in

Come pulire una vasca da bagno riverniciata o rifinita

Congratulazioni, hai una vasca da bagno appena rifinita . Il brutto e bucherellato paesaggio marziano che una volta ti incontrava ogni mattina è sepolto sotto strati di vernice lucida e lucida o rivestimento commerciale. Ma una o due settimane dopo, ti trovi di fronte a un problema scomodo che i proprietari di vasche rigenerate devono affrontare: come pulisci la cosa? La risposta breve è spesso, con detergenti delicati e spugne morbide.

Non il rivestimento più resistente

Che tu sia il proprietario di una vasca rifinita in modo fai-da-te o professionalmente , probabilmente hai sentito lo stesso consiglio: usa solo detergenti morbidi, come Formula 409 o Fantastik. Il motivo è che la maggior parte delle rifiniture della vasca da bagno non è il tipo di verniciatura a immersione, in cui la vasca viene rimossa, portata in un negozio e immersa. A meno che tu non abbia pagato migliaia per quel tipo di lavaggio a specchio, la tua vasca da bagno è stata lasciata al suo posto, levigata, pulita, riparata, mascherata e spruzzata con una pistola a vernice o, se l’hai fatto da solo, un rullo e una spazzola. 

Poiché si tratta fondamentalmente di un lavoro di verniciatura, il consiglio di attenersi a prodotti non abrasivi è fondato. L’unico problema è che, affinché i detergenti non abrasivi funzionino, è necessario pulire frequentemente la vasca, prima che si formino schiuma di sapone o depositi di acqua dura. Ma se ti attieni a un programma di pulizia rigoroso basato sull’uso della vasca, non dovresti avere problemi con la regola non abrasiva.

Metodi di pulizia da evitare

Pulizia a vapore

Un pulitore a vapore per uso domestico sembra che eliminerebbe tutto lo sporco e la sporcizia di sapone e senza usare abrasivi. Sfortunatamente, il vapore non riesce a fare il lavoro e potrebbe danneggiare la finitura se ci penetra sotto, attraverso crepe o altri danni. Per questo motivo, non è consigliabile provare a pulire la vasca con un dispositivo di lavaggio.

Potenza di lavaggio

Il lavaggio elettrico, o lavaggio a pressione, è semplicemente troppo potente per tentare su superfici verniciate. È possibile lavare le piastrelle della vasca e della doccia con un’idropulitrice se lo fai bene, ma questo non va bene per vasche rifinite di qualsiasi tipo; potrebbe facilmente portare a un rivestimento scrostato o danneggiato in altro modo e annullerebbe sicuramente qualsiasi garanzia da parte di un rifinitore professionista.

Abrasivi

Gli abrasivi includono detergenti aggressivi o granulosi e spugne ruvide, come i tamponi Scotch-Brite o le spugne con uno strato abrasivo su un lato. La maggior parte delle carrozzerie e dei produttori di rivestimenti per vasche mette in guardia anche contro i prodotti contenenti candeggina o ammoniaca. I detergenti comuni che dovresti evitare includono, ma non sono limitati a:

  • Detergente in polvere, come Comet
  • Amico del custode del bar
  • Eventuali detergenti contenenti ammoniaca
  • Candeggina per uso domestico o detergenti potenziati con candeggina
  • Detergenti in crema abrasivi, anche se dichiarano di essere “morbidi”

Detergenti sicuri per superfici rifinite

La maggior parte delle aziende di rifinitura e dei produttori di rivestimenti per vasche fai-da-te sembrano concordare su alcuni detergenti commerciali che sono sicuri da usare su vasche rifinite:

  • Bolle di lavaggio
  • Formula 409 (senza candeggina)
  • Lysol Tub and Tile Cleaner
  • Liquid Ajax

Puoi anche usare tranquillamente un buon detersivo per piatti vecchio stile, come Dawn o Palmolive.

Strumenti e materiali di cui avrai bisogno

  • Detergente non abrasivo
  • Spugna, panno in microfibra o spazzola in nylon a setole morbide
  • Secchio o contenitore per l’acqua di risciacquo
  • Asciugamano o straccio morbido

Istruzioni

Risciacquare la vasca

Risciacquare la vasca con acqua tiepida per rimuovere i capelli e i residui di sapone in eccesso.

Applicare il detergente

Applicare liberamente il detergente di vostra scelta su tutte le superfici della vasca. Non limitarti a spruzzarlo in una zona con l’intenzione di spargerlo perché il detergente deve avere il tempo di lavorare. Se stai usando il detersivo per i piatti, puoi versarne un po ‘sulla superficie e stenderlo con una spugna.

Lascia che l’addetto alle pulizie si sieda

Lascia il detergente in posizione per circa 5 minuti. Questo aiuta a tagliare i residui di sapone e gli oli e dà anche ai detergenti disinfettanti il ​​tempo di disinfettare (se li pulisci subito non disinfettano correttamente).

Scrub senza abrasivi

Strofina l’intera superficie della vasca con una normale spugna di cellulosa o un panno in microfibra. Se la vasca ha una superficie antiscivolo sul fondo, puoi strofinare quest’area con una spazzola morbida con setole di nylon.

Risciacquare di nuovo

Risciacquare accuratamente la vasca, senza lasciare tracce di detergente. Ciò è particolarmente importante quando si usa il detersivo per i piatti, che può essere pericolosamente scivoloso sulla superficie della vasca. Inoltre, qualsiasi detergente può danneggiare la finitura di una vasca se viene lasciata asciugare sulla superficie.

Asciugare la vasca

Asciugare la vasca con un asciugamano o un panno morbido per rimuovere le gocce d’acqua e lucidare la finitura fino a ottenere una lucentezza come nuova. Ovviamente non lo farai dopo ogni utilizzo, ma è un modo semplice per ripristinare la lucentezza dopo una buona pulizia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Vasche da bagno con piedini in acrilico e ghisa

Guida alle dimensioni di apertura della porta della doccia