli tutto il tempo per abituarsi al sole intenso.
  • Una volta spostata la pianta all’esterno, se la temperatura scende sotto i 45 ° F, riporta la pianta in casa per proteggerla dal freddo.
  • La crescita invernale sarà debole e potrebbe bruciarsi una volta che avrai riportato la pianta in pieno sole. E ‘normale. Puoi scegliere di potare la crescita debole della pianta, ma probabilmente non è necessario.
  • Se la tua pianta ha bisogno di essere rinvasata, questo è il momento perfetto e il rinvaso aiuterà anche a rompere la dormienza nelle piante. La maggior parte delle piante crescerà bene in un terriccio per uso generale , ma puoi cercare il miglior tipo di terreno per la pianta specifica che stai coltivando.
  • Non sentirti male se una pianta dormiente non si sveglia mai! È frustrante ma capita al meglio di noi.

È un po ‘faticoso svernare le piante dormienti e svegliarle in primavera, ma ne vale la pena. Mi godo le mie piante preferite ogni estate ed è molto più economico che acquistare le stesse piante ogni primavera.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Scelta dei materiali da utilizzare per il giardinaggio verticale

Come prendersi cura di una pianta di orchidee