in

Come riparare le superfici scrostate sugli armadi Thermofoil

Simili ai comuni armadi in laminato, gli armadi a termofoil sono costruiti con uno strato di vinile plastico laminato su un’anima in MDF (pannello di fibra a media densità). Entrambi gli armadi standard in laminato e termofilati possono imitare efficacemente l’aspetto degli armadi in legno, ma generalmente costano notevolmente meno. Questa economia ha un prezzo, tuttavia, poiché qualsiasi prodotto in legno lamellare corre il rischio di delaminazione e lo strato molto sottile di materiale in PVC utilizzato nel processo di termofilatura è particolarmente incline alla pelatura.

Impiallacciatura di legno vs laminato plastico vs Thermofoil

Ogni volta che hai un materiale laminato o impiallacciato, corri il rischio di delaminazione. Ad esempio, non è raro che i mobili realizzati con impiallacciatura di legno duro laminata a un’anima di legno massiccio inizino a staccarsi dopo alcuni anni. Il traffico, l’uso e il contatto con l’acqua o l’umidità non faranno che accelerare il processo. Lo stesso vale per i mobili in laminato plastico, dove anche gli strati di plastica legati all’anima in MDF possono delaminare e separarsi.

Ma gli armadi termofoil sono particolarmente inclini alla delaminazione. Thermofoil è un sottile materiale vinilico in PVC che viene applicato all’MDF sia sotto pressione che sotto il calore. Mentre il legame tra il thermofoil e l’MDF ha un’integrità a breve termine, a lungo termine questo legame può fallire. Il Thermofoil è un materiale considerevolmente più sottile (ed economico) dell’impiallacciatura di legno o dell’impiallacciatura di laminato e quindi è molto più suscettibile al peeling.

Il calore, l’umidità o una combinazione dei due spesso sono sufficienti per allentare il legame tra lo strato sottile di termofoil e il nucleo in MDF. I falegnami e gli installatori di mobili riportano lo stesso schema: la delaminazione del termofoil si verifica comunemente sulle superfici dell’armadio situate sopra le caffettiere, i tostapane, i tostapane ei forni a convezione. Nei bagni, gli equivalenti sono arricciacapelli e asciugacapelli. Poiché i bagni sono ambienti ad alta umidità, l’umidità e il contatto diretto con l’acqua non farà che esacerbare il processo di delaminazione.

Riparazione vs sostituzione

Mentre la delaminazione dell’impiallacciatura di legno o degli armadi in laminato standard è generalmente abbastanza facile da riparare, la decisione diventa un po ‘più difficile con gli armadi termofoil, specialmente se il peeling è diffuso.

Se i tuoi armadi a termofilatura mostrano danni localizzati concentrati solo su uno o due armadietti, o in luoghi soggetti a calore e umidità costanti, potresti voler procedere con la riparazione. Il rabbocco dello strato termofoil non è difficile da eseguire utilizzando cemento di contatto e morsetti. Ma se questo è un problema che riguarda tutta la cucina, dovresti considerare di sostituire completamente i tuoi armadi o installare nuovi pannelli frontali di porte e cassetti. A meno che tu non abbia una ragione finanziaria pressante per scegliere la riparazione dell’intera cucina, potresti risparmiare il fastidio e ricominciare da capo con nuovi armadi. Se le scatole dell’armadio sono in buone condizioni ma le ante dell’armadio si stanno staccando, la soluzione migliore è acquistare nuove  ante dell’armadio .

Se l’MDF stesso è gonfio o è in qualsiasi condizione diversa da quella completamente piatta e liscia, non ha davvero senso provare a riparare gli armadietti. L’MDF deformato non può essere levigato, piallato o levigato in altro modo.

Con pochi semplici strumenti e materiali, puoi riparare il thermofoil. Fintanto che il nucleo in MDF è in buone condizioni, fornisce una superficie accettabile per la ricollegamento dello strato di termofoil.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Pennello usa e getta
  • Pinze da falegname
  • Rottamare materiali morbidi come stracci, moquette, ecc.

Materiali

  • Cemento di contatto come il cemento di contatto Weldwood di DAP
  • Brevi pezzi di legno di scarto, come 1×4

Istruzioni

  1. Tirare indietro lo strato ThermofoilChiedere a un assistente di tenere il foglio termico peeling lontano dall’MDF. Fare attenzione a non tirare troppo lontano o ad angolo acuto, poiché il vecchio termofoil può staccarsi o rompersi. 
  2. RaschiareRaschiare via il cemento essiccato dal nucleo in MDF. 
  3. Applicare il cemento a contattoMentre un aiutante tiene il thermofoil separato dall’MDF, ricoprire sia la parte posteriore del thermofoil che la parte superiore del nucleo dell’MDF con cemento di contatto, utilizzando una spazzola monouso.Fare attenzione ad applicare il cemento di contatto vicino ai bordi dell’area da riparare. È fondamentale che entrambe le superfici siano rivestite con cemento a contatto.
  4. Aspetta di premereNon premere immediatamente il termofoil sul nucleo in MDF. Le istruzioni sul cemento specificheranno quanto tempo è necessario attendere prima di premere insieme i due materiali. È comune un periodo di asciugatura di circa 15 minuti. Le superfici devono essere asciutte al tatto o non si attaccheranno. 
  5. Press Together and SecurePremi insieme i due materiali. Tenere saldamente in posizione per circa un’ora. Utilizzando i materiali morbidi come protezione sulla faccia del termofoil, inserire il lavoro tra due pezzi piatti di cartone di scarto tenuti in posizione con morsetti da falegname . 
  6. PulireÈ possibile rimuovere il cemento di contatto in eccesso dai bordi dell’area da riparare strofinandolo delicatamente con le dita per “riempirlo”, quindi eliminare quei pezzetti gommosi di cemento di contatto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

12 opzioni di vernice blu navy per armadi da cucina

Portare gli armadi da cucina al soffitto: cosa considerare