in

Come scegliere le plafoniere della cucina generale e dell’area di lavoro

Illuminare più che solo la stanza

L’illuminazione del soffitto della cucina è un affare complicato. Con la maggior parte delle stanze della tua casa, stai cercando di illuminare la stanza in generale. Quindi, quando è necessario illuminare aree specifiche di queste stanze, come luoghi di lettura, macchine da cucire, aree di officine, punti di ristoro e così via, è abbastanza facile aggiungere una luce da lavoro o una lampada da terra o da tavolo. In cucina è un’altra cosa. Le lampade da terra non trovano posto in una cucina e solo in casi molto rari una lampada da tavolo funzionerà. Pertanto, l’illuminazione del soffitto della cucina deve spesso svolgere due funzioni contemporaneamente:

  • Illuminazione generale o illuminazione ambientale : illuminazione del soffitto abbastanza potente da illuminare l’intera area della cucina
  • Illuminazione da lavoro o illuminazione da lavoro: luci che illuminano zone piccole e specifiche, come isole e aree di preparazione e cottura del piano di lavoro

Alcuni tipi di soffitto della cucina lampade sono buone per l’illuminazione generale, e altri sono buoni per l’illuminazione di lavoro, ma nessuno lo fanno entrambi molto bene. Ciò significa che spesso è necessario utilizzare diversi tipi di illuminazione per illuminare sia l’area generale che le zone di lavoro.

Illuminazione da incasso

La soluzione classica al problema dell’illuminazione della cucina è l’illuminazione ad incasso. A volte vengono chiamate luci lattine. Con diametri popolari di 4, 5 e 6 pollici, le luci da incasso forniscono un’illuminazione più che sufficiente a determinate aree richieste del piano di lavoro o dell’isola della cucina. Ma un problema con l’illuminazione ad incasso è l’ombreggiatura. Le luci da incasso puntano verso il basso e qualsiasi cosa si trovi sul percorso della loro luce, sia esso un pensile o una persona che lavora al bancone, crea un’ombra sotto l’ostruzione.

Il vantaggio principale delle luci ad incasso è che sono a filo del soffitto e non occupano spazio fisico o visivo. Tuttavia, questo crea uno svantaggio: non c’è luce che viene proiettata sul soffitto, il che aiuta a illuminare lo spazio. Anche i vecchi apparecchi di illuminazione da incasso erano famigerati perditempo perché lasciavano che il calore della stanza si disperdesse nell’attico, ma gli attuali apparecchi AT (ermetici) e IC (possono essere coperti con isolamento) non hanno le stesse penalità energetiche.

Illuminazione della pista

L’illuminazione a binario fornisce una buona illuminazione per la cucina ed è diventata popolare negli ultimi decenni. L’illuminazione a binario ha molte delle stesse buone qualità dell’illuminazione ad incasso, con meno difetti dell’illuminazione ad incasso. L’illuminazione a binario è installata sulla superficie del soffitto e le singole lampade lungo il binario possono essere spostate facilmente ovunque sia necessario. Inoltre, questi singoli dispositivi possono essere aggiunti o rimossi se hai bisogno di più o meno luce.

Le luci della pista hanno lo stesso problema di ombreggiamento delle luci ad incasso. Ma poiché le luci della pista possono essere spostate, è possibile riposizionare una luce in avanti o indietro per ridurre al minimo le ombre. Una cosa a cui prestare attenzione è l’illuminazione a binario “a bassa tensione” che utilizza lampadine alogene ultra luminose e a basso consumo energetico. I proiettori a binario che utilizzano lampadine a LED ad alta efficienza energetica consumano molta meno energia, producono meno calore e (come gli alogeni) possono essere piccoli e produrre comunque molta luce.

Apparecchi da incasso

I plafoniere da incasso sono ottimi strumenti per l’illuminazione generale. I tipi migliori fanno brillare la luce in tutte le direzioni, anche verso il soffitto. Gli apparecchi a soffitto da incasso sono ottimi quando si entra per la prima volta in una stanza. Spingi l’interruttore e all’improvviso puoi vedere dove stai camminando. D’altra parte, non fanno molto per illuminare i banconi. Inoltre non offrono luce focalizzata o regolabile, come fanno i proiettori a binario.

Sospensioni a sospensione

Una risposta al dilemma dell’illuminazione del soffitto della cucina è installare lampade a sospensione a sospensione. I ciondoli sospesi portano le luci appena sopra il livello della testa e sono spesso regolabili verticalmente. I pendenti possono essere fissati in posizione o possono essere inseriti in binari di illuminazione a binario.

Un consiglio per quanto riguarda le lampade a sospensione da cucina : usatele con parsimonia. Le luci da incasso possono essere moltiplicate quasi all’infinito perché sono montate a filo soffitto e non sono molto evidenti. Tuttavia, poiché le luci a sospensione pendono, aggiungerne più di tre o quattro inizia a far sembrare la cucina disordinata. Ma se le tue lampade a sospensione sono distanziate in modo intelligente, illumineranno adeguatamente la maggior parte delle superfici di lavoro. Le aree critiche che non possono raggiungere sono i controsoffitti sotto i pensili.

Illuminazione sottopensile

Indipendentemente dal tipo di plafoniera che utilizzi, probabilmente avrai bisogno di un’illuminazione da lavoro che risplenda direttamente dai pensili. Questa è la migliore illuminazione da lavoro perché non c’è nulla per creare ombre e la luce può essere molto brillante e focalizzata senza proiettare una luce intensa nell’area della cucina principale. Gli apparecchi sottopensile sono eleganti ed essenzialmente invisibili una volta installati. Scegli apparecchi a LED per le migliori prestazioni di illuminazione ed efficienza energetica.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Le piastrelle galleggianti sono una buona opzione per i pavimenti in piastrelle a mortaio?

Recensione Backsplash tappetino adesivo: pro e contro