in

Le piastrelle galleggianti sono una buona opzione per i pavimenti in piastrelle a mortaio?

La malta , la spaziatura e la stuccatura di porcellana o piastrelle di ceramica sono i maggiori ostacoli per il proprietario di casa fai-da-te e aspirante piastrellista. 

Quindi l’idea di installare piastrelle di ceramica come si farebbe con un pavimento in laminato o vinile, cioè unendo da piastrella a piastrella, non fino al substrato, è un’idea molto allettante. 

Sebbene sia un’ottima idea, come funziona nel mondo reale?

Cos’è un pavimento in piastrelle galleggianti?

In generale, un pavimento flottante composto da qualsiasi materiale, sia esso legno, laminato o ceramica, è uno che non è attaccato al sottopavimento; i singoli pezzi sono attaccati lateralmente a se stessi.

Significa un pavimento meno stabile strutturalmente? Affatto. I pavimenti galleggianti  sono stati installati in milioni di case e funzionano perfettamente. L’unica differenza è che, fino a poco tempo fa, erano limitate principalmente ai pavimenti in laminato.

Il motivo è dovuto al fatto  che le piastrelle di ceramica e gres porcellanato  non hanno un modo semplice per collegare i lati. Una cosa è costruire assi del pavimento in laminato con una funzione di blocco a scatto sui lati, ma la ceramica e la porcellana non scattano e si bloccano.

Piastrelle per il fai da te: nessun compito facile

I professionisti delle piastrelle non hanno problemi a maneggiare la malta per piastrelle: è qualcosa che fanno ogni giorno. Un proprietario di casa che non ha mai toccato la roba, tuttavia, potrebbe avere difficoltà a lavorare.

A meno che non si acquisti una malta per piastrelle premiscelata, può essere difficile miscelare alla giusta consistenza. Applicare la malta per piastrelle sul pannello di supporto in cemento o su un altro sottofondo può essere complicato. Si suppone che le spatole dentate regolino il flusso della malta al fondo; ma con una mano inesperta, il mortaio può diventare troppo sottile o troppo spesso.

Quindi, la soluzione va molto lentamente? Non sempre. Non hai tutto il giorno per questo: aspetta troppo a lungo e la malta per piastrelle si irrigidisce. Inoltre, c’è il problema di spaziare correttamente le piastrelle. Il piastrellista novellino può utilizzare distanziatori di plastica, che rallentano il processo di piastrellatura, oppure possono “osservarlo”, il che non è saggio considerando la loro mancanza di esperienza. Le piastrelle spaziano troppo vicine e non avrai posto per la malta delle piastrelle ; piastrelle spaziali troppo distanti e lo stucco si spezzerà.

Questi sono tutti motivi per cui i proprietari di case nervosi per il processo spesso si rivolgono giustamente ai professionisti, ma i pavimenti in piastrelle galleggianti promettono di farla finita con molti di questi problemi.

avvertimento

Infine, come notato dal presidente Van Conners di Kwik-Tile, il “lippage” è un altro problema per i piastrellisti fai da te. Si riferisce all’allineamento verticale delle piastrelle adiacenti. Su una base morbida di malta, è facile posare una piastrella più in alto rispetto alla piastrella successiva. Il risultato non è solo un pavimento poco attraente, ma un pericolo per la sicurezza di chi cammina sul pavimento.

Più simile al pavimento in laminato

Van Conners di Kwik-Tile descrive giustamente la piastrella flottante come un prodotto che vedi “installato professionalmente dagli” installatori di pavimenti in laminato ” .

Quando ci si pensa in questi termini, dà ai pavimenti in piastrelle galleggianti un nuovo focus. Anche se questa è una vera piastrella, è più un lavoro per i ragazzi dei pavimenti in laminato che per i piastrellisti. Ad esempio, le piastrelle galleggianti funzionano solo per pavimenti e non per altre applicazioni. Bordi della vasca, piatti della doccia , pareti: sono ancora tutti lavori per piastrelle installate in modo convenzionale e malta.

Il vassoio di base

Le piastrelle galleggianti si collegano tra loro tramite vassoi di base in plastica. Ogni produttore ha un metodo leggermente diverso, ma generalmente è lo stesso in quanto il vassoio di plastica è fissato saldamente alla piastrella e scatta nel vassoio di base della piastrella adiacente.

Poiché i vassoi spaziano automaticamente le piastrelle, non è necessario eseguire il bulbo oculare o utilizzare distanziatori in plastica . I pavimenti in piastrelle galleggianti sono perfettamente allineati.

Dopo l’installazione, la malta viene applicata tra le piastrelle e, poiché questa malta è a base acrilica, non è necessario sigillarla .

Benefici

Il pavimento in piastrelle galleggianti è molto seducente per il nuovo piastrellista. Dopo tutto, cosa potrebbe esserci di più facile che unire le tessere insieme ?

  • Non c’è mortaio.
  • Non ci sono problemi di spaziatura.
  • Il vassoio di plastica fornisce una base su cui appoggiare ogni piastrella.
  • Non c’è bisogno che la malta si asciughi.

Svantaggi

Ci sono state lamentele per la rottura delle piastrelle. La malta per piastrelle fornisce una base solida e continua per la piastrella, ma i vassoi di base hanno spazi vuoti che consentono alla piastrella di rompersi quando viene esercitato il peso sulla piastrella. Altre preoccupazioni includono:

  • Non c’è malta, ma devi ancora stuccare le piastrelle.
  • Ci sono state numerose lamentele sulla rottura dei pavimenti in piastrelle galleggianti a causa degli spazi all’interno del vassoio di base in plastica. La maggior parte delle lamentele sulle crepe dei pavimenti in piastrelle galleggianti sembrano coinvolgere oggetti molto pesanti, come i frigoriferi. Alcuni piastrellisti, tuttavia, riferiscono di crepe anche dopo aver camminato sul materiale.
  • Non è possibile tagliare strisce sottili di piastrelle galleggianti. Le strisce inferiori a circa 3 pollici non sono stabili.
  • Colori e stili limitati.
  • Il costo elevato allontana la maggior parte dei consumatori. Aspettatevi di pagare $ 17 per piede quadrato per una piastrella dall’aspetto mediocre che altrimenti costerebbe $ 3,00 se non fosse una “piastrella galleggiante”.

Ci sono due principali produttori di piastrelle galleggianti:  Kwik-Tile  e Snapstone . Kwik-Tile ha sede a Dalton, Georgia, e Snapstone a Omaha, Nebraska. Kwik-Tile e SnapStone forniscono entrambi piastrelle pre-incollate ai vassoi.

Le piastrelle galleggianti sono consigliate?

In poche parole, no. Questo è un prodotto che mostra grandi promesse, ma nessun produttore è ancora riuscito a farlo funzionare.

Se hai uno spazio molto piccolo da piastrellare, come una lavanderia, e davvero non sopporti l’idea di lavorare con malta e malta, potresti trovare utile le piastrelle galleggianti.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Nozioni di base sulle ante dell’armadio a lastra

Come scegliere le plafoniere della cucina generale e dell’area di lavoro