in

Come riparare le pareti doccia piastrellate danneggiate dall’acqua

I danni causati dall’acqua si verificano abbastanza spesso sulle pareti piastrellate della doccia e del bagno, specialmente nelle case più vecchie. Nelle case più vecchie, le piastrelle per doccia in ceramica venivano spesso installate direttamente sul muro a secco. Queste pareti sono suscettibili ai danni dell’acqua se le fughe delle fughe della piastrella sviluppano spazi vuoti. Nella costruzione moderna, le piastrelle della doccia vengono generalmente installate con una barriera contro l’umidità sotto una base di pannelli di cemento impermeabile, quindi i danni causati dall’acqua sono un po ‘meno probabili. Anche qui, tuttavia, la mancata manutenzione delle fughe può causare la penetrazione di umidità sotto la piastrella, provocando l’allentamento delle piastrelle. Una malta scadente e un cattivo calafataggio possono portare all’accumulo di umidità, causando muffe, marciume del legno e persino perdite nelle aree di vita sotto la doccia.

Quando si verificano problemi, è più spesso vicino al fondo del box doccia, dove la piastrella incontra il piatto doccia. Affrontare questo problema in anticipo ti farà risparmiare un sacco di soldi, tempo e frustrazione. Il lavoro di riparazione è abbastanza facile per un fai-da-te con una moderata esperienza di miglioramento domestico.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Spatola
  • Barra di leva piatta
  • Coltello multiuso
  • Secchio
  • Sega per cartongesso
  • Sega circolare
  • Raschietto per rasoio
  • Guanti da lavoro
  • Coltello per cartongesso da 6 pollici
  • Spatola dentata
  • Flout float
  • Spugna per malta
  • Pennello in schiuma

Materiali

  • Bordo di cemento
  • Viti per pannelli di cemento
  • Nastro per giunti in lastre di cemento
  • Adesivo per piastrelle a presa sottile
  • Detergente domestico
  • Candeggina (se necessaria)
  • Stucco per piastrelle
  • Sigillante per piastrelle
  • Mastice al silicone al 100%

Istruzioni

  1. Valuta i danniNon ha senso riparare i danni che si ripresenteranno, quindi il primo passo è determinare la causa del danno al muro. Nella maggior parte dei casi, questo può essere ricondotto a malta sciolta, mancante tra le piastrelle o calafataggio mancante. Questi problemi consentono all’acqua della doccia di penetrare nel muro e causare danni, e si trovano generalmente in basso sulla parete della doccia, dove la piastrella incontra il piatto doccia.I segni di umidità includono: muffa, malta scolorita, piastrelle sciolte e mastice scrostato. Se noti questi sintomi, hai riscontrato il danno causato dall’acqua. Fortunatamente, i danni causati dall’acqua causati dalla mancanza di malta o da un cattivo calafataggio sono di solito abbastanza facili da riparare.Raramente, i danni causati dall’acqua a un muro di piastrelle possono essere causati dalla fuoriuscita di tubi all’interno del muro. In questo caso, il danno è solitamente limitato alla parete in cui si trovano il soffione e il rubinetto e può essere trovato ovunque sul muro, non solo vicino alla base. Ciò indica un problema idraulico più serio che deve essere risolto prima di riparare il muro danneggiato o nello stesso momento in cui si apre il muro per ripararlo. 
  2. Rimuovi tessere Una volta trovato il danno, inizia a rimuovere le tessere interessate . A seconda della gravità del danno, potresti essere in grado di rimuovere con cura queste tessere a mano. In caso contrario, usa la spatola o una piccola leva piatta per staccare lentamente le piastrelle. È meglio inserire con attenzione lo strumento sotto un angolo, quindi muoverlo delicatamente verso gli altri angoli. Idealmente, si desidera rimuovere le piastrelle per esporre completamente il muro a secco danneggiato sottostante, così come parte del muro a secco solido e intatto intorno all’area danneggiata. Le piastrelle possono essere più difficili da rimuovere ai bordi dell’area danneggiata, dove sono ancora abbastanza ben legate al solido muro a secco.Prenditi il ​​tuo tempo quando rimuovi le piastrelle, per evitare di romperle. Una volta rimosse, posizionare le piastrelle in un secchio contenente acqua calda mescolata con detergente domestico. Queste tessere dovranno essere pulite poiché verranno riutilizzate. 
  3. Ritaglia il muro a seccoCon le piastrelle rimosse, dovresti vedere il muro a secco esposto. Il muro a secco morbido e danneggiato di solito può essere semplicemente rotto a mano. Una volta rimosso questo muro a secco danneggiato, segnare linee di taglio diritte sul muro a secco intatto rimanente. Taglia lungo questa linea segnata con un taglierino o una sega per cartongesso e rimuovi il muro a secco.Rimuovere tutte le viti o i chiodi nell’area rimossa. Se uno qualsiasi dei montanti di legno appare bagnato e ammuffito, puoi pulirlo con una soluzione di candeggina ad acqua. Lasciare asciugare completamente il legno e la cavità del muro. Se scopri che il legno è marcio, dovrai sostituirlo. Anche l’isolamento umido o ammuffito dovrà essere sostituito.Infine, utilizzando un raschietto per raschiare via il vecchio mastice dal piatto della doccia o dal pavimento. 
  4. Pulisci le piastrelleLe piastrelle devono essere prive di residui di cartongesso o vecchio adesivo prima di essere riutilizzate. Puoi pulirli immergendoli in acqua tiepida mescolata a un detergente domestico, quindi utilizzando una spatola per raschiare via il vecchio adesivo. Se l’adesivo è mastice (non a base di cemento), prova a far bollire le piastrelle in acqua per alcuni minuti prima di utilizzare la spatola o il raschietto. Le piastrelle diventeranno molto calde, quindi assicurati di indossare i guanti quando le rimuovi dall’acqua bollente.  
  5. Taglia e installa una toppa in cementoSuccessivamente, taglierai e installerai una toppa in cemento per adattarla all’area in cui viene rimosso il muro a secco. Il pannello di cemento dovrebbe avere lo stesso spessore del muro a secco, ad esempio, pannello di cemento spesso 1/2 pollice se il muro a secco è lo spessore standard di 1/2 pollice.Taglia un pezzo di pannello di cemento per adattarlo al ritaglio del muro, lasciando uno spazio di 1/4 di pollice tra il pannello di cemento e il muro a secco circostante. Il pannello di cemento può essere facilmente tagliato con una sega circolare.Fissare il pannello di cemento alle borchie con viti per pannelli di cemento. 
  6. Nastro e fango il giuntoApplicare nastro adesivo per giunti a rete in cemento autoadesivo al giunto cartongesso-cemento. (Non utilizzare nastro a rete per cartongesso standard.)Seguendo le indicazioni del produttore, mescolare adesivo sottile, quindi riempire le cuciture attorno al cerotto con adesivo, utilizzando un coltello per cartongesso da 6 pollici. Assicurati che la cucitura sia piatta e liscia in modo che la piastrella rimanga piatta. Lascia asciugare completamente l’adesivo sottile.ManciaPer piccoli lavori come questo, prendi in considerazione l’utilizzo di adesivo premiscelato sottile e malta premiscelata, che vengono forniti in comode vasche da 1 quarto.
  7. Reinstallare il riquadroMescolare più adesivo a presa sottile e applicarlo in modo uniforme sulla parete con una spatola dentata. Posizionare le piastrelle pulite nel letto adesivo, allineando i giunti di stucco con la piastrella esistente. Utilizzare distanziatori di plastica tra le piastrelle per mantenere le fughe uniformi.Lascia asciugare l’adesivo, quindi stuccare la piastrella con uno stucco che corrisponde alla piastrella originale. Non stuccare tra la fila inferiore di piastrelle e il piatto doccia o il pavimento. Lascia che la malta si stabilizzi come indicato dal produttore.Concludere l’installazione sigillando le fughe con un sigillante consigliato. Potresti cogliere l’occasione per pulire e sigillare lo stucco durante la doccia, in quanto ciò aiuterà il nuovo stucco a fondersi con il vecchio. 
  8. Sigilla le articolazioniUna volta che il sigillante è asciutto, sigillare lo spazio tra la piastrella e il piatto doccia o il pavimento con un cordone continuo di mastice siliconico al 100%. La calafataggio di questo giunto è fondamentale per mantenere l’acqua fuori dalla parete della doccia e prevenire futuri danni causati dall’acqua. Quindi è importante utilizzare mastice siliconico di alta qualità e garantire una tenuta completa. Evita di usare un mastice standard in lattice / acrilico, anche se è etichettato “vasca e piastrelle”.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Rimuovere lo stucco dalle piastrelle in pochi semplici passaggi

Metodo miracoloso: questo leader del settore dovrebbe rifinire la tua vasca?