in

Come sostituire una presa di corrente standard da 120 Volt

Le prese standard da 120 volt sono generalmente disponibili con due amperaggi: 15 amp e 20 amp. Sembrano abbastanza simili, ma su una presa da 20 A, uno degli slot verticali ha una forma a “T”. In questo modo è possibile collegare le spine speciali su alcuni apparecchi che richiedono più alimentazione. I cavi e gli apparecchi standard possono anche essere collegati a prese da 20 ampere. Quando si sostituisce un ricettacolo, acquistarne uno che assomigli esattamente a quello vecchio e abbia lo stesso valore di amperaggio. Soprattutto, non installare mai una presa da 20 amp su un circuito da 15 amp. 

Identificazione della potenza del circuito

Oltre alla potenza nominale della presa (15 amp o 20 amp), il cablaggio del circuito e l’interruttore del circuito sono indizi importanti per l’amperaggio del circuito. Il cablaggio del circuito (di solito cavo non metallico (NM) o Romex) su circuiti da 20 amp utilizza un filo di calibro 12 e solitamente ha una guaina esterna gialla. Il cavo per circuiti da 15 A ha un filo di calibro 14 e in genere ha una guaina bianca. L’interruttore di circuito su un circuito da 20 A deve essere contrassegnato con un “20”, che indica un valore nominale di 20 A; allo stesso modo, un circuito da 15 ampere deve avere un interruttore contrassegnato con “15.”

Quando sostituire una presa di corrente

I recipienti di uscita possono usurarsi nel tempo. I contatti metallici all’interno della presa possono perdere la loro elasticità nel tempo e smettere di afferrare i poli sui cavi dell’apparecchio. Oppure, l’involucro di plastica sul ricettacolo può sviluppare crepe o scheggiature: questo è particolarmente comune sui recipienti più vecchi, che utilizzano una forma fragile di plastica (nota come bachelite) piuttosto che la plastica vinilica più resistente utilizzata sui recipienti moderni. A volte, la sostituzione può avvenire per semplici motivi estetici, ad esempio la sostituzione di vecchi contenitori marroni con contenitori bianchi o avorio che sono più piacevoli su una parete di colore chiaro.

Le prese GFCI a volte si guastano nel tempo, per nessun motivo diverso dal fatto che forse sono state ripristinate troppe volte. La sostituzione di una presa GFCI non è davvero diversa dalla sostituzione di una presa standard, sebbene sia importante assicurarsi che i fili siano ricollegati esattamente allo stesso modo della vecchia presa.

Considerazioni sulla sicurezza

Prese da 15 amp e 20 amp: i fai -da-te a volte sono confusi sull’uso di prese da 15 e 20 amp. In effetti, è perfettamente accettabile che le prese da 15 ampere siano installate su un circuito da 20 amp. Molti elettricisti professionisti lo fanno come pratica standard. Perché è sicuro? Poiché un piccolo apparecchio collegato a una presa da 15 A generalmente non è in grado di assorbire abbastanza potenza, sovraccaricare i fili da 12 gauge su un circuito da 20 A. Per i circuiti da cucina da 20 A, ad esempio, dotare il circuito di prese da 15 A riduce la possibilità che diversi piccoli elettrodomestici collegati contemporaneamente sovraccarichino il circuito.

Ma la situazione è molto diversa se una presa da 20 A è installata su un circuito da 15 A cablato con un filo di calibro 14. Qui c’è la possibilità di collegare un apparecchio più grande, che può assorbire energia sufficiente per sovraccaricare i cavi.

Nella maggior parte delle case, le prese da 20 amp sono piuttosto rare, anche su circuiti da 20 amp. Queste prese sono riservate alle prese in cui è probabile che venga utilizzato un apparecchio per servizio pesante, come riscaldatori di ambienti o grandi utensili elettrici a motore. E non dovrebbero MAI essere installati su un circuito da 15 amp.

Recipienti antimanomissione : Il codice elettrico ora richiede che tutte le prese standard essere dotati di recipienti a prova di manomissione. Questa è una misura di sicurezza che impedisce ai bambini di inserire oggetti nelle fessure della presa e di ricevere uno shock mortale. Sebbene le prese vecchio stile senza gli slot antimanomissione possano ancora essere acquistate, si consiglia di acquistare e installare prese più recenti con il design di sicurezza richiesto dal codice.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Cacciaviti
  • Tester di tensione senza contatto
  • Pinze ago
  • Spelafili (se necessario)

Materiali

  • Presa sostitutiva da 15 o 20 amp

Istruzioni

  1. Spegni l’alimentazioneSpegnere l’alimentazione al circuito della presa spegnendo l’interruttore di circuito appropriato nel pannello di servizio principale della vostra casa (scatola dell’interruttore).  
  2. Prova di potenzaUtilizzare un tester di tensione senza contatto  per controllare l’alimentazione nella posizione della presa: inserire la punta della sonda del tester in ciascuna delle fessure della presa. Il tester non dovrebbe indicare alcuna tensione.AttenzioneAssicurati che il tuo tester di tensione abbia batterie funzionanti e funzioni correttamente usandolo per testare una presa o un interruttore che sai sia attivato. Alcuni tester si accendono quando rilevano la corrente, altri emettono un suono udibile, alcuni fanno entrambe le cose.
  3. Apri l’OutletRimuovere la vite centrale sulla piastra di uscita , quindi rimuovere la piastra di copertura. Testare nuovamente l’alimentazione inserendo la sonda del tester di tensione negli spazi lungo il corpo della presa e toccando tutti i fili all’interno della scatola elettrica, usando solo il tester (non le mani). Il tester non dovrebbe indicare alcuna tensione.  
  4. Esamina il cablaggioRimuovere le viti di montaggio che fissano la cinghia della presa alla scatola elettrica ed estrarre delicatamente la presa dalla scatola, afferrando la presa dalle “orecchie” superiore e inferiore della presa.Esaminare la configurazione dei cavi. Nella maggior parte dei casi, vedrai tre colori dei fili attaccati alla presa. I fili neri sono fili “caldi” che trasportano tensione in tensione; questi dovrebbero essere fissati ai terminali a vite color ottone sulla presa. I fili bianchi sono fili neutri e di solito sono collegati ai terminali a vite color argento. I fili di rame nudi (o talvolta fili isolati verdi) sono fili di terra; uno di questi deve essere fissato alla vite di messa a terra verde sulla presa. Un altro filo di messa a terra corto (noto come pigtail) può collegare i fili di messa a terra del circuito a una scatola elettrica di metallo.Alcune prese avranno solo un filo caldo e un filo neutro collegato alla presa, mentre altre potrebbero avere due fili caldi e due fili bianchi attaccati ai lati opposti della presa. Il cablaggio dipenderà da dove si trova la presa all’interno del circuito (metà corsa vs fine corsa) e da come l’elettricista precedente ha scelto di cablare il circuito. In ogni caso, il tuo obiettivo è ricreare gli stessi collegamenti elettrici sulla nuova presa. 
  5. Verificare l’amperaggio della presaVerificare l’amperaggio corretto per la nuova presa. Una presa da 15 A può essere collegata in sicurezza a un circuito da 15 A o 20 A, ma il circuito stesso deve avere un cablaggio che corrisponda all’amperaggio nominale: cavo da 12 gauge per un circuito da 20 A, cavo da 14 gauge per un circuito da 15 amp. Tuttavia, una presa da 20 A non deve MAI essere collegata a un circuito da 15 A cablato con un cavo di calibro 14. Se trovi una contraddizione pericolosa nel cablaggio, ad esempio se un interruttore di circuito da 20 A alimenta fili di soli 14 gauge, è il momento di chiamare un professionista, poiché ti trovi in ​​una situazione potenzialmente pericolosa.Se l’ interruttore di circuito , i cavi del circuito e la presa sono tutti coerenti, è possibile procedere. 
  6. Rimuovere il recipienteScollegare i fili della presa. Le prese hanno due metodi per collegare i fili: terminali a vite sui lati della presa o fessure a pressione “back-wire” nella parte posteriore della presa.La maggior parte degli elettricisti ritiene che i collegamenti dei terminali a vite siano più sicuri e di solito evitano di effettuare collegamenti a filo. Se il vecchio ricettacolo ha collegamenti a filo posteriore, rimuovere i fili inserendo un piccolo chiodo o un cacciavite piatto nella fessura di rilascio accanto a ciascun filo. Il collegamento del cavo dovrebbe allentarsi e staccarsi dal corpo della presa. Se la presa dispone di collegamenti con terminali a vite, allentare le viti e rimuovere gli anelli dei cavi attorno alle viti.ManciaSe non riesci a distinguere un colore sull’isolamento attorno ai fili, cosa che a volte è il caso dei vecchi cavi, puoi etichettarli con piccole linguette di nastro per distinguere quali fili erano attaccati alla vite calda e alla vite neutra.
  7. Collegare la nuova presaCollegare il filo nudo del circuito isolato in rame o verde al terminale a vite verde sulla presa. Per fare ciò, piegare un anello a forma di C all’estremità del filo, avvolgerlo in senso orario attorno al terminale a vite verde sulla presa e serrare saldamente la vite.Collegare i fili bianchi del circuito neutro ai terminali a vite color argento sulla presa. Formare un anello a forma di C all’estremità dei fili, avvolgerli attorno ai terminali a vite argentati in posizione oraria e serrare saldamente le viti. NOTA: alcune prese sono progettate in modo che le estremità diritte dei fili siano inserite nelle fessure accanto ai terminali a vite sul lato della presa. Non  collegare più di un filo a un singolo terminale.Se la vecchia presa è stata cablata, non utilizzare i raccordi del filo posteriore sulla nuova presa a meno che non siano del tipo che può essere serrato con una vite. Invece, tagliare l’estremità scoperta di ogni filo, quindi rimuovere circa 3/4 di pollice di isolamento dal filo, usando spelafili. Piegare il filo in un anello a forma di C per collegarlo al terminale a vite laterale.Completare i collegamenti dei cavi collegando i cavi neri (caldi) ai terminali a vite color ottone, utilizzando la stessa tecnica. Non  collegare più di un filo a un singolo terminale. 
  8. Variante: prese separateSebbene non sia comune, la presa della presa potrebbe essere cablata in modo da essere “divisa”. In questo scenario, la metà superiore e quella inferiore del ricettacolo funzionano in modo indipendente. A volte ciò viene fatto in modo che circuiti diversi possano alimentare le metà superiore e inferiore del ricettacolo. Un esempio: prese del piano di lavoro della cucina, dove un circuito alimenta la metà superiore delle prese, un altro circuito alimenta la metà inferiore.Un altro motivo comune per una presa con cablaggio diviso è quando la presa è cablata in modo che un interruttore a parete controlli una metà della presa. In questo scenario, una metà della presa funziona normalmente, ma l’altra metà viene attivata solo quando l’interruttore a muro è acceso.Nelle prese divise, una linguetta di collegamento in ottone lungo il lato della presa è interrotta, quindi non c’è percorso elettrico tra le due metà. Durante la sostituzione di una presa, ispezionare attentamente queste linguette. Se sono stati recisi nel vecchio ricettacolo, assicurati di rompere la linguetta sul nuovo ricettacolo prima di installarlo. 
  9. Variante: prese GFCILa sostituzione di una presa GFCI non è difficile se hai prestato attenzione a come i cavi erano collegati alla vecchia presa. È importante sapere che una presa GFCI di mezzo ha due coppie di fili caldi e neutri e che ogni coppia deve essere collegata a terminali a vite specifici. I fili che entrano nella scatola dalla fonte di alimentazione devono essere collegati ai morsetti a vite caldo e neutro contrassegnati “LINE”, mentre la coppia di fili che va verso altre prese o dispositivi deve essere collegata ai corrispondenti morsetti a vite contrassegnati “LOAD”.Quando si sostituisce una presa GFCI, esaminare attentamente lo schema di cablaggio del produttore per assicurarsi di collegarlo correttamente. 
  10. Montare la presa e accendere l’alimentazioneInfila i fili ordinatamente nella scatola mentre spingi la presa in posizione contro le linguette della scatola. Fissare la presa alla scatola con le due viti della presa. Installare il frontalino sulla nuova presa.Ripristinare l’alimentazione al circuito accendendo l’interruttore, quindi testare il corretto funzionamento della presa.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

8 errori elettrici comuni commessi dai proprietari di case

Come risparmiare denaro sugli elettricisti