in

Come pulire una vasca da bagno o una doccia interna con una idropulitrice

Hai mai usato una idropulitrice e hai assistito al breve lavoro che può svolgere per rimuovere muschio, sporco o macchie di olio da un vialetto o un passaggio pedonale di cemento? In tal caso, potresti esserti chiesto se l’idropulitrice può anche lavare una vasca da bagno o una doccia interna.

Vasche e docce sono soggette a umidità costante e residui di sapone, il che le rende suscettibili all’accumulo di schiuma e fughe scolorite da muffe e funghi. Se il lavabo, la padella o il rivestimento non sono stati puliti regolarmente, possono raggiungere un livello di sporco che richiede molte ore di lavaggio a mano con un detergente a base di candeggina per ripristinarlo a una condizione come nuova. Qualsiasi metodo per accelerare questo processo è estremamente gradito.

Come una idropulitrice pulisce una vasca o una doccia

L’acqua che entra in casa o sui bavaglini esterni ha una pressione di circa 40-45 psi. I tubi da giardino possono aumentare la pressione da 100 a 200 psi. Ma quando è collegato a un’idropulitrice (o ad alta pressione), la pressione dell’acqua può aumentare di dieci volte rispetto alla pressione del tubo da giardino.

L’idropulitrice elimina lo sporco dalla vasca o dalla doccia solo attraverso l’acqua pressurizzata. Non sono coinvolti né strofinamenti né detergenti.

Esaurendo un bavaglino esterno e mantenendo la idropulitrice all’esterno, si evitano i problemi di perdite o allagamenti che si possono incontrare posizionando la idropulitrice all’interno.

Poiché le vasche e le docce sono dotate di scarichi, tutta l’acqua (ad eccezione del paraspruzzi) consumata dall’idropulitrice viene scaricata in sicurezza.

Precauzioni e considerazioni sulla sicurezza

Una idropulitrice pressurizzata può pulire rapidamente una cabina doccia o vasca da bagno? La risposta è sì: puoi sfruttare l’intenso getto d’acqua della tua idropulitrice e applicarlo su piastrelle interne. Se utilizzata correttamente, un’idropulitrice può pulire meglio di abrasivi, strofinare o pulire a vapore .

Ma molte condizioni e precauzioni devono essere prima considerate:

  • Piastrelle, fughe e giunture calafatate devono essere intatte, senza spazi vuoti. L’acqua pressurizzata può facilmente penetrare in minuscole fessure e raggiungere i materiali delle pareti dietro la piastrella, dove l’umidità può causare gravi danni. L’eventuale acqua all’interno del muro causerà marciumi e muffe, che possono portare a costose riparazioni per correggere danni strutturali ed eliminare i rischi per la salute. Utilizzare il metodo dell’idropulitrice solo se tutte le fughe di piastrelle, stucco e calafataggio sono perfettamente intatte.
  • Il lavaggio a pressione in ambienti interni è molto umido. Nonostante tu stia pulendo all’interno di una vasca o di un box doccia, puoi aspettarti una spruzzatura eccessiva, anche se stai molto attento.
  • Non utilizzare mai un’idropulitrice a gas in ambienti interni. Inoltre, non è sicuro installare un’idropulitrice a gas accanto a una finestra aperta.
  • Usa una idropulitrice elettrica. Il bagno dovrebbe avere una finestra attraverso la quale si può far scorrere il tubo dell’idropulitrice. L’idropulitrice deve essere installata all’aperto. Anche con le idropulitrici elettriche, generalmente non è pratico installare la macchina all’interno del bagno.
  • Il lavaggio a pressione non sostituisce la pulizia ordinaria. Lo spray pressurizzato di una idropulitrice può danneggiare le fughe e le cuciture calafatate, e dovrebbe essere riservato solo a quei lavori di pulizia molto seri in cui la doccia è stata trascurata per molto tempo e il lavaggio a mano è proibitivamente difficile.
  • Non eseguire il lavaggio elettrico se il pavimento del bagno è fatto di un materiale sensibile all’acqua. Legno massiccio, legno ingegnerizzato, bambù, moquette, laminato, sughero: tutti questi materiali per pavimenti rischiano di essere danneggiati dall’inevitabile umidità che fa parte del lavaggio a pressione. Non importa quanto cerchi di isolare la cabina doccia della vasca o di proteggere i pavimenti, è quasi certo che si bagneranno. I migliori materiali per pavimenti sono piastrelle di ceramica impermeabili o pavimenti in vinile; tutti gli altri potrebbero essere danneggiati dall’umidità.
  • Non tentare di eseguire il lavaggio elettrico di pavimenti in ceramica o gres porcellanato. Questa è una tecnica che funziona solo per le pareti della vasca da bagno.
  • Non eseguire il lavaggio elettrico di piastrelle in ceramica che sono state rifinite o rivestite con vernice o un prodotto per rifinitura o lucidatura. È probabile che l’idropulitrice possa scalfire aree del rivestimento.

Il lavaggio elettrico della vasca o della doccia richiede una riflessione, una preparazione e una pulizia considerevoli. Ci sono molti casi in cui non è consigliato. Riservare questo metodo solo per quelle situazioni in cui è appropriato: piastrelle estremamente sporche in cui le giunture di stucco e mastice sono in buone condizioni.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Idropulitrice elettrica con punta a ventola
  • Tubo da giardino
  • Spugna
  • Mop o stracci
  • Tampone abrasivo in nylon

Materiali

  • Fogli di plastica
  • Nastro adesivo

Istruzioni

  1. Prepara lo spazioL’overspray è un sottoprodotto inevitabile del lavaggio a pressione, ma puoi prendere precauzioni contro questo. I fogli di plastica sul pavimento e sul soffitto possono aiutare a mantenere lo spazio più asciutto, ma non rimarranno mai completamente asciutti. Sebbene sia fondamentale cercare di controllare l’overspray, sii preparato per l’umidità in tutto il bagno.Un modo per limitare l’overspray è far passare un muro di teli di plastica davanti alla vasca o alla doccia, tenendolo al soffitto con pali o nastro adesivo. Infila il fondo della plastica nella vasca o nella doccia, in modo che l’acqua possa defluire nella vasca.Puoi anche stendere un foglio di plastica sul pavimento ed estenderlo di 12 pollici sul muro per proteggere la parte inferiore delle pareti e impedire all’acqua di entrare sotto i battiscopa. È anche una buona idea avere un sacco di grandi teli da spiaggia o da bagno nelle vicinanze per asciugare l’acqua. 
  2. Installare l’idropulitrice all’apertoPosiziona l’idropulitrice all’aperto, il più vicino possibile alla finestra del bagno che ti dà accesso alla vasca o alla doccia. Collega un tubo da giardino all’idropulitrice. Fai passare il tubo e l’ugello dell’idropulitrice attraverso la finestra e nel bagno. Collegare l’idropulitrice alla presa GFCI più vicina .avvertimentoNon utilizzare mai un’idropulitrice a gas in ambienti interni. I motori a gas emettono monossido di carbonio mortale e devono essere sempre completamente ventilati durante il funzionamento.
  3. Regolare lo spruzzo e la pressioneAttaccare un ugello a ventaglio all’ugello dell’idropulitrice. Non usare mai una punta appuntita, che può facilmente danneggiare la malta. Impostare la pressione di spruzzatura su un valore basso. Se necessario, puoi aumentare la pressione se l’impostazione iniziale è troppo bassa, ma usa solo la pressione necessaria per pulire la piastrella. 
  4. Spruzzare dall’alto verso il bassoInizia spruzzando nella parte superiore del muro di piastrelle, lavorando in linee orizzontali. Dopo aver completato un passaggio completo, spostati verso il basso di circa 6 pollici e fai un altro passaggio. Partendo dall’alto, ti assicuri che i detriti continuino a spostarsi verso il basso, lontano dalle aree pulite.ManciaPer ridurre al minimo l’overspray, mantenere lo spray a un angolo di 45 gradi rispetto al muro e puntare sempre verso il basso o lateralmente. Vuoi che quanta più acqua possibile ritorni nella vasca e nello scarico.
  5. Pulire a mano le aree inferioriIl bordo inferiore della piastrella, dove la piastrella incontra il pavimento della vasca o della doccia, è sigillato con mastice anziché malta. Mentre scendi fino a questo giunto di mastice, smetti di spruzzare qualche centimetro sopra il mastice per evitare di danneggiarlo. La parte rimanente della piastrella sul fondo deve essere pulita strofinando a mano con un tampone abrasivo di nylon. 
  6. FinisciSpegnere l’idropulitrice e alimentare il tubo di nuovo all’esterno. Rimuovere la pellicola di plastica e pulire la vasca o la doccia con una spugna per rimuovere eventuali detriti e residui che si sono accumulati sul piano della vasca, sui portasapone e su altre superfici orizzontali. Asciuga il pavimento del bagno con uno straccio o degli stracci puliti, se necessario.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come aumentare la pressione della doccia bassa

Codici per il bagno e buone pratiche di progettazione