in

La porta che non si vede

Avete mai pensato ad una porta, che una volta chiusa non è più una porta ma diventa semplicemente una porzione di muro?
Esiste ed è una soluzione possibile grazie ad un particolare telaio che la posiziona perfettamente a filo con il muro, mimetizzandola con tutto il resto della parete. Si chiama NoDoor ed è prodotta da Dilà, principale produttrice italiana di porte. La porta NoDoor può assumere qualunque tipo di finitura o tappezzeria della parete alla quale si abbina, concretizzando in questo modo l’interesse dell’azienda a creare quello che si può definire un vero e proprio oggetto di . Numerose sono le versioni di colori disponibili: multilaminare tinto chiaro, tinto medio, tinto scuro, tinto teak, in versione laccata RAL 1013 bianco perla e laccato colore. Come tutti i prodotti del marchio, anche NoDoor è realizzata con materie prime selezionate e certificata dal marchio di qualità “vero legno”. Inoltre è ecologica, perché verniciata con prodotti veicolati ad acqua. Ha un elevato grado di abbattimento acustico, con un valore di fonoassorbenza di 28,5 decibel. Le misure sono quelle standard di una porta ad un’anta (60-70-80-90 x 210 cm) ma a richiesta è possibile anche ottenere delle porte su misura in base ad esigenze diverse. Fondamentale per l’azienda, infatti, è la possibilità di offrire un prodotto altamente personalizzabile.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Workshop sulla ristrutturazione sostenibile: Trend al Premio Ischia Internazionale di Architettura

Il decalogo del Wwf per un Natale sostenibile