in , ,

Miscela per invasatura fuori suolo

Le istruzioni per la partenza del seme invariabilmente dicono di usare una buona miscela per invasatura fuori suolo. Che tipo di terriccio non contiene e cosa c’è che non va nel terreno comunque?

Iniziare i semi nel suolo

Certamente potresti usare il terreno direttamente dal tuo giardino  per iniziare le piantine in casa, ma il terreno del giardino presenta due principali svantaggi: 1

  • Non sai cosa succede: spore di malattie, batteri, insetti mangiatori di piante, semi di piante infestanti e altri materiali indesiderati possono facilmente agganciare un passaggio con il terreno del tuo giardino. Ci sono tutti i tipi di predatori naturali e fenomeni meteorologici all’aperto che aiutano a tenere sotto controllo queste cose. Per utilizzare questo terreno al chiuso, devi prima sterilizzarlo, con una sorta di trattamento termico.
  • Mancanza di drenaggio: il terreno del giardino tende ad essere un po ‘pesante e senza dissodamento, né da parte tua né di lombrichi o altri insetti, inizia a compattarsi dopo diverse annaffiature. Questa compattazione è particolarmente dura per le radici tenere delle giovani piantine che si stanno appena stabilizzando.

Miscele fuori suolo

Una miscela fuori suolo ti dà più controllo. 1  Oltre a essere privo di malattie e altri contaminanti, puoi mescolare gli ingredienti per il drenaggio, la ritenzione idrica e lo spazio aereo preferiti. È anche più leggero, cosa che apprezzerai quando dovrai spostare i vasi all’aperto.

La maggior parte delle miscele fuori suolo sono prevalentemente muschio di torba di sfagno. La torba di sfagno è leggera e poco costosa. Altrettanto importante, è ben drenante ma che trattiene l’acqua. Certo, fino a quando non si è completamente inumidita la torba, le particelle possono essere molto sgradevoli da lavorare. La torba è anche sul lato acido e la maggior parte delle miscele di semi di partenza ha un pH del terreno intorno a 5,8, che va bene per iniziare la maggior parte dei semi.

Fatto divertente

La torba impiega centinaia di anni per formarsi. Si cercano alternative, come la fibra di cocco. Aspettati di iniziare a vedere più miscele di invasatura che omettono del tutto la torba.

Modifiche

  • Corteccia: viene aggiunta corteccia per migliorare il drenaggio e lo spazio aereo all’interno della miscela. Ciò significa che diminuirà anche leggermente la ritenzione idrica. Le miscele di corteccia sono migliori per le piante mature che devono asciugare tra un’annaffiatura e l’altra rispetto ai semi iniziali.
  • Coir: cocco è una fibra di cocco sottoprodotto e funziona in modo simile alla torba nel fornire un buon drenaggio mantenendo al tempo stesso acqua. Come accennato in precedenza, la fibra di cocco sta diventando un sostituto della torba.
  • Perlite: la perlite è quella roba che sembra polistirolo ciottoloso. È un minerale vulcanico, sebbene non influenzi la qualità dei nutrienti o il pH della miscela. Aggiunge il drenaggio e la ritenzione di aria e acqua, quel magico equilibrio. In effetti, a volte viene utilizzato nei giardini all’aperto per evitare che il terreno sabbioso liscivi i nutrienti.
  • Vermiculite: La vermiculite è quelle macchie grigio-argentee che vedi nel terriccio . È un materiale di tipo mica che viene riscaldato ed espanso per aumentare la sua capacità di trattenere l’acqua. Le particelle assorbono acqua e sostanze nutritive e le trattengono nella miscela finché le piante non sono pronte per accedervi. La perlite è anche buona come copertura del terreno per i semi che devono rimanere costantemente umidi per germogliare. Potresti vedere la vermiculite in vendita nei negozi di bricolage, per l’uso in isolamento o intonaco. Questa vermiculite di grado non è particolarmente adatta per le miscele di invasatura poiché non assorbe facilmente l’acqua.

Fertilizzante e oligoelementi

  • I semi non richiedono fertilizzante per la germinazione, quindi è un po ‘sprecato se lo si utilizza per l’avvio dei semi. Quando le piantine sono cresciute foglie vere e richiedono cibo supplementare, tutto ciò che era nel mix ha iniziato a dissiparsi.
  • Gli agenti bagnanti stanno diventando sempre più popolari. È comprensibile se hai mai lavorato con muschio di torba dritto. Gli agenti bagnanti sono polimeri aggiunti al terreno per migliorare notevolmente la loro capacità di assorbimento dell’acqua. Gli agenti bagnanti organici certificati potrebbero non essere possibili, forse perché per natura un agente bagnante del suolo non può essere rapidamente biodegradabile o sarebbe inutile. Ho sempre avuto fortuna senza un agente bagnante, ma assicurandomi che il mio mix sia ben inumidito prima di metterlo in pentole o pacchi cellulari e poi, non lasciarlo asciugare. I contenitori per l’ irrigazione dal basso aiuteranno in questo.
  • Potresti anche vedere emendamenti per la regolazione del pH come calcare o gesso. Le miscele variano in base al produttore e alla regione. Occasionalmente una pianta particolare favorirà alcuni emendamenti rispetto ad altri, ma per i semi è generalmente sufficiente una miscela di base. Questi saranno etichettati per l’inizio del seme o come miscela di avviamento o germinazione.

Il modo migliore per giudicare un mix di invasatura è vedere quanto bene stanno le tue piantine. Se ottieni una buona germinazione e le piantine iniziano un verde sano, va tutto bene. Altrimenti aggiusta il tuo mix, iniziando dal pH. 

Una miscela per invasatura fuori suolo è preferibile all’utilizzo di terriccio da giardino esterno per diversi motivi, ma se hai bisogno di una grande quantità di miscela o hai bisogno di una miscela speciale, è spesso più facile creare semplicemente la tua miscela per vasi.

Miscela per invasatura fuori suolo

4-6 parti di muschio di torba di sfagno o cocco
1 parte di  perlite
1 parte di vermiculite

Mescolare con il compost

2 parti di  composto da
2 a 4 parti di muschio di torba di sfagno o fibra di cocco
1 parte di perlite
1 parte di vermiculite

Mescolare con l’aggiunta di sostanze nutritive

Aggiungere ½ tazza ogni 8 litri di miscela:
½ tazza di farina d’ossa (per l’ aggiunta di fosforo )
½ tazza di calcare dolomitico (aumenta il  pH del suolo  e fornisce calcio e magnesio)
½ tazza di farina di sangue, farina di soia o polvere di alghe essiccate (per aggiunta azoto)

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa significa il pH del suolo per il giardiniere?

Come coltivare il tuo orto