in

Qual è la finitura giusta per i tuoi pavimenti in legno?

Che tu stia proteggendo pavimenti in legno nuovi di zecca o rifinendo quelli vecchi di decenni, il compito inizia con la selezione della finitura giusta. Scopri le differenze tra otto finiture popolari per decidere quale funziona meglio per il tuo progetto.

Alla fine hai deciso il legno duro perfetto per i tuoi pavimenti, che si tratti di un noce profondo e ricco, un caldo legno di ciliegio o una quercia rustica. Sebbene ci siano molte specie di legno duro adatte per i pavimenti, ognuna con il proprio aspetto e la propria bellezza, tutte condividono una cosa in comune: hanno bisogno di una finitura protettiva per mantenerle al meglio.

La scelta della mano di finitura giusta per pavimenti in legno appena installati o tavole di rifinitura che sono un po ‘peggiori per l’usura, tuttavia, può essere un po’ intimidatoria. Le finiture dei pavimenti in legno duro hanno diversi livelli di facilità, durata e persino lucentezza, una delle considerazioni estetiche più importanti dopo aver scelto il legno preferito. Rendi la tua decisione un po ‘più semplice rispolverando le basi degli otto tipi più popolari di finiture per pavimenti in legno, tutti descritti di seguito.

1. Poliuretano a base d’acqua

Ideale per:  pavimenti che necessitano di una finitura trasparente che si asciughi rapidamente
Pro: facile applicazione e pulizia; odore basso e COV bassi; finitura molto liscia e lucida; nessun ingiallimento
Contro: il poliuretano a base d’acqua ad alta brillantezza ingrandisce ogni graffio e graffio

Sebbene il poliuretano a base d’acqua a volte sembri un po ‘lattiginoso nella lattina, si asciuga trasparente e resiste all’ingiallimento nel tempo. Mentre la maggior parte dei proprietari di casa preferisce un poliuretano a base d’acqua lucido, troverai anche opzioni satinate e semi-lucide. Realizzato con resine sintetiche e plastificanti, il poliuretano a base d’acqua è una finitura molto durevole che resiste abbastanza bene all’umidità (anche se vorrai comunque asciugare eventuali fuoriuscite o perdite al più presto). Altrimenti, è facile prendersi cura dei pavimenti con questa finitura: una scopa e un mocio umido sono generalmente tutto ciò di cui hai bisogno. Non incerare mai i pavimenti in poliuretano, in quanto ciò può opacizzare la finitura.

Queste sono solo alcune delle qualità che rendono il poliuretano a base d’acqua una delle finiture per pavimenti in legno più apprezzate per la casa. Anche il poliuretano a base d’acqua ottiene un punteggio elevato nella categoria ecocompatibile, rilasciando molti meno composti organici volatili (COV) rispetto a molte altre opzioni. Ha poco odore durante l’applicazione, il che è un grande vantaggio se prevedi di finire i pavimenti da solo. Si asciuga rapidamente: in genere è necessario attendere solo da due a quattro ore tra le mani (da tre a quattro mani in totale è la solita raccomandazione). Dopodiché, sarai in grado di camminare sui tuoi nuovi pavimenti entro poche ore, anche se dovresti aspettare almeno 48 ore prima di spostare tutti i mobili al loro posto.

2. Poliuretano a base di olio

Ideale per:  aree ad alto traffico
Pro: non troppo costoso; molto resistente; resiste all’umidità; facile manutenzione
Contro: essiccazione lenta; rilascia molti VOC; infiammabile; gialli nel tempo

Il poliuretano a base di olio è costituito da olio di lino, resine sintetiche e plastificanti. La sua forza e durata lo rendono una finitura popolare per le proprietà commerciali, ma a molti proprietari di case piace usarlo anche in aree ad alto traffico all’interno della casa. Fortunatamente, quelle stesse caratteristiche di resistenza significano che non dovrai rifinire i pavimenti così spesso come con alcune delle altre opzioni. Ed è di facile manutenzione: basta spazzare o aspirare regolarmente e rimuovere lo sporco con una spugna umida.

Il poliuretano a base di olio ha una leggera sfumatura ambrata o giallastra e può ingiallire ancora di più nel tempo, il che aggiunge un po ‘di colore intenso, caldo e ambrato ai pavimenti se questo è il tuo obiettivo. Lo troverai in lucentezza, semilucida e satinata.

Questa finitura ha un odore molto forte e rilascia un alto livello di COV, quindi dovrai indossare un respiratore per proteggere i tuoi polmoni se prevedi di finire i pavimenti da solo. Avrai anche bisogno di concedere un po ‘più di tempo per il progetto rispetto al poliuretano a base d’acqua e ripulire con ragia minerale invece che acqua e sapone. Generalmente, sono necessarie da 8 a 10 ore per l’asciugatura di ciascuna mano (da due a tre mani in totale è la raccomandazione abituale). Dopo l’ultimo, dovrai aspettare almeno 48 ore prima di camminare sui pavimenti con le scarpe e quattro giorni per riempire nuovamente le stanze di mobili.

3. Uretano anti-umidità

Ideale per: situazioni che richiedono la finitura del pavimento più dura
Pro: estremamente durevole
Contro: VOC molto elevati; difficile da applicare

Originariamente creato per l’uso nelle piste da bowling, l’uretano idratante è estremamente resistente e durevole dopo che si asciuga fino a raggiungere una lucentezza molto elevata. Resiste all’umidità, ai graffi, alle macchie e all’usura generale. La sua difficile applicazione lo rende meno un’opzione per un fai-da-te, però. Inoltre, l’elevato livello di COV che rilascia può rimanere nell’aria per settimane, quindi tutti i membri della famiglia dovranno trasferirsi per un massimo di due settimane dopo l’applicazione.

Come potrebbe suggerire il nome, l’uretano che polimerizza con l’umidità attira l’umidità dall’aria per polimerizzare, il che significa che è influenzato dall’umidità il giorno dell’applicazione. Se l’aria è molto secca, la finitura non polimerizzerà o asciugherà in modo uniforme. È troppo umido e può iniziare ad asciugarsi prima di essere distribuito uniformemente sul pavimento. Un’applicazione uniforme di questa finitura volubile richiede una mano veloce e un tocco esperto.

A causa dei molti aspetti negativi della finitura, l’uretano idratante viene utilizzato principalmente in ambienti commerciali come piste da bowling, sale da ballo e ristoranti, tutti luoghi in cui la sua resistenza all’usura e all’umidità, l’aspetto lucido e la forza superano i suoi svantaggi .

4. Cera

Ideale per: ovunque si desideri una finitura a bassa lucentezza
Pro: facile da applicare e ritoccare; poco odore o COV; penetra nel legno e può essere combinato con la macchia; si asciuga rapidamente e può essere calpestato entro poche ore dall’applicazione
Contro: L’ applicazione è laboriosa; non molto resistente; giallo o si scurisce nel tempo

Prima dello sviluppo delle finiture in poliuretano negli anni ’60, la cera era la finitura per pavimenti in legno preferita e lo era stata per centinaia di anni. Ancora oggi, è ancora un’opzione popolare per le case storiche ed è anche spesso scelta dai fai-da-te che amano il suo aspetto naturale e lucido. Troverai cera liquida e in pasta; entrambi richiedono più mani che vengono lucidate a mano, ma la cera liquida viene solitamente applicata con un applicatore di lana mentre la cera in pasta viene applicata con uno straccio. Puoi anche mescolare la macchia di legno con la cera per colorare i tuoi pavimenti mentre li finisci.

Il rovescio della medaglia, la ceratura dei pavimenti in legno non crea una finitura molto durevole. L’esposizione all’acqua può creare macchie bianche, quindi la cera non è la migliore finitura per pavimenti per bagni o cucine. Si graffierà e si graffierà, anche se questi sono abbastanza facili da lucidare e nascondere sotto un’altra mano di cera.

Tieni presente che la cera a volte ingiallisce o si scurisce nel tempo, quindi è meglio usarla su legno che ha già una colata calda. E se decidi di sostituire la finitura a cera con il poliuretano, dovrai rimuovere completamente la cera dal pavimento.

5. Gommalacca

Ideale per:  pavimenti in cui si desidera un prodotto naturale che non emetta molti COV e si asciughi rapidamente
Pro: prodotto naturale e sostenibile; facile da riparare o ritoccare; aderisce bene a legni tropicali oleosi
Contro: Molto infiammabile; non facile da applicare in modo uniforme; molto meno durevole di molte altre opzioni; deve essere miscelato di fresco prima dell’applicazione

A base di alcol denaturato mescolato con le secrezioni dell’insetto lac, un insetto trovato in Asia, la gommalacca è stata utilizzata per sigillare e rifinire il legno per centinaia di anni. La gommalacca si asciuga naturalmente con una tinta arancione e una finitura lucida, sebbene possa essere sbiancata o colorata e miscelata con alcol denaturato extra per creare una superficie più opaca. Poiché la gommalacca si asciuga rapidamente, può essere difficile da applicare senza lasciare segni visibili sul giro.

Questa particolare finitura del pavimento in legno tende anche a macchiarsi e macchie d’acqua, ed è vulnerabile ai danni da alcol e ammoniaca. Non regge il calpestio tanto quanto il poliuretano, ma ritoccarlo è abbastanza facile; basta lucidare con una nuova mano di gommalacca quando necessario.

Mentre puoi lucidare la cera sulla gommalacca, non puoi applicare una delle finiture in poliuretano su di essa, quindi se decidi di cambiare la finitura del tuo pavimento, dovrai prima rimuovere completamente la gommalacca.

6. Sigillante per olio penetrante

Ideale per: creare una finitura a bassa lucentezza che evidenzi le venature del legno.
Pro: prodotto naturale; abbastanza facile da applicare; fa risaltare la bellezza del legno
Contro: Non molto resistente; richiede la riverniciatura ogni due anni; costoso

Molto popolari prima dell’introduzione dei sigillanti per pavimenti in poliuretano negli anni ’60, i sigillanti per olio penetranti non sono usati molto oggi, ma sono ancora preferiti da alcuni proprietari di case che amano il modo in cui l’olio fa risaltare le venature, la bellezza e la profondità del legno senza aggiungere lucentezza o lucentezza. È anche un’ottima scelta se stai restaurando una casa storica.

Gli oli penetranti – ce ne sono diversi tipi, ma l’olio di tung è il più comune – si immergono nei pori del legno, aiutando a prevenire graffi e altri danni. A differenza della maggior parte delle altre finiture per pavimenti in legno, gli oli penetranti non lasciano un “guscio” duro sulla parte superiore del legno; per questo motivo, uno strato finale di cera spesso supera l’olio per una protezione extra.

Sebbene i sigillanti ad olio penetrante conferiscano al legno un aspetto naturalmente adorabile, non resistono bene al traffico pedonale, quindi preparati a lubrificare nuovamente i tuoi pavimenti ogni tre o cinque anni se scegli questa opzione. Dovresti anche essere consapevole del fatto che l’acqua e le sostanze chimiche possono macchiare o danneggiare i pavimenti sigillati a olio, quindi dovrai utilizzare detergenti per pavimenti in legno specificamente formulati per questo tipo di finitura. Se i tuoi pavimenti si graffiano, è facile ritoccarli, però; solo lucidare più olio nel punto danneggiato.

Gli oli penetranti generalmente si asciugano molto lentamente, spesso richiedendo un’intera giornata tra le mani, quindi questo non è un progetto fai-da-te veloce.

7. Finitura polimerizzata con acido

Ideale per: pavimenti in legno esotico o con motivi elaborati, come il parquet.
Pro: estremamente durevole; asciuga rapidamente
Contro: VOC molto alti; altamente infiammabile; costoso; applicazione pro-only

La crème de la crème delle finiture dei pavimenti in legno duro, finitura acidata (chiamata anche finitura svedese o finitura di conversione) è ancora più resistente dei poliuretani. Ha una base alcolica e utilizza acido per il processo di polimerizzazione, creando una finitura lucida estremamente durevole e resistente a danni chimici, graffi e graffi. Tuttavia, la finitura evidenzia le venature, il colore e la bellezza naturale del legno.

Prima di selezionarlo per la sua resilienza, sappi che le finiture polimerizzate con acido rilasciano livelli molto elevati di COV e hanno un odore molto forte. Nel caso in cui lo applichi, tu, la tua famiglia ei tuoi animali domestici dovrete rimanere altrove per diversi giorni mentre i pavimenti si curano. Richiede anche un’eccellente ventilazione durante l’applicazione, insieme a un respiratore a pieno facciale. Una volta applicato, non è facile ritoccare o rifinire un pavimento polimerizzato con acido, ma non dovresti essere disturbato da danni o usura nella maggior parte delle circostanze normali grazie alla sua durata.

8. Ossido di alluminio

Ideale per: aree ad alto traffico o ovunque si desideri la massima protezione dall’usura
Pro: il tipo di finitura più duro e duraturo; bassa manutenzione; disponibile in diversi livelli di lucentezza
Contro: Difficile da ritoccare o rifinire; disponibile solo su listoni in legno prefinito

L’ossido di alluminio è un minerale naturale che fornisce un rivestimento protettivo estremamente duraturo sui pavimenti in legno. Esso protegge il pavimento da graffi , scolorimento, danni d’acqua, graffi e usura generale senza cambiare il colore del legno o nascondere la sua grana. Disponibile in diversi livelli di brillantezza, può diventare opaco o lucido come desideri. Tuttavia, non lo applicherai da solo; l’ossido di alluminio è disponibile solo come opzione sui listoni per pavimenti prefiniti.

Sul lato negativo, non è facile rimuovere o ripristinare la finitura in ossido di alluminio se arriva un momento in cui alla fine vuoi ritoccare il danno o passare a una finitura diversa. Dovrai chiamare professionisti per affrontare il lavoro, possibilmente anche sostituire le assi del pavimento. Tuttavia, se si desidera la finitura del pavimento in legno più durevole – può durare fino a 25 anni – richiede anche poca manutenzione e ti piace l’idea di installare un pavimento in legno già finito e pronto per l’uso, l’ossido di alluminio è una buona scelta.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

7 cose da sapere prima di scegliere e installare il pavimento in marmo

9 suggerimenti per rimuovere i graffi dai pavimenti in legno