in

Come testare il monossido di carbonio a casa tua

Il monossido di carbonio (CO) è spesso chiamato killer silenzioso perché è inodore, insapore e invisibile, rendendo questo gas tossico uno dei pericoli più trascurati nelle case. Il Centers for Disease Control and Prevention stima che circa 450 persone muoiano e 20.000 persone siano ricoverate al pronto soccorso ogni anno a causa di avvelenamento accidentale da monossido di carbonio. Entrambi i numeri aumentano durante i mesi invernali quando i sistemi di riscaldamento fanno gli straordinari. Per mantenere te e la tua famiglia al sicuro, comprendi le molte fonti di monossido di carbonio nella tua casa, nonché i modi per testare il monossido di carbonio .

Considerazioni sulla salute

Il monossido di carbonio (CO) avvelena gli esseri umani e altri animali viventi essendo assorbito nel flusso sanguigno, dove sostituisce l’ossigeno nei globuli rossi. Il risultato può essere un grave danno ai tessuti o la morte. Per questo motivo, i livelli di CO in casa sono un problema molto serio. I sintomi dell’avvelenamento da monossido di carbonio possono essere simili ai sintomi dell’influenza e di altre malattie, motivo per cui l’avvelenamento da CO così spesso passa inosservato. I sintomi possono includere:

  • Mal di testa sordo
  • Debolezza
  • Vertigini
  • Nausea o vomito
  • Fiato corto
  • Confusione
  • Visione offuscata
  • Perdita di conoscenza

Numerosi segni distinguono l’avvelenamento da monossido di carbonio dall’influenza. Ad esempio, se tutti in casa, compresi gli animali domestici, sono malati allo stesso tempo, il monossido di carbonio dovrebbe essere considerato il colpevole. E se ti senti meglio quando esci di casa, è un segnale che il problema potrebbe essere il gas CO. Mentre tutti sono inclini all’avvelenamento da monossido di carbonio, i neonati, gli anziani e quelli con malattie cardiache, anemia e problemi respiratori hanno maggiori probabilità di ammalarsi.

Fonti di monossido di carbonio in casa

Il monossido di carbonio è prodotto da gas, petrolio, carbone, carbone di legna e combustibili legnosi che hanno bruciato in modo incompleto. Il monossido di carbonio è più comune tra i forni più vecchi, così come nei sistemi HVAC e negli scaldacqua a gas che non sono stati adeguatamente ventilati. I forni elettrici, gli scaldacqua elettrici, i forni elettrici e tutti gli altri dispositivi alimentati elettricamente che funzionano normalmente non producono monossido di carbonio. 

Anche se il riscaldamento artificiale non è affatto l’unica fonte di monossido di carbonio in casa, è un importante contributo. Oltre al gas di monossido di carbonio prodotto da forni installati o sfiatati in modo improprio, può provenire da altre fonti alimentate a combustibile, inclusi ma non limitati a:

  • Cucine e stufe a gas
  • Asciugatrici a gas
  • Gas scaldacqua
  • Riscaldatori d’ambiente portatili a combustibile
  • Camini
  • Stufe a legna
  • Veicoli che circolano in un garage annesso
  • Griglie carbone / gas

Come protezione contro l’avvelenamento da CO, i proprietari di case attenti alla sicurezza potrebbero voler possedere un misuratore di monossido di carbonio portatile. Questo è uno strumento molto diverso dagli economici rilevatori di CO che si attaccano alla parete. Un misuratore di CO è uno strumento di misurazione portatile che consente di individuare la fonte di gas CO in qualunque stanza provenga, fornendo una misurazione accurata della quantità di gas presente. Tutti i misuratori di monossido di carbonio portatili funzionano in modo diverso, quindi consultare le istruzioni del produttore per i dettagli sul proprio misuratore.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Misuratore portatile di monossido di carbonio

Istruzioni

avvertimento

Se tu e la tua famiglia state riscontrando sintomi fisici e sospettate la presenza di livelli pericolosi di monossido di carbonio nella vostra casa, uscite immediatamente dalla casa e chiamate i vigili del fuoco o una società di test dell’aria professionale in loco. Apri tutte le finestre e le porte e spegni tutte le stufe, il sistema HVAC e lo scaldabagno.

  1. Prepara il misuratoreAccendere lo strumento con il pulsante “ON”. Lascia che lo strumento si accenda completamente. Il tuo misuratore di monossido di carbonio portatile avrà un qualche tipo di impostazione del punto zero per stabilire un punto base. Fallo all’aperto o in una stanza che sai essere priva di monossido di carbonio.Prima di utilizzare lo strumento, eseguire l’autotest diagnostico per calibrare lo strumento, come indicato dalle istruzioni del produttore. Potrebbero essere necessari dai tre ai cinque minuti per completare il test.
  2. Testare l’area di sospetto monossido di carbonioVai nell’area che ritieni contenga monossido di carbonio e fai funzionare lo strumento fino a raggiungere almeno una lettura del 90 percento (in molti modelli).
  3. Controllare le letture del contatoreI misuratori di monossido di carbonio ti riporteranno in vari modi: con suoni, luci o letture sullo schermo. Una lettura 0-1 PPM (parti per milione) è considerata un livello di fondo normale, con 35 PPM come limite massimo di esposizione di 8 ore OSHA / NIOSH. Se la lettura supera la normale lettura del livello di fondo, consultare un tecnico dell’assistenza per ispezionare l’apparecchio sospetto.

Metodi alternativi di test per il monossido di carbonio

Test di qualità dell’aria interna

Il modo migliore e più accurato per rilevare la presenza di monossido di carbonio in casa è con un test di qualità dell’aria interna. Le aziende private sono specializzate nell’esecuzione di test di miglioramento e qualità dell’aria interna che includono test del monossido di carbonio. Alcuni vigili del fuoco municipali e società di servizi verranno a casa tua e verificheranno la presenza di monossido di carbonio gratuitamente oa tariffe ridotte.

Lo strumento principale utilizzato in questi test è un monitor multigas tossico portatile elettronico. Questo dispositivo differisce dai rilevatori di monossido di carbonio a livello consumer in quanto può essere calibrato per rilevare il gas monossido di carbonio in tracce da quasi 0 PPM e con incrementi fino a 1 PPM. Oltre a testare il monossido di carbonio, la maggior parte delle aziende private testerà altri inquinanti nocivi, come muffe, allergeni, radon, formaldeide e altro.

Analisi della combustione HVAC

Se tu o la società di test ritenete che il sistema HVAC sia la fonte del monossido di carbonio, potete contrattare con un’azienda HVAC per controllare il vostro sistema con un analizzatore di combustione. Un analizzatore di combustione è un dispositivo elettronico che testa i gas sfiatati provenienti direttamente dai forni per garantire che il rapporto tra monossido di carbonio e ossigeno rimanga entro un intervallo di sicurezza. Un analizzatore di combustione verifica solo i gas bruciati direttamente da un forno, non la qualità dell’aria complessiva. Il dispositivo tende ad essere troppo costoso e di uso limitato per l’acquisto da parte della maggior parte dei fai-da-te. Molte società HVAC e società di test della qualità dell’aria in loco non possiedono analizzatori di combustione, quindi controlla con l’azienda in anticipo prima che vengano a casa tua.

Rilevatori di gas monossido di carbonio a livello di consumo

Il modo più semplice per vedere se c’è monossido di carbonio all’interno della tua casa è con un rilevatore di monossido di carbonio (questo strumento è diverso da un misuratore di monossido di carbonio). In effetti, molti regolamenti edilizi richiedono un rilevatore di monossido di carbonio. Se non hai rilevatori di monossido di carbonio in casa, non solo stai mettendo a rischio te e la tua famiglia, ma un ispettore potrebbe anche segnalarti e impedire la vendita della tua casa o condominio.

Questi rilevatori di monossido di carbonio pronti all’uso sono preziosi, ma dovrebbero essere visti solo come rilevatori di monossido di carbonio passivi. Non sono accurati come i monitor portatili multigas tossici o i misuratori portatili di monossido di carbonio poiché in genere misurano solo fino a 30 PPM. Lo scopo di questi rilevatori di monossido di carbonio è anche quello di fungere da ultimo strato di avvertimento per proteggere le persone in aree abitabili come camere da letto, sale da pranzo, zone soggiorno e corridoi. Questi rilevatori di monossido di carbonio non hanno lo scopo di rilevare il gas di monossido di carbonio in luoghi di origine sospetta, come le stanze dei forni o anche nelle cucine. In effetti, la maggior parte di questi rilevatori di monossido di carbonio dovrebbe essere installata oltreun raggio specificato dalle istruzioni dei rilevatori: 5 piedi o più oltre gli apparecchi di cottura e 20 piedi o più oltre i forni, per esempio.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Dispositivi per prevenire il furto d’auto

Recupero della proprietà rubata