in

Come scegliere lo zerbino giusto?

Lo zerbino è un tappeto solitamente di piccole dimensioni, utilizzato per permettere a chi accede in un determinato luogo di pulire le sue scarpe ed evitare di portare la sporcizia presente sotto le suole all’interno dello stesso. In genere, questi tappeti vengono posizionati sulla soglia dell’ingresso delle case oppure dei negozi e delle attività, ma è possibile trovarli anche in prossimità di terrazze e giardini. Oltre a preservare l’igiene degli interni, lo zerbino ormai è diventato un vero e proprio complemento d’arredo, oltre ad esprimere il brand e l’identità aziendale quando viene personalizzato con il logo.

Zerbino da interno e da esterno

Per scegliere lo zerbino giusto bisogna considerare in primo luogo dove si intende posizionarlo, se all’esterno oppure all’interno. Quelli da esterno, infatti, devono essere scelti tra i modelli realizzati in materiali particolarmente resistenti, in quanto la loro durata è condizionata anche agli agenti atmosferici ai quali vengono sottoposti, come la pioggia ed il sole. In genere, per questi motivi, gli zerbini posti all’esterno vengono realizzati in PVC, un materiale che resiste alle intemperie ed alla polvere. Inoltre, essi sono molto spessi, in modo da non sollevarsi dal suolo nemmeno con il vento forte. In alternativa, è possibile optare per soluzioni in gomma, dalle caratteristiche simili. Per gli interni, come gli usci degli appartamenti nei condomini, o per gli esterni coperti, è possibile scegliere tra un’ampia varietà di zerbini, in quanto essi non devono resistere a pioggia, neve, sole ecc., ma si tratta di assecondare il proprio gusto estetico. I più utilizzati sono quelli in fibra di cocco, un materiale in grado di pulire le scarpe in modo efficace e che resiste bene all’umidità, tuttavia si tratta di un materiale che si deteriora facilmente se esposto ai raggi del sole. Si può scegliere tra cocco naturale oppure cocco agugliato, cioè miscelato con fibre sintetiche. Quest’ultima soluzione è indicata per evitare che lo zerbino possa sfibrarsi con facilità.

Come scegliere lo zerbino

Dopo aver scelto il materiale dello zerbino, in base a dove esso dovrà essere posizionato, bisogna prendere in considerazione altri fattori per una scelta giusta. La prima cosa da fare è prendere le misure, in base alle dimensioni della porta, alla profondità dell’area e tenendo in considerazione anche lo spessore del tappeto. In genere gli zerbini da esterno vengono realizzati nella dimensione standard di 60×40 cm, perché fa riferimento alle misure delle porte più comuni, in alternativa è possibile cercare zerbini di altre dimensioni oppure preferire dei materiali venduti a metro in modo da ottenere un prodotto personalizzato in base alla misura desiderata. Per quanto concerne la forma, i tappeti da ingresso più comuni sono quelli rettangolari oppure a mezzaluna, ma negli ultimi anni si sono diffusi anche zerbini dalle forme più originali, che richiamano animali, zampe, fiori ed altro. Gli zerbini sintetici, inoltre, vengono realizzati anche in diversi colori o pattern fantasia. In più, c’è anche la possibilità di personalizzare gli zerbini aggiungendo frasi spiritose, disegni, o in caso di attività commerciali, il logo oppure un messaggio di benvenuto che possa accogliere il cliente.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

5 attori di Hollywood che hanno casa in Italia

Alcuni consigli per arredare la camera da letto