in

Preparare la vostra casa per un terremoto

L’US Geological Survey (USGS) in Colorado stima che ci sono circa 500.000 terremoti rilevabili nel mondo ogni anno, di cui 100.000 possono essere avvertiti e 100 dei quali causano danni. Siamo solo grati che la maggior parte dei terremoti sia di natura minore.

Tuttavia, per pochi di loro quanti sono gravi, i terremoti causano miliardi di dollari in danni alla proprietà in tutto il mondo. Sebbene siano più diffusi negli Stati Uniti occidentali, i terremoti possono verificarsi in quasi tutti gli stati.

In questo tutorial discuteremo di cosa puoi fare per preparare al meglio la tua casa e proteggere la tua famiglia in caso di terremoto. Potresti essere in grado di svolgere da solo parte di questo lavoro di preparazione, ma alcuni dei problemi strutturali discussi in questo tutorial potrebbero richiedere l’aiuto di un architetto o di un imprenditore edile autorizzato se non hai le competenze o gli strumenti necessari. Se hai bisogno di assumere un appaltatore per uno di questi lavori, guarda il tutorial  Come controllare un appaltatore di riparazioni domestiche .

Per le azioni di sicurezza antisismica che puoi intraprendere durante e dopo un terremoto, dai un’occhiata a questa  lista di controllo della Croce Rossa americana . È un buon riferimento, quindi stampalo e tienilo a portata di mano.

Preparazione strutturale della casa per un terremoto:
preparare la struttura della tua casa per un terremoto comporterà il miglioramento della capacità della tua casa di resistere al violento movimento laterale di molti terremoti. Questo tutorial si concentrerà su quattro aree principali:

  • Collegamento esterno muro-fondazione (bulloni di ancoraggio).
  • Collegamento parete esterna alla fondazione (retrofit piastre di fondazione).
  • Rinforzo a taglio a parete paralizzata.
  • Sistema di rinforzo antisismico per case mobili.

Diamo un’occhiata a ciascuna di queste sezioni e cosa significa per la preparazione della tua casa.

Connessione parete esterna alla fondazione (tirafondi)

I muri esterni della tua casa devono essere collegati ai muri di fondazione . Per quanto logico possa sembrare, questa pratica non era comune nella costruzione di case fino agli anni ’40. Fortunatamente, ora è un requisito del codice che i muri esterni siano imbullonati ai muri di fondazione per resistere al movimento laterale, come quelli trovati in un terremoto.

Il 2×4 orizzontale nella parte inferiore del muro esterno che poggia sul muro di fondazione è chiamato davanzale (o davanzale di fango in alcune parti del paese). La piastra del davanzale deve essere imbullonata al muro di fondazione con bulloni di ancoraggio zincati in modo che il muro non si muova o non scivoli. La spaziatura dei bulloni di ancoraggio nella piastra del batticalcagno non può essere superiore a 6 piedi al centro e deve essere entro 12 pollici da qualsiasi giunzione della piastra della soglia.

Puoi trovare il davanzale o il davanzale del fango nel vespaio o nel seminterrato nella parte superiore del muro di fondazione. Sulla parte superiore della piastra della soglia, dovresti vedere la testa del bullone di ancoraggio che sporge attraverso una rondella e un dado di metallo.

Se non vedi i bulloni di ancoraggio a una distanza appropriata nella tua casa, contatta il tuo reparto edile per conoscere i requisiti locali e ottenere aiuto per decidere l’azione corretta. Esistono diversi requisiti del codice edilizio sul diametro, la lunghezza e la spaziatura dei bulloni per la nuova costruzione rispetto alla costruzione retrofit. La lunghezza del bullone di ancoraggio dipende anche dallo spessore della piastra della soglia, dai valori di tenuta richiesti e dalla resistenza del muro di fondazione in calcestruzzo, ma generalmente sarà compresa tra 3,5 “e 6,25” di incorporamento nel calcestruzzo. È meglio controllare i regolamenti edilizi locali, l’ufficiale di costruzione o con un ingegnere o un architetto per determinare la dimensione dell’ancora necessaria.

Se hai un vespaio in casa, potresti avere un muro incorniciato sopra le fondamenta e sotto il primo piano, chiamato muro storpio. L’ancoraggio a posteriori del muro esterno alla fondazione viene effettuato in due modi, mediante bulloni di ancoraggio (pareti paralizzate) o piastre di fondazione retrofit (senza pareti paralizzate).

Se si sceglie di adattare l’installazione del bullone di ancoraggio su un muro storpio, sarà necessario forare attraverso la piastra del davanzale e nella parte superiore del muro di fondazione in calcestruzzo colato. I bulloni di ancoraggio della fondazione sono disponibili in un tipo di espansione per l’uso in calcestruzzo più solido e solido e in un tipo di fissaggio epossidico per l’uso in calcestruzzo, blocchi di calcestruzzo o mattoni più vecchi e più deboli. È possibile migliorare il potere di tenuta degli ancoraggi di tipo epossidico utilizzando ancoraggi più lunghi installati più in profondità nella fondazione. È possibile migliorare la forza di tenuta di entrambi i tipi di ancoraggio fino a quasi il 60% utilizzando grandi rondelle quadrate da 3 “.

Un altro metodo per ancorare il batticalcagno alla fondazione consiste nell’utilizzare tasselli a vite approvati come il Titan HD realizzato da Simpson. Per una buona panoramica del fissaggio del batticalcagno alla fondazione, vedere Bulloneria di Bay Area Retrofit  : Fissaggio del davanzale alla fondazione .

Se il tuo muro storpio deve essere bloccato, assicurati di installarlo prima, prima di installare i bulloni di ancoraggio e le rondelle (vedi Rinforzo a taglio del muro storpio più avanti in questo tutorial).

Collegamento da parete esterna a fondazione (modifica di piastre di fondazione)

Se la tua casa ha un seminterrato o un vespaio incorniciato da un muro non storpio, i travetti del primo piano si appoggiano direttamente sul davanzale che si trova sopra il muro di fondazione e non si siedono su un muro storpio. In tal caso, è difficile accedere alla parte superiore del muro di fondazione e perforare la piastra del davanzale, a causa dello spazio verticale limitato per praticare i fori per i bulloni di ancoraggio. Questa situazione richiede il retrofit delle piastre di fondazione, che si attaccano ai lati del muro di fondazione e al lato della piastra della soglia. Le piastre sono ancorate al muro di fondazione con tirafondi ad espansione o con resina epossidica e con viti da legno nel batticalcagno.

Cripple Wall Shear Reinforcement

I muri Cripple sono brevi muri esterni costruiti sopra i muri di fondazione per creare un vespaio. Questi muri devono sostenere l’intero peso della casa e, se non sono rinforzati per il movimento laterale (orizzontale), possono crollare durante un terremoto. Una volta che il muro storpio fallisce, la casa crollerà o si sposterà in modo significativo, spesso dalle fondamenta.

Per rinforzare questi muri fragili su cui poggia l’intera casa, è necessario creare quello che è effettivamente un muro di taglio. Per fare ciò, è necessario aggiungere una guaina di compensato per creare un pannello rigido dai perni, dalla piastra superiore e dalla piastra del davanzale del muro storpio. Una volta che il muro storpio è stato convertito in un pannello rigido con la guaina, ora sarà in grado di resistere molto meglio ai carichi laterali.

Blocco:
se la piastra del davanzale del muro paralizzato ha la stessa larghezza dei montanti, il blocco non è necessario. Tuttavia, se il muro storpio ha un sottoporta più largo dei montanti, dovrai aggiungere un blocco sul fondo del muro tra i montanti. Questo blocco fornisce una superficie inferiore del chiodo per la guaina e deve essere della stessa dimensione dimensionale del legname delle borchie . Ad esempio, se hai 2×6 perni, usa il blocco 2×6; allo stesso modo, per 2×4 perni, usa il blocco 2×4. Ogni sezione di bloccaggio aderente tra i prigionieri viene solitamente installata con chiodi zincati 10d , due per lato (4 in totale).

Installazione del pannello di taglio: la
guaina a parete Cripple deve essere installata su ogni parete ma non per l’intera lunghezza. Segui queste linee guida per l’installazione:

  • Installare il rivestimento al 50% della lunghezza del muro storpio per case a 1 piano;
  • Installare il rivestimento al 70% della lunghezza del muro storpio per case da 1,5 a 2 piani;
  • Installare la guaina in modo che la lunghezza della corsa non sia inferiore a 2 volte l’altezza del muro storpio.
  • Installare la guaina partendo da ogni angolo e lavorando.
  • I centri delle piste di rivestimento non possono essere più di 25 piedi da centro a centro.
  • Assicurati che la guaina termini sulla linea centrale di un perno. Tutte le estremità della guaina DEVONO essere fissate completamente ai perni, alla piastra superiore e alla piastra della soglia (o della soglia del fango).
  • Fissare la guaina lungo tutti i bordi con chiodi zincati comuni 8d distanziati di circa 4 “al centro. Al centro dei pannelli, inchiodare in perni 12” al centro. Se stai inchiodando in una doppia piastra superiore, sfalsare i chiodi in modo che uno vada nella piastra superiore superiore, quindi a 4 pollici di distanza, inchioda un altro chiodo nella piastra superiore inferiore, spostato di 4 pollici lateralmente dall’unghia superiore. Ripetendo questo approccio sfalsato lungo la lunghezza della piastra superiore. 
  • Ventilare ogni spazio tra i perni con un foro di 3 “centrato tra i perni. Se il muro storpio è alto 18” o meno, è necessario solo un foro. Se è più alto di 18 “, è necessario prevedere due fori (uno in alto e uno in basso). Si consiglia inoltre di posizionare il foro di ventilazione inferiore sopra il bullone di ancoraggio per scopi di ispezione. Infine, posizionare un materiale di schermatura sui fori si consiglia inoltre di tenere lontani animali di piccola taglia e insetti.

Protezione antisismica per case mobili

Se hai una casa mobile, ci sono dei passaggi che puoi adottare per proteggere anche la tua casa. Dai un’occhiata sotto casa tua. Se la casa è sostenuta solo con blocchi di cemento o martinetti metallici, è necessaria una protezione migliore, avere un “sistema di ancoraggio ingegnerizzato” o un sistema di controventatura antisismica (ERBS) installato. Il tempo di installazione varia a seconda del sistema utilizzato. Molti dei sistemi possono essere utilizzati per retrofit o nuove installazioni e possono essere trasferiti quando ci si sposta. Molti sistemi hanno anche la capacità di gestire siti in pendenza.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Manutenzione del sistema di sicurezza

Come aumentare la sicurezza della casa mobile